08042020Mer
Aggiornato ilMar, 07 Apr 2020 6pm

Alla ricerca della continuità. E’ questa la mission della Golem Software Palmi che alle 18 di domenica 1 novembre sarà impegnata in trasferta nel terzo turno del campionato di Serie A2 contro la Beng Rovigo. Una sfida che vedrà protagoniste due compagini a pari punti in classifica,  e che faranno di tutto per accaparrarsi la posta in palio.

La squadra calabrese guidata da Jordan Kroumov, dopo l’ottima prova casalinga contro la Lilliput Settimo Torinese di sette giorni fa, con la conquista dei primi storici tre punti, ha tutta l’intenzione di dare continuità ai risultati cercando punti pesanti anche in trasferta. Dovrà vedersela con la voglia di rivalsa della Beng Rovigo, la squadra guidata da coach Alessio Simone reduce da uno 0 a 3 contro l’Omia Cisterna, con parziali comunque combattuti, che avrà tutta la voglia di rifarsi davanti al pubblico amico.

«Ci tenevamo molto a fare bene nella prima davanti al nostro pubblico – sono state le parole della schiacciatrice della Golem Palmi Francesca Moretti – il campo poi ci ha dato ragione e siamo state molto contente. Abbiamo avuto un inizio di partita forse un po’ contratto causa l’emozione ma poi abbiamo meritato la vittoria. Volevamo fare bene e ci siamo riuscite. Già a Monza avevamo fatto vedere cose buone pertanto penso che la strada intrapresa sia quella giusta». Per la Moretti, nel match casalingo contro la Lilliput Settimo Torinese, sono arrivati 14 punti e una serie di attacchi che hanno entusiasmato il pubblico di Palmi: «L’obiettivo di ogni stagione è quello di fare sempre meglio. Ognuna di noi ha fatto qualcosa di importante. Io sono abbastanza soddisfatta della mia prestazione ma punto, come è normale, a fare sempre meglio». La Moretti presenta così le insidie del prossimo turno di campionato: «Rovigo è una squadra molto giovane è questa può essere una incognita sia in positivo che in negativo quando ti trovi ad affrontare una squadra di questo tipo. Manca un po’ di esperienza ma ci può essere molta grinta e voglia di non mollare mai. Il nostro obiettivo resta comunque quello di andare a cogliere più punti possibili anche fuori casa». Oltre all’ottimo apporto della Moretti, coach Jordan Kroumov nella sfida contro il Rovigo potrà contare sulla verve di Ramona Aricò e della nazionale peruviana Carla Cotito Rueda, entrambe le schiacciatrici della Golem Palmi sono tra le prime 5 realizzatrici del Campionato di serie A2.

Per la sfida di Rovigo in programma oggi alle 18 la Lega nazionale di Serie A ha designato a dirigere l’incontro gli arbitri Lolli e Del Vecchio.

Sulla naturale vocazione e, quindi,  sul destino della nostra città, da sempre ci si interroga e si ragiona. Animate discussioni ed approfondite tesi  hanno contribuito, nel tempo, a determinare quella che oggi, pacificamente, possiamo riconoscere come vera identità sociale della nostra terra; una identità che, per le intrinseche peculiarità territoriali, altro non può essere se non marcatamente turistico-culturale. Infatti, a parte qualche isolata voce che vedrebbe Palmi quale centro economico o, peggio, anonimo paese di provincia, è innegabile che le vere -se non uniche-  risorse su cui investire per una concreta rinascita della nostra comunità, sono quelle turistiche e culturali appunto. Se finora, purtroppo, non si è stati assolutamente in grado di sfruttare le potenzialità di cui –per grazia divina- potremmo beneficiare, oggi sembra che si voglia addirittura andare nella direzione opposta alla tanto declamata vocazione turistica. Appare infatti inopportuna, per non dire dannosa, la recente ordinanza del Sindaco Barone (n.153 del 27.10.2015) con la quale si disciplinano gli “orari di propagazione musica negli esercizi commerciali”. Sostanzialmente, modificando la precedente regolamentazione, si impone a tutti gli esercizi commerciali il divieto di produrre musica, anche solo come trattenimento musicale interno,  in orari che oggettivamente possono ritenersi non notturni e, in ogni caso, non arrecanti danno alla quiete pubblica o privata. Segnatamente, l’ordinanza prevede che nel periodo che va dal 1 al 25 agosto le emissioni sonore non potranno superare le ore 01:00; nei rimanenti periodi dell’anno, invece, l’attività di trattenimento musicale –anche interna- non potrà sforare le ore 24:00 il sabato, le ore 23:00 la domenica e, si noti bene, le ore 22:00 dal lunedì al venerdì. Questo provvedimento rappresenta, a parere degli scriventi, una misura nefasta che potrebbe rappresentare un serio rischio non solo per i pochi esercenti, anche giovani, che hanno ancora la forza di investire per e nella propria terra, ma, ancor più grave, per l’intera città, che già oggi appare sulla via di un silenzioso spopolamento; soprattutto giovanile. Precisando che, comunque, qualsiasi produzione sonora debba effettuarsi nel massimo rispetto della normativa vigente, soprattutto in materia di inquinamento acustico, ci sentiamo di palesare tutto il nostro disappunto nei confronti della decisione  arbitrariamente assunta dal primo cittadino. Pertanto, proprio al fine di promuovere la revoca dell’ordinanza de quo, abbiamo chiesto la convocazione della commissione consiliare competente, in modo da poter attenzionare la problematica e sollecitarne positiva risoluzione. Se è vero, come è vero, che vanno adeguatamente tenute presenti “le esigenze dei cittadini residenti nelle aree del centro storico nelle quali ricadono la maggior parte dei locali pubblici e dei luoghi di ritrovo e trattenimento”, è altrettanto vero però, che Palmi non può e non deve assolutamente diventare un dormitorio!   Sono altre e ben diverse le iniziative che dovrebbero assumersi, e di sicuro, non –come questa- in netto contrasto  con la crescita dell’offerta turistico-ricettiva palmese. Se, infatti, è con queste scelte che si intende promuovere Palmi ed incentivare l’economia ed il turismo, considerato altresì che gli amministratori sono i medesimi da decenni, allora è facile comprendere perché la nostra c.d. vocazione turistica non ha mai trovato concreta valorizzazione.

 

                            Giuseppe Ranuccio; Pasquale Frisina; Gabriele Parisi

La costruzione del Nuovo Ospedale a Palmi segna un punto d'onore per l'impegno politico di tutto il comprensorio pianeggiano e dell'intera provincia di Reggio Calabria.

Le forze che si contrappongono alla realizzazione sono composite e tentano di nascondere dietro pretestuosi richiami altisonanti - dalla presunta mafiosità del sito alla immaginaria presenza di interessi  occulti - la reale volontà di dirottare in altri ambiti gli investimenti previsti per l'Ospedale palmese.

Ultimo in ordine di intervento è l'On. Michelangelo Tripodi che chiede la revoca del contratto di programma tra Regione Calabria e TECNIS per la costruzione dell'opera, in virtù del coinvolgimento del vertice della TECNIS  nell'indagine per gli appalti ANAS.

Una richiesta molto interessata che assume  i connotati dello sciacallaggio di chi cerca di approfittare di una situazione contingente, che nulla ha a che vedere con il contratto tra Regione e TECNIS, e che viene utilizzata per tentare di dare un colpo mortale al costruendo ospedale palmese, tutto a vantaggio di un investimento a favore dell'ospedale di Polistena.

Spiace moltissimo assistere a questo svilimento della funzione politica e di rappresentanza. La politica è chiamata a dare risposte ai problemi sanitari di tutto il comprensorio e non soltanto al sindaco di Polistena o di quanti altri speculano sulla salute della gente per bassi interessi  meramente elettorali.

Spiace dover ancora una volta prendere atto della inettitudine dell'amministrazione comunale palmese che, incapace di assumere un ruolo guida nella rivendicazione di una decorosa sanità per la Piana, finisce addirittura per presenziare sul palco delle proteste polistenesi, scorrettamente in contrasto alla costruzione del Nuovo Ospedale.

Nella visione del nuovo assetto generale della sanità della Piana, portata avanti dalla giunta regionale di centrosinistra, l'Ospedale di Palmi è complementare e non è alternativo all'Ospedale di Polistena. Le due strutture sono previste come reciprocamente integrative di un'offerta in grado di corrispondere alle esigenze sanitarie della popolazione, assicurando standard prestazionali di alto livello.

Chi fomenta una guerra tra poveri, chi si trastulla a sobillare un'autolesionistica contrapposizione tra Palmi e Polistena, chi pensa di far saltare tutto l'iter burocratico ed amministrativo per la realizzazione del nuovo ospedale, tradisce il mandato ricevuto e la fiducia accordatagli dalla popolazione che invoca tempi rapidi e risposte concrete.

Il nuovo Ospedale a Palmi è stato concepito come elemento integrativo di un nuovo, moderno ed efficiente  assetto della sanità comprensoriale e non permetteremo a nessuno  di giocare e speculare sulla pelle e sulla salute della popolazione.

Il PD chiama alla mobilitazione ed alla vigilanza sociale per scongiurare i reiterati tentativi di bloccare il già farraginoso iter per la costruzione della nuova struttura di cui c'è tanto bisogno.

Dr domenico solano

 

Tutto pronto per lo storico esordio casalingo della Golem Software Palmi che alle ore 18 di domenica 25 ottobre ospiterà le ragazze della Lilliput Settimo Torinese nell’incontro valevole per la seconda giornata del campionato di serie A2. Una sfida da vivere tutta d’un fiato e che la Golem cercherà di fare sua dopo i segnali positivi mostrati sette giorni fa contro la Saugella Monza.

«La scorsa settimana – spiega la schiacciatrice Ramona Aricò – abbiamo disputato una bella partita dimostrando di avere carattere e di possedere quelle doti necessarie per mettere in difficoltà le nostre avversarie. Abbiamo messo in campo un bel gioco, in particolare nel corso del primo e del terzo set, dimostrando in campo di essere una buona squadra. Dopo aver vinto il primo set, resta il rammarico di non aver portato a casa, davvero per poco, il terzo set, che avrebbe cambiato le sorti dell’incontro. Personalmente sono contenta della mia prestazione, 20 punti al mio esordio e top scorer del match è un bel risultato, ma voglio fare ancora di più per la squadra. Naturalmente tutto è possibile grazie all’immancabile apporto delle mie compagne».

Quella di domenica è una sfida tra due neopromosse, con la Golem Software Palmi in cerca di riscatto dopo la buona prestazione contro Monza che non ha portato però punti utili a smuovere la classifica e la Lilliput Settimo Torinese che ha fatto sudare le proverbiali sette camice al Forlì, nell’esordio casalingo terminato soltanto al tie-break.

La Golem è quindi chiamata a dare il meglio di se: «C’è la giusta tensione – prosegue Ramona Aricò – fatta di mille emozioni e sensazioni per uno storico esordio casalingo dove apriremo la stagione tra le mura amiche del nostro palazzetto. Sappiamo che la gente si aspetta tanto da noi dopo aver portato qui un traguardo così prestigioso come la serie A, faremo di tutto per non deludere il nostro pubblico». In questo senso il messaggio dalla potente schiacciatrice del Palmi è chiaro:«L’appello è rivolto al pubblico affinché riempia la palestra “Surace” di Palmi. Un po’ come è stato nei play off promozione dove la gente ha saputo caricarci e trascinarci alla vittoria. Sono state emozioni straordinarie che speriamo di poter rivivere a cominciare da domenica. Tutti insieme possiamo fare bene in questa storica serie A».

La sfida in programma domenica 25 ottobre alle ore 18 alla palestra provinciale “Mimmo Surace” di Palmi tra Golem Software Palmi - Lilliput Settimo Torinese sarà diretta dagli arbitri Spinnicchia e Guarneri.

 

Due soggetti C.F. di anni 28 e C.V. sono stati colti in flagranza di reato, in località “Scinà” del Comune di Palmi, dal personale in servizio presso il Comando Stazione Forestale di Sant’Eufemia d’Aspromonte, con la preziosa collaborazione dei volontari dell’Associazione C.A.B.S. (Comitato Contro la distruzione degli uccelli), intenti a svolgere una battuta di caccia illegale. In seguito ad appostamenti svolti dal personale del CFS con il supporto dei volontari del C.A.B.S., i due soggetti sono stati fermati ed identificati. Il fermo ha consentito di meglio definire i reati contestati. In particolare C.F., che materialmente imbracciava il fucile, durante l'abbattimento di un esemplare di Passer montanus, un uccello protetto dalla legge, filmato grazie agli appostamenti ,è risultato privo di licenza del porto d’armi ed è stato denunciato all’Autorità Giudiziaria per porto abusivo di arma da fuoco nonché per l’abbattimento di fauna protetta, mentre al C.V., proprietario dell’arma e della relativa licenza per detenerla, sono stati contestati oltre all’abbattimento di specie protetta in concorso, anche la omessa custodia di arma da fuoco. Il fucile da caccia ed il relativo munizionamento è stato sequestrato.

 

Nella mattinata di ieri martedì 20 ottobre i Carabinieri della Compagnia di Palmi, durante lo svolgimento di un servizio di controllo del territorio, hanno tratto in arresto MORABITO Carmelo, di anni 51 da Palmi, incensurato, per il reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti poiché trovato in possesso di un ingente quantitativo di droga.

Nello specifico i militari, a seguito di una perquisizione domiciliare effettuata presso la sua abitazione, insospettiti da alcuni automezzi in disuso parcheggiati nel giardino di casa, hanno esteso l’attività ispettiva ai suddetti veicoli al cui interno, abilmente occultato in un serbatoio per la raccolta  dell’acqua, è stato rinvenuto un quantitativo di sostanza stupefacente del tipo “hashish” per un ammontare complessivo di 160 chilogrammi.

Lo stupefacente, suddiviso in oltre 1.500 panetti già confezionati per la vendita “al dettaglio”, una volta immesso sul mercato avrebbe avuto un valore commerciale di circa 1.300.000 euro complessivi.

A quel punto per il proprietario dell’abitazione sono immediatamente scattate le manette e lo stesso, al termine delle formalità di rito, è stato associato presso la locale Casa Circondariale.

Le attività di indagini proseguono al fine di comprendere per conto di chi fosse custodito ed a chi fosse destinato l’ingente quantitativo di sostanza stupefacente rinvenuto.

La Golem Software Palmi non raccoglie punti ma è comunque positivo l’esordio nel campionato di serie A2. La matricola del campionato si trova a dover fronteggiare la corazzata Saugella Tema Monza, una delle favorite, secondo gli addetti ai lavori, per la vittoria finale del campionato. Le ragazze del Palmi non demeritano e fanno sudare freddo le padroni di casa conquistando il primo set. La svolta, dopo il secondo set vinto dal Monza, arriva nel terzo set con le calabresi che sfiorano l’1-2 che avrebbe cambiato le sorti dell’incontro. C’è rimpianto ma anche tanto di positivo da cui ripartire.

Da segnalare l’ottima prova di Ramona Aricò che con 20 punti a referto è risultata essere la top scorer dell’incontro. Bene anche la Rueda con 13 punti e Guidi e Moretti entrambe con 12 punti a referto, quindi La Rosa 5 e Speranza 1. Nel complesso è stata buona la prova offerta da tutto il gruppo, che ha visto protagoniste in campo anche la regista Moncada, il libero Quiligotti e la neo arrivata Bortolot, con le giocatrici che non si sono risparmiate sino all’ultimo punto.

«Le ragazze sono riuscite a mettere in campo la grinta determinante della finale play off della scorsa stagione. Questo è il dato dal quale dobbiamo ripartire» sono state le parole del Ds Cannatà, che ha aggiunto: «A volte una palla può determinare le sorti di un set e dell’incontro, così è stato per noi nel corso del terzo set sul 22/23. Resta comunque la convinzione di aver disputato un grande incontro e di aver messo paura ad una super corazzata come la Saugella. Crediamo fortemente nel valore della nostra squadra e possiamo prenderci belle soddisfazioni nel corso dell’anno. I play off, se giochiamo sempre al massimo delle nostre capacità e da protagonisti, sono alla nostra portata. Alcune sensazioni che ho letto negli sguardi delle ragazze mi fanno essere ottimista per il futuro». Chiosando: «E’ tempo di pensare al prossimo incontro che segna il debutto della Golem a Palmi. Ci aspettiamo il pubblico delle grandi occasioni che sappia spingere le ragazze alla conquista della vittoria».

La squadra è rientrata a Palmi nella mattinata di lunedì accompagnata dal direttore sportivo Piero Cannatà e dal Team Manager Franco Fazzello. Dopo aver osservato una giornata di riposo tornerà a lavoro nel pomeriggio di martedì alla palestra provinciale “Mimmo Surace” di Palmi, per preparare al meglio l’esordio casalingo contro la Lilluput Settimo Torinese sconfitta in casa per 3 a 2 dal Forlì. Lo staff tecnico mira a recuperare le due assenti contro la Saugella, la centrale Petkova, fuori per un leggero infortunio, e il capitano Ilaria Speranza, influenzata e in campo per pochi minuti, per avere a disposizione tutta la rosa nello storico match casalingo di domenica prossima dove sarà chiamato a fare la sua parte anche il pubblico di casa, che dovrà trasformarsi nell’uomo in più per spingere le ragazze della Golem alla conquista della vittoria.

 

TABELLINO:

 

Saugella Team Monza- Golem Software Palmi 3-1 (25-27, 25-19, 26-24, 25-13)

 

Saugella Team Monza: Candi 10, Zago 17, Bezarevic 14, Devetag 12, Dall’Igna 3, Dekany 19; Lussana (L). Mazzaro. N.E. Rimoldi, Visintini, De Stefani, Montesi. All. Delmati

 

Golem Software Palmi: Moncada, Rueda 13, La Rosa 5, Aricò 20, Moretti 12, Guidi 12; Quiligotti (L). Bortolot, Speranza 1. N.E. Tomaselli, Koleva, Barbagallo (L). All. Kroumov

Martedì 13 Ottobre 2015, in Palmi (Reggio Calabria), i Carabinieri traevano in arresto MIRAGLIA Angelo, di anni 24 da Palmi, e CARATOZZOLO Michele, di anni 37 da Palmi, entrambi già noti alle Forze dell'Ordine., per il reato di furto aggravato in concorso di energia elettrica, poiché entrambi, nelle rispettive abitazioni, bypassavano il misuratore di consumo dell’Azienda E.n.e.l., attingendo in maniera furtiva energia elettrica.

L'Amministrazione Comunale di Palmi ha conferito, nel corso di una cerimonia svoltasi nella Casa Comunale, una targa al Dott. Vincenzo Barone, noto farmacista della città, per la dedizione e la passione con cui ha coltivato la fotografia, leitmotiv dei suoi ultimi trent’anni.

Sulla targa ricordo, consegnatagli dal Sindaco Giovanni Barone, si legge: "A Enzo Barone, maestro di fotografia artistica e appassionato cinefilo, custode dei più importanti eventi cittadini".

E’ indubbio, infatti, che Enzo Barone sia il custode di tutte le manifestazioni che si sono tenute a Palmi negli ultimi trent’anni: l'archivio video-fotografico di Vincenzo Barone costituisce oggi la memoria storica della Città. Il Sindaco ha ricordato, fra le sue gesta, le riprese della Varia realizzate, per la prima volta, da un elicottero che volava a bassissima quota e che hanno consentito di realizzare un video che ha contribuito all’assegnazione del riconoscimento UNESCO all’importante manifestazione cittadina. Il Sindaco ha sottolineato come "Barone sia uno di quei cittadini che, senza nulla chiedere, si è sempre reso disponibile e ha messo le sue capacità al servizio della città per riprendere e documentare tutti gli eventi svoltisi a Palmi, e non solo. Non abbiamo la disponibilità - ha proseguito il Sindaco rivolgendosi all’artista - per ricompensarti della Tua operosità, la Tua opera è impagabile e questa targa vuole essere un gesto di stima e di affetto, oltre che un riconoscimento.” Un emozionatissimo Enzo Barone ha ricevuto commosso la targa e, ringraziando, ha dichiarato che “vale più di mille premi in denaro”.

Il Sindaco ha ricordato, infine, l’importante contributo dato con la mostra fotografica al Palazzo della Provincia di Reggio Calabria, dove Barone ha tenuto una sua personale dal titolo “Il giro del mondo in 100 scatti”.

La Dott.ssa Garipoli, responsabile del settore cultura del Comune, elogiandone il lavoro svolto, ha puntualizzato come Barone si sia adoperato a "documentare" tutti gli eventi, i premi e i concorsi realizzati dall'Amministrazione Comunale sempre a titolo “gratuito".

Il consigliere Antonino Randazzo, nel congratularsi con Barone, ha constatato che la sua opera restituisce memoria alla Città.

Presenti al conferimento della targa anche il Presidente del Consiglio Gaetano Muscari e il Presidente del Comitato Varia Dott. Giuseppe Randazzo, i quali hanno voluto rimarcare il successo riscosso all'Expo, durante la settimana del protagonismo calabrese, dal video ufficiale della Varia 2014 e dei Giganti, realizzato da Barone, che è stato continuamente trasmesso presso lo stand della Regione Calabria.

Il Vicepresidente del Consiglio Carmelo Ciappina, nel complimentarsi con Vincenzo Barone, ha menzionato i molti premi e riconoscimenti tributatigli negli anni per le fotografie scattate, anche in giro per il mondo, non ultimo il primo premio nella sessione “Colore” al Concorso Fotografico Nazionale “5^ trofeo Città di Luzzi” e al “Gran Premio Calabria” quale migliore Autore Calabrese.

La passione per la fotografia ha portato Barone ad incorporarsi con la sua fotocamera e ciò gli ha consentito di essere sempre pronto allo scatto, riuscendo a catturare immagini irripetibili.  Il repertorio di Barone si estende oltre i pur significativi eventi e manifestazioni della Città di Palmi, comprendendo memorabili scenari paesaggistici e intensissimi ritratti, anche di nudo artistico. L’innata passione per il reportage è stata la chiave con cui ha aperto al mondo la porta che custodiva la vita quotidiana dei popoli e dei Paesi che ha visitato.

Le sue fotografie, esposte nelle mostre di tutto il mondo, dal Giappone all'Argentina, sono l’orgoglio di Palmi, fiera di averlo suo cittadino e di potergli pubblicamente conferire un riconoscimento per la sua grande passione.

A Palmi c'è una nuova centenaria: Chiara Bruzzese ha raggiunto il secolo di vita.

Circondata dai suoi familiari, la signora Bruzzese è stata festeggiata anche dall'Amministrazione Comunale.

Il Consigliere Antonio Papalia ha portato in dono un mazzo di rose rosse a nome dell'Assemblea cittadina, nel mentre il Sindaco Giovanni Barone ha consegnato una medaglia commemorativa.

“I nostri anziani – ha detto Barone – sono una risorsa straordinaria per la Città, perchè portano con sé l'esperienza e la memoria degli anni e della piccola grande storia di ciascuno di loro. Quando poi si raggiunge l'ambizioso e non comune traguardo dei 100 anni, la comunità rende per il tramite delle Istituzioni un doveroso omaggio. È emozionante condividere questo momento di gioia, che rappresenta un vero e proprio alla vita”.

I Più Letti della Settimana

Bingo sites http://gbetting.co.uk/bingo with sign up bonuses