24092018Lun
Aggiornato ilDom, 23 Set 2018 10pm

È stato presentato questa mattina in conferenza stampa a palazzo San Nicola, a Palmi, il programma della prima edizione della Festa Europea della Musica, evento che si svolgerà a Palmi al Teatro all'Aperto di località Motta il 21 Giugno prossimo, a partire dalle 19e30.

 

L'evento è promosso ed organizzato dalla Icarus Factory, casa di produzione indipendente, patrocinato da Mibact, S.I.A.E., A.I.P.F.M. e Comune di Palmi. La direzione artistica è affidata a Marco Suraci. 

 

 

La sua rilevanza a livello nazionale ha fatto sì che la Festa Europea della Musica di Palmi venisse inserita nell'agenda degli eventi dell'Anno Europeo del Patrimonio 2018 voluto dalla Commissione e dal Parlamento Europeo, dal Consiglio dell'Unione Europea, Comitato Europeo delle Regioni e dal Comitato Economico e Sociale Europeo, e promosso dal Mibact. La musica fa parte del patrimonio intangibile di un popolo, di una cultura, un bene che va scoperto, divulgato e tutelato, e per questo motivo la manifestazione di Palmi, che ha come scopo quello di divulgare per far conoscere diversi generi musicali, è stato inserito in Agenda.

 

 

L'evento sarà presentato dall'attrice Giulia Zeetti; tanti gli ospiti della serata, a partire da Interiors e Gianfranco De Franco che porteranno una prima nazionale, Massimo Garritano, Caterina Riotto, i Trio's, Ilenia Surace Duo, Takabùm Street Band, e Dj Mbatò.

 

 

La PPM - Piana Palmi Multiservizi metterà a disposizione le navette per e dal Teatro, con partenza da Piazza Amendola alle 19 ed alle 19e15. Il costo dell'ingresso è di 7 euro ed i biglietti potranno essere acquistati al botteghino al Teatro, a partire dalle ore 16 del 21 Giugno. 

 

 

L'evento è sponsorizzato da "be2be - Business Solution", Luigi Muratore dal 1935, Farmacia Galluzzo, Concessionaria Vadalà, In un Angolo di Mondo, Il Regalo e supportato dalla PPM - Piana Palmi Multiservizi, con una partecipazione del Comune di Palmi. 

 

 

Alla conferenza stampa erano presenti gli assessori Raffaele Perelli (Assessore alla Cultura) e Wladimiro Maisano (Assessore alla Cultura), ed il direttore artistico della manifestazione Marco Suraci.

 

 

"L'estate palmese non poteva essere aperta da evento migliore - ha detto l'assessore Perelli - Dietro l'organizzazione di questa manifestazione c'è un gran lavoro di squadra che ha coinvolto il mio assessorato, quello dell'assessore Maisano e naturalmente il direttore artistico dell'evento, Marco Suraci, il quale lavora con passione e professionalità".

 

 

"La Festa Europea della Musica si inserisce a pieno titolo tra le manifestazioni che questa amministrazione ha sposato - ha aggiunto l'assessore Maisano - Abbiamo provveduto a risistemare e adeguare il Teatro all'Aperto, il luogo ideale per eventi come questo e mi auguro che in futuro la struttura possa essere sede di manifestazioni così importanti".

 

 

"Desidero ringraziare gli assessori Maisano e Perelli, nonché il sindaco e tutti coloro che hanno reso possibile l'organizzazione di questo importante evento - ha detto Marco Suraci, direttore artistico della Festa Europea della Musica 2018 - La serata sarà scandita da suoni di generi diversi, avremo anche una prima nazionale, quella degli Interiors vs Gianfranco De Franco, e delle voci di cantanti palmesi. Vi aspetto numerosi al Teatro".

Nel corso di un servizio di controllo del territorio eseguito nei giorni scorsi, che ha visto impiegate oltre 200 pattuglie delle Compagnie di Gioia Tauro, Taurianova e Palmi, sono state controllate complessivamente 746 persone e 523 veicoli, eseguite 42 perquisizioni domiciliari e personali, e elevate sanzioni per violazioni delle norme sulla circolazione stradale per oltre 10 mila Euro.

I militari della Compagnia di Gioia Tauro, coadiuvati dal Nucleo Cinofili di Vibo Valentia, hanno passato al setaccio delle abitazioni alla ricerca di armi e sostanze stupefacenti. In un terreno abbandonato in contrada Petrulluso di Rosarno hanno rinvenuto 5 semenzai in polistirolo con all’interno oltre 1000 piantine di canapa indiana, non in stato vegetativo, che sono state sequestrate e saranno successivamente trasmesse al RIS di Messina per le analisi del caso. A Rizziconi, invece, la Stazione ed i militari dello Squadrone Eliportato Cacciatori Calabria hanno rinvenuto, all’interno del cortile di un’abitazione disabitata, 14 piante di canapa indiana della varietà “cannabis indica” dell’altezza media di 30 cm circa in perfetto stato vegetativo, che sono state campionate e sottoposte a sequestro penale.

I Carabinieri della Compagnia di Taurianova hanno arrestato – in esecuzione all’ordine di carcerazione emesso dalla Procura della Repubblica di Palmi – FORIGLIO Domenico, 32enne, pregiudicato di Cinquefrondi, già affidato in prova, in atto recluso presso la Casa Circondariale di Reggio Calabria–Arghillà, per violazione delle norme dei soggetti affidati in prova, accertate in data 21 maggio u.s..

Il GIP di Palmi, ad esito dell’udienza di convalida tenuta in data odierna, ha disposto la liberazione di Antonino Papasergio e Annalisa Spirlì, tratti in arresto l’1 giugno a seguito di una perquisizione eseguita all’interno dell’abitazione in esito alla quale era stato rinvenuto un quantitativo di stupefacente leggero.

La decisione giunge all’esito dell’udienza di convalida, nella quale il Papasergio precisava che lo stupefacente rinvenuto fosse destinato ad un occasionale uso personale, suo esclusivo.

I due pertanto, difesi dagli Avv.ti Davide Vigna e Carlo Bonaro, sono stati rimessi in libertà per assenza di elementi certi dai quali desumere la sussistenza dell’ipotesi di reato posto che, come rilevato dagli stessi legali, lo stupefacente risultava non occultato, né suddiviso in dosi, né accompagnato dalla presenza di strumenti atti al confezionamento ovvero di altri elementi idonei a far presumere che la sostanza fosse destinata allo spaccio.

Nel pomeriggio di ieri, personale della Polizia di Stato in servizio presso il Commissariato di P.S. di Gioia Tauro impegnato in servizi di polizia volti alla prevenzione ed alla repressione del traffico e dello spaccio di sostanza stupefacenti, hanno arrestato in flagranza di reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente PAPASERGIO Antonio classe ’77 e SPIRLI’ Annalisa classe ’74, coniugi, residenti in Palmi. L'attività di polizia è iniziata nella mattinata di ieri, allorquando gli agenti hanno effettuato una perquisizione presso il domicilio della coppia. Nel corso delle ricerche, è stata rinvenuta una tavoletta di hashish del peso complessivo di 54 grammi, ed altri quattro involucri, confezionati separatamente, contenenti rispettivamente 0,59 grammi, 2 grammi, 0.73 grammi e 0,86 grammi di cannabis indica essiccata. Le analisi di laboratorio sul materiale rinvenuto, effettuate presso i laboratori della Polizia Scientifica, hanno confermato la natura della sostanza stupefacente ragion per cui l’uomo e la donna sono stati arrestati per il reato di detenzione di sostanza stupefacente ai fini di spaccio. Al termine delle incombenze operative, come disposto dall’Autorità Giudiziaria competente, i due sono stati sottoposti agli arresti domiciliari.

Il Teatro all'Aperto di località Motta a Palmi sarà la location che ospiterà la Festa Europea della Musica, evento in programma nella città di Francesco Cilea il prossimo 21 Giugno a partire dalle 19:30. 

 

Un evento, questo, promosso ed organizzato dalla Icarus Factory, casa di produzione indipendente, patrocinato da Mibact, S.I.A.E., A.I.P.F.M. e Comune di Palmi.

 

 

La sua rilevanza a livello nazionale ha fatto sì che la Festa Europea della Musica di Palmi venisse inserita nell'agenda degli eventi dell'Anno Europeo del Patrimonio 2018 voluto dalla Commissione e dal Parlamento Europeo, dal Consiglio dell'Unione Europea, Comitato Europeo delle Regioni e dal Comitato Economico e Sociale Europeo, e promosso dal Mibact. La musica fa parte del patrimonio intangibile di un popolo, di una cultura, un bene che va scoperto, divulgato e tutelato, e per questo motivo la manifestazione di Palmi, che ha come scopo quello di divulgare per far conoscere diversi generi musicali, è stato inserito in Agenda.

 

 

Molte le sorprese in programma, a partire dagli ospiti, tutti musicisti di un certo spessore che con i loro repertori contribuiranno a rendere ancora più interessante e viva la serata.

 

 

Intanto lo scorso 21 Maggio si sono chiuse le iscrizioni alla Festa per i gruppi ed i solisti, e la direzione artistica è a lavoro per selezionare le migliore proposte giunte attraverso il form sul sito dedicato alla Festa.

 

 

L'evento è sponsorizzato da "be2be - Business Solution", Luigi Muratore dal 1935, Farmacia Galluzzo, Concessionaria Vadalà, In un Angolo di Mondo, Il Regalo e supportato dalla PPM - Piana Palmi Multiservizi) che metterà a disposizione le navette per il Teatro), con una partecipazione del Comune di Palmi. 

 

 

Vi aspettiamo numerosi per godere insieme di questo Inno alla Gioia! 

 

Riceviamo e pubblichiamo

Un'esperienza intima, spirituale, un confronto aperto e senza barriere. Questo il bilancio per gli studenti dell'istituto professionale Industria e Artigianato "Luigi Einaudi" di Palmi, dell'incontro con il vescovo mons. Francesco Milito.


Il pastore della diocesi di Oppido Palmi nell'aula magna dell'Istituto è riuscito a catturare l'attenzione dei ragazzi, raccontando le sue esperienze da adolescente e da scolaro e ha dato vita a quello che è diventato un dialogo fecondo.


Alcuni studenti hanno aperto il loro cuore al vescovo, hanno raccontato esperienze personali, problemi, dubbi e situazioni derivanti dall'età e dal contesto familiare e si sono fatti incoraggiare dalle parole di monsignor Milito.


La dirigente scolastica Carmela Ciappina, insieme a uno degli alunni, Angelo Tripodi, ha fatto poi visitare al vescovo i laboratori in cui sono stati realizzati tanti lavori che in questi anni hanno consentito alla scuola di vincere importanti premi a livello nazionale.


"Incontri come questi sono davvero importanti per gli studenti - ha dichiarato la preside Ciappina - perché riescono a superare la barriera delle apparenze e scavano a fondo nell'anima dei ragazzi. La nostra scuola ha il pregio di fornire una formazione che consente di entrare subito dopo il diploma nel mondo del lavoro ma non può accontentarsi di questo aspetto, trascurando le individualità, i sogni e le fragilità di ogni alunno. Siamo grati al vescovo Milito per aver dedicato una giornata alla nostra scuola e per averci profondamente arricchito con le sue parole, il suo esempio ed i suoi atteggiamenti".

In occasione del 9 maggio, giorno in cui in tutti gli Stati dell’Unione si celebra la giornata dell’Europa, che ricorda la Dichiarazione di Schuman, rilasciata nel 1950 dall'allora Ministro degli Esteri francese, considerata come il primo discorso politico ufficiale su una nuova forma di cooperazione politica per l’Europa e che diede inizio al processo di integrazione europea, il Presidente del Consiglio comunale di Palmi, Salvatore Celi, insieme al Sindaco della Città, Giuseppe Ranuccio hanno organizzato la “Festa dell’Europa” a Palmi, che si terrà il 9 maggio presso la Villa comunale Mazzini (in caso di pioggia, l’evento si sposterà presso la Sala Consiliare del Comune di Palmi).
Il Sindaco Ranuccio dichiara: “Dopo oltre un lustro, a Palmi si torna a celebrare la “Festa dell’Europa”, sintomo di come questa Amministrazione pone al centro della propria azione amministrativa i principi dell’Unione. La tematica di quest’anno sarà “I Giovani e l’Europa”, dove i protagonisti saranno i ragazzi”.
Difatti, Grazie al supporto dell’Assessore alla Pubblica Istruzione, Wladimiro Maisano, l’evento vede come protagoniste le classi III e IV dei due licei cittadini: Liceo Pizi e Liceo Alvaro. La collaborazione dell’Assessore alle Politiche comunitarie, Consuelo Nava, permetterà di incentrare la discussione sulla programmazione dell’Unione ed i giovani.
Oltre al Sindaco della Città di Palmi, Giuseppe Ranuccio ed ai due assessori, Nava e Maisano, porterà i propri saluti l’On. Armando Veneto, già Europarlamentare. Interverranno inoltre: Claudio Di Maio, docente di Diritto e Politiche dell’UE dell’Università di Roma 3, che tratterà il tema “I Giovani e la cittadinanza europea; Alberto De Capua, protettore delegato per l'orientamento dell’Università di Reggio Calabria che si occuperà di “Giovani e l'Erasmus”; Giuseppe Campisi, funzionario Regione Calabria che esporrà l’argomento relativo ai “Giovani e le politiche attive in Calabria”; Giancarlo Catanea e Pasquale Siciliano, Presidente e Segretario dell’Associazione Just for Europe, che esporranno ai giovani le opportunità di finanziamento europee.
Questo incontro segue quello organizzato qualche mese fa, sempre dalla Presidenza del Consiglio, sul Rosatellum Bis. Il Presidente Celi: “Continua il percorso di partecipazione politica che la Presidenza ha inteso intraprendere al fine di riavvicinare i cittadini alla vita politica che li circonda. Con il Sindaco, abbiamo voluto fortemente questo evento per riportare il concetto di Europa a Palmi, ponendo al centro i ragazzi ed informandoli delle opportunità che offre l’Unione, nella speranza di coltivare i valori ed i principi europei tra i nostri giovani.”

 

“Leggendo i quotidiani locali degli ultimi giorni, purtroppo, si apprende una ricostruzione falsa di quanto avvenuto in occasione dell’ultimo consiglio comunale, quello del 28 febbraio.
Ancora una volta infatti, siamo costretti a intervenire per rendere onore alla verità dei fatti, che si sono verificati in maniera nettamente diversa rispetto a quanto invece artificiosamente raccontato dal consigliere Ippolito.
Segnatamente, dopo aver approvato il primo bilancio dell’amministrazione Ranuccio, una programmazione che, viste le ristrettezze economiche punta al decoro urbano, alla manutenzione ordinaria e straordinaria delle nostre scuole, delle strade, del nostro patrimonio, del nostro territorio, questioni di primaria importanza per la nostra città, si è passato all’esame delle mozioni presentate dal consigliere Ippolito.
Con riferimento alla mozione che sostanzialmente proponeva di revocare la delibera di aumento delle tariffe idriche (adottata già prima del nostro insediamento), è bene precisare come il sindaco ha espressamente invitato il consigliere Ippolito a partecipare a un tavolo tecnico per affrontare e discutere di tale possibilità, atteso che per quanto ci risulta non è praticabile adottare tale soluzione nell’immediato. Se il consigliere di minoranza avesse avuto a cuore il bene della comunità e quindi dei cittadini, evidentemente avrebbe dovuto accettare la proposta del sindaco, sedersi al tavolo e mostrare a tutti come la sua proposta fosse realmente attuabile, sotto il profilo amministrativo e finanziario. Così non è stato, a dimostrazione del fatto che la mozione era una semplice trovata populista, che altro scopo non aveva se non quello di provare ad illudere i cittadini e screditare questa maggioranza che invece, come già detto, rivedrá le tariffe in occasione dell’approvazione del prossimo bilancio del consorzio.

Con riferimento alla mozione che portava il comune di Palmi ad iscriversi all’anagrafe antifascista, proposta dal consigliere Ippolito, la ricostruzione emersa è oltremodo faziosa e non veritiera. La proposta infatti, emendata dalla maggioranza, che nell’occasione ha ritenuto utile e doveroso ripudiare ogni forma di totalitarismo e condannare tutte le violenze e le violazioni dei diritti umani, è stata incredibilmente bocciata dal consigliere Ippolito, che l’aveva proposta, sol perché, a suo dire, non sarebbe giusto mettere sullo stesso piano fascismo e comunismo.
Sorvolando sulle ricostruzioni storiche che, come noto, vedono entrambe le forme di dittatura protagoniste di crimini inenarrabili, è chiaro come ancora una volta emerga in maniera palese il metodo strumentale e sicuramente non costruttivo con il quale il circolo Armino intende condurre il proprio mandato politico.
La condotta parziale e tendenziosa, che peraltro ha portato il consigliere Ippolito a votare contro il bilancio per presunti motivi formali e non per le scelte di merito, evidenzia ogni giorno di più la pochezza contenutistica dell’azione politica del circolo Armino.
Alla luce dei tanti e gravi episodi dai quali emerge la falsità e la faziosità delle esternazioni del circolo, che mirano allo stravolgimento della realtà, sarebbe opportuno che ciascun cittadino, al di là dell’appartenenza politica, in futuro, verificasse l’attendibilitá di tali esternazioni, anche ai fini della tutela dell’immagine della città stessa.
In conclusione, invitiamo il consigliere di minoranza, pur nel rispetto del suo ruolo di demolitore e denigratore dell’operato altrui, a voler essere quantomeno rispettoso dei fatti storici.
Con il passare del tempo infatti, la città sta valutando chi si impegna quotidianamente per far ripartire la nostra terra e chi, invece, ha come unico obiettivo quello di tentare di mistificare la realtà, offendendo la realtà dei fatti appunto ma soprattutto l’intelligenza dei cittadini palmesi.

 

I consiglieri comunali di maggioranza”

I Carabinieri della Compagnia di Palmi (RC) e della Stazione di Castellace di Oppido Mamertina (RC), unitamente a quelli del Nucleo Investigativo del Gruppo di Gioia Tauro (RC), hanno arrestato BARCA Maria Giuseppina cl 55, originaria e domiciliata a Castellace di Oppido Mamertina (RC), per l’omicidio del marito CUTRÌ Rocco cl 47.

Secondo quanto è emerso nel corso delle indagini avviate nell’immediatezza del fatto -  coordinate personalmente dal Sostituto Procuratore della Procura della Repubblica di Palmi (RC), dott. Ignazio Vallario, intervenuto sul posto - e concentrate sulla ricostruzione delle ultime ore della vittima, l’uomo avrebbe trascorso la giornata a casa con la moglie che, verosimilmente per rancori e dissapori maturati negli anni a seguito della morte del figlio Domenico, ucciso nel 2008 a Sinopoli (RC) a seguito di una lite per futili motivi, avrebbe aggredito il marito nel primo pomeriggio, mentre questo dormiva, colpendolo alla testa con una roncola. Le ferite riportate non hanno lasciato alcuno scampo al CUTRÌ, che è deceduto prima dell’arrivo dei sanitari allertati dal figlio, resosi per primo conto dell’accaduto.

La vittima, nota ai Carabinieri per la vicinanza alla cosca “ALVARO-VIOLI-MACRÌ”, era il suocero di ALVARO Carmine cl ’53 detto “u cuvertuni”, affiliato di spicco del predetto gruppo criminale, il cui spessore criminale è emerso nell’ambito delle indagini susseguitesi sul sodalizio criminale sin dagli anni ‘80 con l’indagine “PRIMA”, tanto da scontare la condanna per associazione di tipo mafioso in regime detentivo speciale (art. 41-bis dell’ordinamento penitenziario).

La roncola verosimilmente utilizzata per colpire a morte CUTRÌ, sporca di sangue e compatibile con le ferite rilevate sul cadavere, è stata rinvenuta dai militari nel giardino di una casa disabitata vicina all’abitazione dei CUTRÌ.

 La donna, che al termine delle formalità di rito è stata tradotta presso la casa circondariale di Reggio Calabria “San Pietro”, dovrà ora spiegare agli inquirenti il motivo del gesto.

Ieri, personale del Commissariato di P.S. di Palmi ha notificato la misura cautelare del divieto di avvicinamento ai luoghi frequentati dalla persona offesa, emessa dall’Autorità Giudiziaria di Palmi nei confronti di un uomo di 34 anni residente a Palmi. L’uomo ha più volte aggredito verbalmente e fisicamente la propria moglie, una donna di 31 anni, colpendola con schiaffi, spintonandola e maltrattandola. Le aggressioni, sia fisiche che psicologiche, sono perdurate anche durante le gravidanze della donna e, successivamente, anche in presenza dei tre figli ancora minori. Tra le condotte vessatorie compiute, l’uomo per un lunghissimo periodo di tempo ha vietato alla ex-moglie di frequentare la madre e, addirittura, di uscire di casa. In più di un’occasione, la donna è stata minacciata dal marito, anche in modo grave. L’attività degli investigatori della Polizia di Stato ha consentito di ottenere gli indizi sufficienti affinchè l’Autorità Giudiziaria potesse emettere l’attuale dispositivo che, di fatto, vieta all’uomo di avvicinarsi ai luoghi solitamente frequentati dalla ex-moglie, pena l’immediato arresto. Il personale della Polizia di Stato che sta curando questo delicato e particolare intervento ha fornito alla donna tutte le necessarie tutele ed informazioni per salvaguardare se stessa ed i figli durante questo “dramma familiare”. Si racconta, purtroppo, l’ennesimo caso di violenza domestica che, troppe volte, risulta difficile da contrastare se le donne non assumono consapevolezza e non denunciano.  

Ultime Notizie

I Più Letti della Settimana

Bingo sites http://gbetting.co.uk/bingo with sign up bonuses