14102019Lun
Aggiornato ilDom, 13 Ott 2019 5pm

Muore al pronto soccorso Gioia Tauro, Procura apre inchiesta e dispone riesumazione cadavere

Pubblicato in GIOIA TAURO CRONACA
05 Gennaio 2018
  • dimensione font riduci dimensione font riduci dimensione font aumenta la dimensione del font aumenta la dimensione del font

La Procura della Repubblica ha aperto un fascicolo per chiarire eventuali responsabilità sul decesso di Roberto Sanò, 52 anni, avvenuto il 10 agosto 2017 al pronto soccorso dell’ospedale di Gioia Tauro, disponendo la riesumazione del cadavere. L’uomo si era presentato in ospedale vigile e cosciente, accusando forte debolezza. Subito dopo l’ingresso però , le sue condizioni si erano aggravate e dopo circa due ore era deceduto.

Il magistrato ha disposto la riesumazione del corpo e la contestuale autopsia, che sarà eseguita nei prossimi giorni nella camera mortuaria dell’ospedale di Polistena.

medici del pronto soccorso sono stati iscritti nel registro degli indagati con l’accusa di omicidio colposo. 

La sorella di Sanò, aveva presentato una denuncia per l’accertamento della verità e delle cause della morte del fratello. 

 

Ultima modifica il Mercoledì, 10 Gennaio 2018 08:14

Ultime Notizie

 

I Più Letti della Settimana

Bingo sites http://gbetting.co.uk/bingo with sign up bonuses