14102019Lun
Aggiornato ilDom, 13 Ott 2019 5pm

Questa mattina presso l'auditorium del Liceo Scientifico R. Piria di Rosarno, alla presenza di numerosissime autorità e rappresentanti delle varie Associazioni aderenti all'iniziativa, ha avuto luogo il convegno sul tema "Epidemiologia e prevenzione nella lotta contro i tumori Calabria nuova terra dei fuochi?", promosso dall'Istituto di Istruzione superiore e dall'associazione lotta contro tumori Marisa Lavorato. Un evento che ha destato tanto interesse, visto le tematiche trattate, tanto che più volte i relatori sono stati interrotti dal numerosissimo pubblico presente. Prima che il convegno avesse inizio, è stata inaugurata alla presenza del presidente della Provincia Dottor Giuseppe Raffa e del Vescovo, oltre che a quella dei familiari di Marisa, la nuova sede dell'associazione "Marisa Lavorato", messa a disposizione dal Liceo Scientifico R. Piria. Il convegno si è aperto con un accorato saluto da parte del Presidente dell'Associazione Dottor Arturo Lavorato, nel ricordo di Marisa e di tutte le altre vittime del cancro. Brevi sono stati i saluti del Presidente Raffa , della Dottoressa Crea in rappresentanza del Prefetto di Reggio Calabria. Ha preso parola il Vescovo, il quale ha rimarcato come i veri peccati siano quelli commessi dall'uomo nei confronti dell'ambiente. Cordinati dalla Dirigente scolastica Dott.ssa Mariarosa Russo, e moderati dal giornalista de "La Gazzetta del Sud",Antonello Lupis, sono intervenuti i vari relatori. Intervento di spicco, quello del Procuratore Capo della Procura della Repubblica di Reggio Calabria, De Raho , il quale ha esordito menzionado la vicenda di Carmine Schiavone e la situazione rifiuti al centro. Il dottor De Raho ha esposto la sua esperienza personale, asserendo che "Grazie alle dichiarazioni di Schiavone si è riusciti a indebolire enormemente il clan dei casalesi". De Raho ha ricordato anche come nelle dichiarazioni di Schiavone sia emerso che i rifiuti provenissero dal Nord, e che il clan preferisse la gestione dei rifiuti, che prometteva un reddito sicuramente superiore a quello derivante dal commercio di sostanze stupefacenti. Il dibattito si è acceso verso la fine in seguito all''intervento del Dottor Greco, dirigente di ricerca ISPRA, molto critico anch'egli nei confronti dell'ARPACAL . E' quando ha preso parola la direttrice ARPACAL, Dott.ssa Sabrina Santagati, che gli animi di tutti i partecipanti si sono scaldati, sono intervenuti infatti con domande e critiche alcuni esponenti di , IO CI METTO LA FACCIA CROTONE, ARTICOLO 32. Il convegno si è concluso intorno alle 14:00 con l'invito di De Raho a far placare gli animi e la rabbia dei presenti, dettata ovviamente dalle proprie esperienze personali.

Giada Zurzolo

Rosarno. L'amministrazione comunale guidata dal sindaco Elisabetta Tripodi, risponde a Domenico Romeo, imprenditore nel settore alimentare, che ieri con una lettera aperta aveva denunciato un'anomala raccolta dei rifiuti. In particolare Romeo con la sua missiva evidenziato la circostanza che nel tratto della ss18 lato nord (dov'è presente il mio suo esercizio commerciale) "giacevano per giorni montagne di rifiuti e al contrario nella parte sud e nel centro città, dove la raccolta veniva effettuata quasi regolarmente".

Di seguito le risposta dell'amministrazione

"Abbiamo letto che un imprenditore di Rosarno, prima su facebook, e poi con una lettera aperta, pubblicata sui giornali di oggi, si lamenta della situazione della raccolta dei rifiuti.

Sostiene l’imprenditore che la parte del paese dove è allocata la sua azienda viene poco considerata rispetto ad altra zona dove sono allocate altre aziende analoghe alludendo a fantomatiche preferenze nella gestione della raccolta dei rifiuti.

Vorremmo rassicurare l’imprenditore ed i cittadini su una cosa, nessuna preferenza per nessuna zona a discapito di altre zone: siamo tutti cittadini senza gradazioni di preferenza e le allusioni lasciano il tempo che trovano squalificando chi li insinua. L’Amministrazione comunale prende spunto per informare i cittadini che la crisi è dovuta al fatto che la Regione Calabria non consente alla nostra città come alle altre città della Regione, di scaricare quanto giornalmente si produce dimostrando incapacità  e approssimazione nella gestione dell’intero ciclo dei rifiuti. Si coglie l’occasione per ringraziare la cittadinanza per la pazienza dimostrata in questa difficile situazione di crisi, gestita dall’Assessore Michele Fabrizio, con molta dedizione, oculatezza e abnegazione, sempre presente sul territorio e nelle sedi sovra comunali per garantire al meglio il servizio. Si conclude informando che a breve partirà il servizio di raccolta differenziata, porta a porta, su tutto il territorio con la rimozione di tutti i cassonetti le cui linee verranno spiegate in una pubblica assemblea che si auspica sia partecipata, il prossimo 4 aprile."

                                                                 

Rosarno. lunedì 24 marzo p.v. alle ore 09,30 alla presenza del sindaco di Rosarno Elisabetta Tripodi si terrà l' inaugurazione del corso "Tecnico Superiore per la Produzione, Manutenzione di Apparecchi, Dispositivi Diagnostici e Biomedicali" dell' I.T.S. Tirreno, presso i locali dell'ex scuola media, in Via Umberto I^  -  Rosarno.
Il corso prende avvio dopo l'approvazione, con delibera di Giunta Comunale, di un accordo tra il Comune di Rosarno, l' Istituto Tecnico Superiore " Severi" di Gioia Tauro e l'I.T.S. Tirreno.

L'Anas comunica che da giovedì 6 marzo al 7 aprile 2014, sarà istituito il doppio senso di circolazione sulla carreggiata sud dell’Autostrada A3 Salerno-Reggio Calabria, in corrispondenza dello svincolo di Rosarno tra i km 383,700 e 384,000.

Le limitazioni al transito si rendono necessarie per consentire il completamento dei lavori di ripristino e manutenzione all’interno della galleria Seppia

L’Anas raccomanda agli automobilisti prudenza nella guida e ricorda che l`evoluzione della situazione del traffico in tempo reale è consultabile sul sito web http://www.stradeanas.it/traffico oppure su tutti gli smartphone e i tablet, grazie all`applicazione `VAI Anas Plus`, disponibile gratuitamente in “App store” e in “Play store”. Gli utenti hanno poi a disposizione la web tv www.stradeanas.tv e il Numero Verde 800.290.092 dedicato all’autostrada A3

Gli uomini del Comando Provinciale di Reggio Calabria hanno individuato e sequestrato 3 discariche abusive nella piana Gioia Tauro.  L’operazione, condotta dai Finanzieri del Gruppo di Gioia Tauro, ha permesso di individuare 3 distinte aree private, per una superficie complessiva di oltre 1 ettaro, pari a 2 campi di calcio, trasformate in vere e proprie discariche abusive a cielo aperto, localizzate tra i comuni di Gioia Tauro, Rosarno e San Ferdinando.

All’interno delle stesse, sono stati rinvenuti rilevanti quantità di materiali particolarmente dannosi per la salute pubblica, quali lastre di eternit, pneumatici, carcasse di autovetture e di elettrodomestici, oltre che inerti derivanti da attività di scavo e demolizione edile.

Le citate aree sono state sottoposte a sequestro ed i relativi responsabili sono stati denunciati a piede libero alla Procura della Repubblica di Palmi per violazioni alla normativa ambientale.

L’operazione delle Fiamma Gialle si inserisce nell’ambito della più generale intensificazione delle attività investigative volte al contrasto dei fenomeni illeciti in materia ambientale nella Provincia, disposta dal Comando Provinciale di Reggio Calabria.i, oltre che inerti derivanti da attività di scavo e demolizione edile.


Rosarno. Stamattina verso le ore 9.30 nei pressi della stazione ferroviaria un anziano è morto  colto da un malore. L'uomo, che secondo le prime informazioni sarebbe residente nella locride, è stato vittima di un attacco cardiaco proprio mentre stava entrando nel bar della stazione insieme alla moglie. Sul posto sono immediatamente giunti i sanitari del 118 che però non hanno potuto far altro che constatare il decesso dell'uomo.

Rosarno. Sette persone fra le quali c’è anche un magistrato, sono state arrestate dalla Squadra Mobile di Reggio Calabria, diretta da Gennaro Semeraro che ha eseguito un’ordinanza emessa nei confronti di presunti contigui alla cosca di ‘ndrangheta dei Bellocco, operante nella Piana di Gioia Tauro.

I sette sono accusati a vario titolo di corruzione in atti giudiziari aggravata dall’aver agevolato la ‘ndrangheta e concorso esterno in associazione mafiosa. Il magistrato è già sospeso dalle funzioni poiché coinvolto anche in una precedente vicenda giudiziaria.

Il magistrato coinvolto nell’operazione “Abbraccio” è Giancarlo Giusti. Le indagini dell’operazione sono state dirette dal sostituto procuratore distrettuale della Procura della Repubblica di Catanzaro Vincenzo Luberto, con il coordinamento del procuratore capo Vincenzo Antonio Lombardo e del procuratore aggiunto Giuseppe Borrelli.

Nei confronti del magistrato sono stati disposti gli arresti domiciliari. Ex gip del Tribunale di Palmi, Giusti era già sospeso dalle funzioni in quanto era stato coinvolto nel 2011 nell’operazione della DDA di Milano contro i Valle-Lampada, con l’accusa di corruzione.

Rosarno. Ieri sera verso le ore 22 la porta dell'agezia pratiche auto di G.R., sita in via Palermo, è stata crivellata da 15 colpi di arma da fuoco. Proprio mentre era in corso l'azione delittuosa, una pattuglia dei carabinieri in servizio accorgendosi dell'accaduto è partita immediatamente all'inseguimento di due malviventi a bordo di uno scooter di colore scuro. Lo spettacolare inseguimento tra le vie del centro di Rosarno, termina quando i due arrivano a Largo Bellavista, dove abbandonano la moto per fuggire giù per le scale della villa comunale, per poi infilarsi nel parcheggio di un hotel e riuscire nella definitiva fuga.

L’integrazione è “lievito” per comunità e territori. In riva allo Stretto, ma non solo,   questo valore trova non poche  “resistenze”, nonostante uno dei tratti distintivi dei nostri territori e delle nostre comunità sia da sempre l’accoglienza.
La triste conferma è giusta nel corso dell’incontro/dibattito  “Immigrazione e Lavoro Agricolo” svoltosi nei giorni scorsi  presso l’Auditorium dell’Istituto Superiore “R. Piria” di Rosarno su iniziativa della  FAI –CISL di Reggio Calabria.
Lo spaccato emerso dalle diverse testimonianze ha evidenziato tante criticità  oltre la “polveriera” Rosarno. A Reggio e dintorni  si calcolano infatti  oltre 10mila fratelli di varie etnie.Il fenomeno  va necessariamente governato prima che deflagri.
Sono, pertanto, necessari interventi organici atti a garantire a ciascuna persona l’esercizio di diritti quanto mai elementari.
La Cisl chiede, pertanto, all’Ente Provincia ed a tutti i soggetti che fanno parte del “Tavolo per il  Lavoro” di promuovere  un altro gruppo di lavoro che affronti il tema  “dell’immigrazione”  facendolo così  uscire dall’emergenza, coinvolgendo a tal fine   gli  studenti dell’Istituto Superiore  “R. Piria” di Rosarno,   sempre presenti nelle fasi dell’accoglienza e dell’assistenza,  in quanto latori di idee e progetti di lavoro per gli immigrati, dimostrando così concretamente  la capacità di accogliere e nello stesso tempo di essere  al servizio del territorio.   

Rosarno. Un giovane di ventisei anni Fortunato Zillino, è morto in un tragico incidente oggi pomeriggio durante una gara amatoriale di motocross. Purtroppo inutile è stata la disperata corsa in ospedale.

Ultime Notizie

 

I Più Letti della Settimana

Bingo sites http://gbetting.co.uk/bingo with sign up bonuses