26082019Lun
Aggiornato ilSab, 24 Ago 2019 9am

Tragedia a Rosarno nel giorno di Pasqua. Questa mattina subito dopo la tradizionale cerimonia dell'Affruntata, un uomo di circa quarantacinque anni si è accasciato a terra colto da un malore.

 

I medici presenti sul posto hanno immediatamente soccorso l'uomo provando a rianimarlo senza alcun risultato, arrivato il 118 , purtroppo non si è potuto far altro che constatare il decesso.

Isola Capo Rizzuto - Un furto si è trasformato in tragedia a Isola Capo Rizzuto (Crotone), dove un uomo di 46 anni è morto soffocato da una fune mentre stava cercando di rubare un trasformatore da un palo per l'energia elettrica, non collegato in rete. In un primo momento si è pensato a un suicidio dell'uomo, ma dai primi rilievi effettuati sembrerebbe essere stato accertato come la causa della morte sia dovuta ad una fune usata per la salita che gli si è stretta improvvisamente al collo e lo ha soffocato. L’uomo è morto poco dopo l'arrivo nell'ospedale di Crotone dove è stato trasportato dal fratello che  ha trovato il quarantaseienne sospeso in cima al traliccio.

San Pietro in Guarano - Ancora un incidente mortale nel cosentino. Dopo quello avvenuto ieri a Rende un'altra vittima oggi in località San Pietro in Guarano sulla strada statale 107 “Silana-Crotonese”.

Elisabetta Tisci, 45 anni, di Crotone, è morta in un incidente stradale avvenuto lungo la statale 107 Silana Crotonese nei pressi dello svincolo di San Pietro in Guarano. L'auto condotta dalla donna, una Fiat Punto, si è scontrata, per cause in corso di accertamento, con una Bmw X3 alla cui guida c'era un uomo che non ha riportato ferite, ma è sotto choc. Sul posto sono intervenuti i mezzi di soccorso, la Polstrada e una squadra dell'Anas.

 

Elvis Rizzo, un ragazzo di 26 anni di Castiglione Cosentino, è morto in un tragico incidente avvenuto oggi a Rende nei pressi del Centro commerciale Carrefour. Oltre a Rizzo altre tre persone sono rimaste ferite nello scontro tra l'Alfa 147 della vittima e una Opel Meriva. Nell'incidente sono rimaste coinvolte anche una Smart ed un Fiat Doblò. Le cause dell'incidente sono ancora in corso di accertamento da parte dei carabinieri della compagnia di Rende. Sul posto sono immediatamente intervenuti i vigili del fuoco e i sanitari del 118.


   

Tragico incidente nel tratto ferroviario cosentino, dove un uomo, Pasquale Borrelli, 85 anni, residente a Bonifati, è stato investito da un treno nella stazione di Capo Bonifati. La polizia sta lavorando per ricostruire la dinamica dell'incidente. Coinvolto il treno regionale 12697 Sapri- Cosenza. Il traffico ferroviario è stato temporaneamente sospeso per consentire gli accertamenti di rito all'autorità giudiziaria. Sul posto la Polizia Ferroviaria, gli agenti della Municipale e i carabinieri di Bonifati.

SORBO SAN BASILE (CATANZARO). Terribile destino per un uomo di 92 anni, Felice Fratto. L'anziano infatti è morto carbonizzato nell'incendio della sua abitazione a Sorbo San Basile, in provincia di Catanzaro. Secondo i primi rilievi, a provocare il decesso dell'anziano, avvenuto all'alba di oggi, sarebbe stato un corto circuito sviluppatosi per cause in corso di accertamento. L'uomo viveva da solo in una piccola abitazione nel centro storico del paese. Sul posto, allertati dai vicini, sono intervenuti i carabinieri e i vigili del fuoco.

Tragedia nel veronese. Un bimbo di soli due anni, è morto dopo essere stato investito da un treno regionale tra Legnago e Cerea. Il piccolo, figlio di una famiglia che risiede in un campo nomadi, secondo le prime ricostruzioni si era allontanato dal campo e accovacciato vicino al binario in un tratto curvilineo proprio mentre giungeva il treno e non sentendolo arrivare potrebbe essere stato agganciato e poi trascinato . Sul posto, la polizia ferroviaria. Il piccolo è morto circa un'ora dopo il ricovero all'ospedale di Legnago

Una storia straziante arriva da Camigliatello Silano, dove a causa di un incidente una famiglia è stata distrutta. Una bambina di poco più di un anno è morta investita dal padre mentre stava facendo manovra con l'auto del nonno della piccola, un fuoristrada. Il fatto è accaduto precisamente in località Croce di Magara, a Camigliatello Silano, nel Cosentino. Sul luogo del tragico incidente le scene strazianti dello stesso padre della bimba e degli altri parenti. L'uomo stava guidando il fuoristrada del nonno della piccola.

Liberata Mangialavori, 63 anni, insegnante della scuola materna di Ricadi è morta a causa di un epatite acuta dopo avere mangiato dei funghi che lei stessa aveva raccolto in una campagna del promontorio di Capo Vaticano. Subito dopo pranzo la donna ha avvertito forti dolori addominali. Soccorsa dal 118 e portata nell'ospedale di Vibo Valentia, da lo Liberata Mangialavori è stata trasferita per il trapianto di fegato in elisoccorso al S. Eugenio di Roma, dove è morta poco dopo il ricovero in ospedale.

 

Antonio Amerato, imprenditore 75 anni, è morto oggi in un incidente sul lavoro a Catanzaro. Amerato stava lavorando nella sua cava, alle porte della città, a bordo di una ruspa che per cause in via di accertamento è finita in una scarpata di una cinquantina di metri. L'imprenditore è rimasto schiacciato dal mezzo ed è morto sul colpo. Sul posto sono intervenuti i medici del 118 ed i vigili del fuoco per recuperare la vittima.

I Più Letti della Settimana

Bingo sites http://gbetting.co.uk/bingo with sign up bonuses