08042020Mer
Aggiornato ilMar, 07 Apr 2020 6pm

La Polizia di Stato ha arrestato stamattina a Polistena, in provincia di Reggio Calabria, Said ZIMAM, 24 anni, cittadino marocchino, illegalmente soggiornante sul territorio nazionale.

Lo straniero, rintracciato dagli Agenti del locale Commissariato di P.S. nei pressi del mercato comunale, è destinatario di un ordine di carcerazione per il reato di spaccio di sostanze stupefacenti emesso dalla Procura di Salerno ed è, altresì, destinatario di un ordine di espulsione emesso dal Prefetto di Salerno in data 9.07.2012.

Dopo le formalità di rito l’uomo è stato tradotto presso la casa circondariale di Palmi dove dovrà espiare una pena residua pari a due anni di reclusione.

Palmi. Il pubblico ministero Matteo Contini, nella sua requisitoria, nel processo denominato "Scacco Matto" il quale vede alla sbarra presunti affiliati della cosca Longo di Polistena, che si sta celebrando presso il Tribunale di Palmi, ha chiesto 29 condanne e 3 assoluzioni, per un totale di 345 anni di carcere.

Il pm della Direzione distrettuale antimafia di Reggio Calabria ha impiegato due giorni di requisitoria per ricomporre le fila del lungo procedimento che si è celebrato per oltre un anno e mezzo dinanzi ai togati del Tribunale di Palmi. Secondo l'accusa, la cosca dei Longo, sarebbe attiva nel territorio di Polistena e comuni limitrofi, capace di tenere sotto scacco il tessuto economico di Polistena, manovrando appalti pubblici e privati, e gestendo direttamente o indirettamente tutte le più importanti attività commerciali.

Le pene più elevate sono state richieste per: Giovanni Gullace, 21  anni di reclusione, Luigi Longo, 21, Domenico Longo, 18, Giuseppe Squillace, 17, Domenico Squillace 16 anni. La procura ha invece richiesto l'assoluzione per Rocco Longo, Giuseppe Mardocco e Marina Naso. 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Un terribile incidente si è verificato pochi minuti fa nella strada a grande comunicazione ionica. Un autovettura si è ribaltata tra Polistena e Melicucco in direzione Rosarno. Da accertare le cause dell'incidente, dovuto comunque probabilmente alle condizioni dell'asfalto a causa delle forti piogge. Per il conducente fortunatamente solo tanta paura ma nessuna grave lesione.

Nella notte dello scorso 6 gennaio, personale della Polizia di Stato ha arrestato DIVINO Giuseppe, 34enne reggino, responsabile dei reati di violenza e minaccia a Pubblico Ufficiale.

Gli Agenti del Commissariato di Polistena (RC) sono intervenuti nei pressi di una sala bingo di quel centro dove era stata segnalata la presenza di una giovane in stato di shock e con visibili segni di percosse sul corpo.

Gli immediati accertamenti hanno consentito di individuare l’autore del gesto, ossia Divino Giuseppe, compagno della vittima, e di appurare che tra i due, poco prima, era nata una lite degenerata anche a causa del palese stato di ebbrezza in cui versava l’arrestato.

Trasportati entrambi presso il locale nosocomio, l’uomo ha cominciato ad inveire contro gli Agenti, aggredendoli, dapprima verbalmente, e poi anche fisicamente. A seguito della convalida dell’arresto, il giudice ha disposto la misura dell’obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria, in attesa dell’udienza nella quale l’arrestato dovrà  rispondere dei reati commessi.

POLISTENA SI DISTINGUE
L'AMMINISTRAZIONE COMUNALE STA CON IL POPOLO
Nonostante i tagli e la mancanza di risorse, aggravati dalla ultima legge di stabilità approvata in Parlamento, l'Amministrazione Comunale ha adottato scelte importanti per la città, che tengono conto del momento drammatico per i disoccupati, i lavoratori, le famiglie, mai così in grave difficoltà. Ribadiamo ancora una volta i provvedimenti dell''Amministrazione Comunale di Polistena totalmente schierata dalla parte dei cittadini:
1. RIAPERTURA TERMINI DEFINIZIONE AGEVOLATA DEI TRIBUTI COMUNALI con esclusione del pagamento di sanzioni ed interessi per debiti arretrati dietro presentazione domanda entro il 28 febbraio 2014, per dare una mano ai cittadini in difficoltà nel pagamento delle tasse comunali.
2. ESENZIONE TOTALE DAL PAGAMENTO DELL'IMU per i proprietari, con reddito ISEE inferiore a 10.000 Euro, di abitazione data in comodato di uso a parenti in linea retta;
3. MANTENIMENTO DEI TRIBUTI CON LE TARIFFE DELLO SCORSO ANNO, in particolare evitando di applicare i nuovi calcoli stabiliti per la TARES che sarebbero equivalsi ad incrementi abnormi rispetto alle bollette dello scorso anno; il ruolo della tassa sui rifiuti ha visto "solo", rispetto allo scorso anno, l'incremento di € 0,30 cent/mq dovuto, non al Comune, ma allo Stato;
4. ISTITUZIONE DEL CANONE PATRIMONIALE NON RICOGNITORIO che sarà applicato, non ai cittadini, ma finalmente alle grandi compagnie di distribuzione di servizi elettrici e di telecomunicazione. ENEL e TELECOM ad esempio pagheranno € 3,5 a mt per ogni linea che attraversa il sottosuolo delle nostre strade (cifra complessiva stimata incasso annuale 125.000 Euro).
5. MANTENIMENTO ASSEGNO DI SOPRAVVIVENZA per annualità 2013 e successive, a beneficio dei giovani di famiglie disoccupate;
6. MANTENIMENTO DI TUTTI I SERVIZI SOCIALI erogati in passato compresa la riapertura nell'anno 2014 dell'asilo-nido 0-36 mesi di C/da Villa.
7. NUOVI INVESTIMENTI PER OPERE CIVILI DI URBANIZZAZIONE PRIMARIA NEI QUARTIERI E NELLE CAMPAGNE E FINANZIAMENTI PER MEZZI DESTINATI ALLA RACCOLTA DIFFERENZIATA.
Queste iniziative sono espressione di una precisa volontà politica dell'Amministrazione Comunale che in un grande momento di difficoltà economiche e sociali per i cittadini, sta compiendo sforzi sovrumani per mantenere i servizi e garantire i pagamenti degli stipendi ai dipendenti ed alle imprese che appaltano lavori e servizi comunali.
I cittadini devono sapere che questo Governo nazionale, invece, ha votato una legge di stabilità con la previsione di un taglio di 1 miliardo e 500 milioni di Euro di nuovi tagli ai comuni, che massacrerà definitivamente i bilanci degli enti locali. Se non sarà corretto questo aspetto della legge, significherà il colpo di grazia e la distruzione dei comuni e dei servizi sul territorio.
Con l'auspicio che presto il Governo ritorni sui propri passi cogliamo l'occasione di porgere i migliori auguri di pace e salute a tutti i cittadini, che anche questo fine anno aspettiamo in piazza della Repubblica, dove organizzeremo il consueto CAPODANNO IN PIAZZA in collaborazione con la Società Mutuo Soccorso, per brindare insieme ed augurare che il 2014 sia l'anno della ripresa per milioni di persone in difficoltà.

I Più Letti della Settimana

Bingo sites http://gbetting.co.uk/bingo with sign up bonuses