22102019Mar
Aggiornato ilMar, 22 Ott 2019 12pm

Chiappe al vento, errori di ortografia e altri scempi. La vergognosa pubblicità della Calabria su Ryanar

Pubblicato in CALABRIA POLITICA
06 Aprile 2016
  • dimensione font riduci dimensione font riduci dimensione font aumenta la dimensione del font aumenta la dimensione del font

Si infiamma la polemica ed il presidente della Regione inizia a prendere i provvedimenti dopo la segnalazione di Selvaggia Lucarelli in merito alla pubblicità della Calabria su Ryanair. Il noto personaggio televisivo in un post su facebook ha infatti scritto “Sulla rivista di bordo di Ryanair c'è la pubblicità della regione Calabria (che farà il giro dell'Europa) con tanto di loghi che indicano la sponsorizzazione della regione e non solo. Ora, la sciatteria e il degrado di un paese le capisci anche da queste cose. Non so chi sia il grafico/pubblicitario/copy che s'è occupato di questa pagina ma immagino sia un bambino di otto anni o un alcolista o il nipote del cugino del fratello di un qualche assessore del turismo calabrese ma ditemi voi se è possibile che : a) il titolo sia un mesto arial bianco che si vede malissimo e non è manco centrato. b) velo pietoso sui puntini di sospensione in un titolo (con la minuscola dopo). C) nella scritta in fondo "sistema aeroportuale" sia scritto "sistema aeroportualeR".

Peracottari tutti. Chi ha incaricato dei peracottari, chi non ha visto gli errori dei peracottari e chi paga dei peracottari per lavorare con tutti i grafici/pubblicitari/copy bravi che fanno la fame.

L'altro Paradiso non è la Calabria. E' il posto in cui per questa mediocrità non c'è spazio. (la Calabria è una regione bellissima, merita di più. Ribellatevi amici calabresi.)

p.s.

Sì, magari anche le ciavatte sullo scoglio le avrei tolte, ecco. Pure il mezzo culo del tipo in mezzo, ecco.”

Dopo il polverone sollevato Mario Oliverio, anche lui tramite il social network è intervenuto sulla vicenda

“Ha ragione Selvaggia Lucarelli, che ringrazio per aver segnalato una vicenda che non può in alcun modo trovare giustificazioni. Di fronte a questa ennesima porcheria frutto di una burocrazia sciatta ed indolente disporrò immediatamente una indagine conoscitiva per accertare ogni responsabilità. La Calabria merita altro.”.

Ed ha proprio ragione, la Calabria merita altro, di bellezze naturali ne abbiamo a non finire, ma come spesso capita roviniamo tutto affidandoci a degli incapaci.

I Più Letti della Settimana

Bingo sites http://gbetting.co.uk/bingo with sign up bonuses