09042020Gio
Aggiornato ilMer, 08 Apr 2020 4pm

Tre arresti per droga a Melicucco, foto e nomi

Pubblicato in TUTTO PIANA CRONACA
03 Settembre 2016
  • dimensione font riduci dimensione font riduci dimensione font aumenta la dimensione del font aumenta la dimensione del font

La scorsa nottata nel cuore di Melicucco (RC) in una palazzina della centralissima via Gramsci - dove al primo piano è sita anche una nota barberia – i Carabinieri della locale Stazione coadiuvati da quelli della Stazione di Feroleto della Chiesa e della Compagnia Speciale del GOC di Vibo Valentia hanno rinvenuto l’ennesima fabbrica di droga, anche questa ingegnosissima e frutto di evidenti “studi” da parte di coloro che l’hanno realizzata; il forte ed agre odore della marijuana essiccata veniva infatti incanalata - tramite dei sistemi di areazione - in un reticolato sofisticatissimo di tubi in PVC che espellevano l’aria “maleodorante” nei pressi di un tetto adiacente all’edificio di interesse. Particolarmente significativo il resoconto di quanto rinvenuto a seguito dell’operazione:

–        Kg. 2,5 circa di sostanza stupefacente del tipo marijuana già confezionata in nr. 05 (cinque) involucri di plastica termo-sigillata da mezzo kg. ciascuno e materiale vario per il confezionamento con annessa bilancia elettronica di precisione e macchina per il sottovuoto;

–        Kg. 10 circa di sostanza stupefacente del tipo marijuana già essiccata e pronta per essere suddivisa;  

–        Euro 1.000,00 in banconote di vario taglio, ricavo dell’attività di spaccio;

–        nr. 183 cartucce, di cui nr. 177 cal. 20 e nr. 06 cal. 12.

Il laboratorio alimentato, inoltre, in maniera illecita tramite by-pass al contatore (tramite cui veniva rubata la corrente elettrica) è stato posto sotto sequestro con tutte le lampade alogene ed i temporizzatori che servivano a far crescere rigogliose le piante.

I soggetti tratti in arresto, preposti alla gestione della lucrosa attività, dovranno rispondere dei reati di concorso in produzione, detenzione e spaccio di ingente quantitativo di sostanza stupefacente:

–        VALERIOTI Antonio, di anni 47 da Polistena (RC), già noto alle FF.OO., che  dovrà rispondere anche dei reati di furto di energia elettrica e detenzione abusiva di munizionamento;

–        VALERIOTI Francesco, di anni 21 da Cinquefrondi (RC), figlio di Antonio;

–        NAPOLI Giuseppe, di anni 40 da Taurianova (RC).

Al termine delle incombenze il VALERIOTI Antonio è stato tradotto presso la Casa Circondariale di Palmi in regime di custodia cautelare in carcere mentre gli altri due sono stati sottoposti agli arresti domiciliari.

Ultima modifica il Venerdì, 09 Settembre 2016 16:38

Ultime Notizie

 

I Più Letti della Settimana

Bingo sites http://gbetting.co.uk/bingo with sign up bonuses