20082019Mar
Aggiornato ilMar, 20 Ago 2019 11am

Riscuotevano pensione defunti, 2 denunce

Pubblicato in CALABRIA CRONACA
22 Maggio 2019
  • dimensione font riduci dimensione font riduci dimensione font aumenta la dimensione del font aumenta la dimensione del font

Riscuotevano indebitamente da molti anni la pensione, rispettivamente della madre e della suocera entrambe decedute, e uno di loro aveva anche presentato domanda per la percezione del reddito di cittadinanza ottenendo un ammontare complessivo di oltre 1.300 euro mensili. Due persone sono state denunciate per truffa ai danni dell'Inps dal Nucleo Gruppo tutela spesa pubblica della Guardia di finanza di Catanzaro che, su delega della Procura, ha sequestrato loro denaro, beni e attività finanziarie per 184 mila euro.
    In tutti e due i casi, i responsabili della truffa avevano omesso di comunicare la morte il primo della madre deceduta nel 2005 continuando a prelevare ogni mese le relative somme dal libretto postale di cui era cointestatario e arrivando a incassare indebitamente circa 84 mila euro e il secondo della suocera morta nel 1998 arrivando a riscuotere fraudolentemente, dopo averne certificato l'esistenza in vita, per oltre 20 anni, oltre 100 mila euro di erogazioni pensionistiche.

Ultima modifica il Mercoledì, 22 Maggio 2019 12:26

I Più Letti della Settimana

Bingo sites http://gbetting.co.uk/bingo with sign up bonuses