16112019Sab
Aggiornato ilSab, 16 Nov 2019 9am

Il maltempo è tornato. Da ieri infatti la Calabria è stata colpita da violenti temporali , grandine, fulmini e raffiche di vento, soprattutto nella zona centro meridionale. Nella Piana per esempio diversi disagi a causa del vento che ha fatto cadere alberi e provocato danni ad alcune abitazioni. A Reggio, a causa delle forti piogge si sono verificati allagamenti soprattutto nelle zone periferiche. Centinaia di chiamate al centralino, con tutte le squadre impegnate per rispondere a chiamate per allagamenti, tegole pericolanti, alberi caduti. Disagi per la circolazione stradale.

Una triste storia arriva da Fagnano Castello nel cosentino dove una trentaseienne incinta, che si trovava sola in casa, ha partorito sul proprio divano in attesa di soccorsi. Il compagno immediatamente avvertito, era fuori per lavoro, tornato di corsa, ha provato a seguire le indicazioni telefoniche fornite dai dottori del 118 in arrivo. La giovane sarebbe svenuta mentre stava espellendo il feto ed avrebbe partorito senza essere del tutto cosciente. Una volta giunto sul posto l’elisoccorso, all'arrivo gli operatori avrebbero trovato la donna riversa nel sangue ed il neonato privo di vita. Sull'accaqduto la Procura di Cosenza ha aperto un fascicolo per delineare le cause del decesso del nascituro e capire se la morte sia avvenuta prima o dopo il parto della donna, al nono mese di gravidanza. Sul corpo del piccolo è stata disposta l’autopsia e solo quando la salma sarà dissequestrata potranno essere celebrate le esequie. La madre resta invece ricoverata nel reparto di ginecologia dell’Ospedale di Cosenza. Le sue condizioni sono stabili e l’emorragia in corso al momento del ricovero sembrerebbe sia stata fermata.

Questa mattina all'interno di un negozio sul corso Garibaldi di Reggio Calabria, è stato rinvenuto il cadavere di un ragazzo. A fare la terribile scoperta un parente, che arrivato sul posto di lavoro e non ricevendo alcuna risposta dopo aver bussato insistentemente, ha così allertato i vigili del fuoco che una volta entrati hanno rinvenuto il corpo senza vita. Il ragazzo, un parrucchiere 30enne, si sarebbe suicidato impiccandosi. Intervenuti sul posto le forze dell'ordine e i sanitari del 118 che purtroppo non hanno potuto far altro che constatare il decesso.

Nel pomeriggio di ieri i militari locale tenenza hanno tratto in arresto per i reati di maltrattamenti in famiglia e tentata estorsione, India Sathia Forastefano. La donna trentatreenne disoccupata residente a Cassano allo Ionio già nota alle forze dell’ordine è stata arrestata nelle propria abitazione. Forastefano pare infatti che nella casa in vive in via Mazzini stesse minacciando e pestando la madre 52enne. A sollecitare l’intervento delle forze dell’ordine una telefonata che ha allertato i militari sul violento litigio in corso. I carabinieri intervenuti sul posto hanno sorpreso la trentatreenne mentre stava picchiando la madre nel tentativo di obbligarla a consegnarle quaranta euro. L’arrestata, espletate le formalità di rito. è stata tradotta presso casa circondariale di Castrovillari in attesa di giudizio

Continuano le ricerche della giovane ventenne scomparsa da più di una settimana in Calabria, a Bisignano. La nuova attività di ricerca effettuata nella giornata di ieri dai carabinieri del Comando provinciale di Cosenza, purtroppo non ha portato nessuna novità. E' stata controllata minuziosamente la zona del fiume Crati e le aree rurali di Bisignano. Grande preoccupazione nella famiglia della ragazza. Secondo gli investigatori, dalle indagini non sarebbe emerso alcun elemento che possa fare pensare ad un omicidio. La Procura della Repubblica di Cosenza ha aperto un fascicolo sulla scomparsa di Alexandra Roxana Radac in cui, allo stato, non ci sono indagati. Una denuncia contro ignoti per sequestro di persona. Sul caso gli inquirenti mantengono il massimo riserbo.

 


  I finanzieri del Comando provinciale di Cosenza hanno sequestrato, sulla costa tirrenica, una discarica abusiva in cui sono state trovate bombole di gas, bottiglie in plastica e vetro, alluminio, bidoni di carburante vuoti, resti di autovetture abbandonate e materiali ferrosi in avanzato stato di ossidazione. Con una serie di appostamenti i finanzieri hanno individuato i mezzi di una ditta che depositava i rifiuti. Il responsabile ed il proprietario del terreno sono stati denunciati.

Alexandra Roxana Radac, è una ragazza 20enne romena residente a Bisignano da qualche anno insieme alla famiglia. La ragazza è scomparsa da casa da una settimana. I genitori hanno immediatamente lanciato l'allarme, escludendo che si possa trattare di un allontanamento volontario, in quanto la ragazza non ha portato con sè nessun oggetto e anche perchè sembra che la giovane stesse vivendo un periodo particolarmente sereno e felice dopo aver trovato lavoro. I militari della locale stazione coadiuvati dalla cinofila, dai vigili del fuoco e da un elicottero in uso all’arma dei carabinieri hanno setacciato le zone limitrofe al centro storico di Bisignano sino a spingersi nelle aree rurali.  Inoltre sono stati perquisiti diversi casolari abbandonati, ma purtroppo non è stato trovato nessun indizio che possa essere utile nel ritrovamento della giovane. I militari stanno ascoltando parenti, amici e conoscenti della ragazza per capire che cosa possa essere accaduto alla ventenne romena.

Un incidente si è verificato questa mattina intorno alle ore 07:30, sulla statale 106 Jonica, nel Comune di Cutro. Nel sinistro sono rimaste coinvolte due autovetture, tre le persone ferite, di cui una intrappolata tra le lamiere. Intervenuti i vigili del Fuoco che hanno estratto la persona incastrata dall’abitacolo. Tutti i feriti sono stati trasportati d’urgenza all’ospedale di Crotone. La strada statale 106 è stata quindi interdetta al transito fino alla messa in sicurezza dell’intera zona interessata. Sul posto è intervenuta anche la Polizia Stradale per i rilievi e gli accertamenti sulla dinamica.

Dopo gli ultimi raggi di sole di settembre, il temuto maltempo sembra essera arrivato. Come previsto il Sud Italia è stato colpito da ingenti precipitazioni atmosferiche. Pioggia intensa lungo tutta la fascia ionica calabrese. Nei comuni di Corigliano e Rossano, colpiti dal nubifragio il 12 agosto scorso, c'è parecchia apprensione a causa del maltempo. I sindaci dei due comuni hanno rivolto un appello alla massima prudenza. Pioggia intensa anche a Reggio Calabria e nella locride.  In particolar modo allagamenti si sono verificati nell'ospedale di Melito Porto Salvo e nel cimitero di Lazzaro a Motta San Giovanni provocando disagi. I vigili del fuoco del comando provinciale di Reggio Calabria hanno effettuato un centinaio di interventi per far fronte ai problemi causati dal maltempo. Gli interventi hanno riguardato allagamenti di scantinati, il soccorso di alcuni automobilisti rimasti bloccati e la rimozione di alberi e cartelli caduti sulle strade. Da ieri sera le temperature hanno subito una brusca riduzione. Anche parte della Sicilia orientale è stata vittima di violenti piogge che hanno provocato diversi allagamenti. Ad Augusta sono caduti 160mm di pioggia in pochi minuti e la situazione è drammatica mentre continua a diluviare. Nubifragio pauroso anche a Catania con oltre 60mm di accumulo in centro città. Diluvia anche nel Messinese e a Siracusa. 

Beni mobili e immobili, liquidità finanziarie e quote societarie per 200 mila euro sono state sequestrate dalla Guardia di finanza di Reggio Calabria a due commercianti operanti uno nel settore delle calzature e l'altro nella rivendita di auto e motoveicoli. I due esercenti, della provincia reggina, a seguito di una verifica della loro posizione fiscale, sono stati ritenuti responsabili di omesso versamento e dichiarazione Iva. Il sequestro dei beni è stato fatto per equivalente.

I Più Letti della Settimana

Bingo sites http://gbetting.co.uk/bingo with sign up bonuses