23012020Gio
Aggiornato ilGio, 23 Gen 2020 12pm

Un tragico incidente si è verificato questa mattina lungo la strada 106 Jonica, nei pressi di Saline Ioniche in provincia di Reggio Calabria. Una Renault Clio, per cause ancora in corso di accertamento, si è scontrata con una Smart con a bordo due donne. Il conducente della Clio, un uomo di 33 anni è morto sul colpo, mentre una delle due donne è rimasta ferita. Sul posto sono intervenuti i carabinieri, il personale dell'Anas, i vigili del fuoco ed i medici del 118.

A causa dell’incidente la strada statale 106 Jonica è stata provvisoriamente chiusa al traffico al km 23,800, tra S. Elia e Lazzaro, in direzione sud.

Si tratta della  diciannovesima  vittima nel 2015 lungo la strada della morte, proprio ieri un uomo di 60 anni è morto in un incidente frontale sulla S.S.106 a Cirò Marina in provincia di Crotone.

L’Associazione “Basta Vittime Sulla Strada Statale 106” con profondo sincero dolore ed infinita tristezza rende nota l’ennesima tragedia sulla S.S.106. Questa volta, ha perdere la vita è Giuseppe Alosa di 60 anni, in un incidente frontale sulla S.S.106 a Cirò Marina in provincia di Crotone.  L’impatto è avvenuto questa mattina per cause in corso di accertamento. L’auto condotta dal sessantenne, una Fiat Panda, si è scontrata con un Tir. L’impatto è stato frontale e violento, al punto che Alosa è rimasto intrappolato tra le lamiere contorte della sua auto e per lui non c’è stato nulla da fare.

Giuseppe è la diciottesima vittima della S.S.106 in Calabria nell’anno 2015 dopo Maddalena Bandi (72 anni) ,Matteo Brigandì (38), Giuseppe Leonardo Farini (47), Sing Jaswinder (36) Antonio Pugliese (24), Paolo Foti (59), Ilaria Geremicca (22), Maria Grillone (61), Francesco Paparo (24), Giovanni Zappavigna (57), Malena Simona (45), Nicastro Maria (81), Grasso Caterina (93), Malena Giuseppe (79), Luigi Caliò (90), Giuseppe Petitto (45) e Gaetano Aiello (80).

Sulla famigerata e tristemente nota “strada della morte” in Calabria, dall’uno di gennaio 2015 fino ad oggi, abbiamo esattamente una vittima ogni 15 giorni ed a ciò dobbiamo aggiungere centinaia di feriti i quali, non pochi, dopo l’incidente resteranno per sempre con danni permanenti.

L’Associazione “Basta Vittime Sulla Strada Statale 106” nell’evidenziare l’ennesima tragedia sull’asfalto della strada più pericolosa d’Italia intende denunciare le responsabilità di quanti restano ancora indifferenti di fronte alla più grande Strage di Stato della storia della Repubblica Italiana. L’ennesimo tragico incidente sulla S.S.106 ci spinge a richiedere l’intervento immediato del Governo italiano che non può più rimanere inerme ma deve dare ai calabresi delle risposte serie e concrete ripristinando il diritto alla mobilità che sulla S.S.106 jonica calabrese è violentato, tradito ed inesistente anche per merito di quei funzionari del Ministero delle Infrastrutture che hanno letteralmente fermato ogni processo di ammodernamento e di intervento di messa in sicurezza della S.S.106 in Calabria.

Alla classe politica dirigente calabrese ad ogni livello, invece, esterniamo il nostro più vivo disprezzo per la incapacità di fronteggiare un problema gravissimo ed ormai improcrastinabile ed, insieme, la nostra condanna ferma per aver voluto da sempre occultare un problema che emerge ogni giorno nella sua drammaticità.

L’Associazione vivamente e sinceramente addolorata per scomparsa di Giuseppe Alosa manifesta ai familiari, ai parenti ed agli amici tutti i sentimenti di profondo cordoglio e si associa al lutto dei familiari.

Incidente mortale nel vibonese

Pubblicato in VIBO CRONACA
24 Settembre 2015

Alessandro Mazzeo, quarantacinquenne, è morto a causa di un incidente stradale verificatosi ieri pomeriggio intorno alle 17 nel centro abitato di Zaccanopoli, in provincia di Vibo Valentia.

L’uomo si trovava a bordo della sua motocicletta, una Ducati, quanto per cause ancora in fase di accertamento si è scontrato con una Fiat Panda guidata da una donna.

Sul luogo del sinistro sono intervenuti i carabinieri della stazione di Zungri, ed i sanitari del 118 che però purtroppo non hanno potuto far altro che constatare il decesso di Mazzeo.

Il Pubblico Ministero di turno della Procura di Vibo Valentia, Michele Sirgiovanni ha disposto l’autopsia sul corpo della vittima.

Francesco Mancuso, un giovane di soli 27 anni, è morto a causa di un incidente stradale avvenuto nella notte tra domenica e lunedì lungo la strada statale Silana-Crotonese, nei pressi di Celico in provincia di Cosenza. Mancuso si trovava alla guida di una Fiat Grande Punto che, per motivi ancora in fase di accertamento, si è scontrata contro un muro all'ingresso di una galleria. A causa del violentissimo impatto il giovane è morto sul colpo. Sul posto sono intervenuti gli agenti della polizia stradale ed i vigili del fuoco per ricostruire l'esatta dinamica dell'incidente.

Un incidente si è verificato questa mattina intorno alle ore 07:30, sulla statale 106 Jonica, nel Comune di Cutro. Nel sinistro sono rimaste coinvolte due autovetture, tre le persone ferite, di cui una intrappolata tra le lamiere. Intervenuti i vigili del Fuoco che hanno estratto la persona incastrata dall’abitacolo. Tutti i feriti sono stati trasportati d’urgenza all’ospedale di Crotone. La strada statale 106 è stata quindi interdetta al transito fino alla messa in sicurezza dell’intera zona interessata. Sul posto è intervenuta anche la Polizia Stradale per i rilievi e gli accertamenti sulla dinamica.

Un incidente si è verificato nel primo pomeriggio in contrada Cirello di Rizziconi in provincia di Reggio Calabria. Due ragazzi a bordo di uno scooter a causa dell'asfalto bagnato, reso scivoloso dalle forti piogge di questi due giorni, hanno perso il controllo del mezzo andando ad impattare contro un muretto. Accorsi sul posto carabinieri e 118 che hanno trasportato i ragazzi nel vicino nosocomio di Polistena dove attualmente si trovano ricoverati per accertamentie cure. Dalle prime informazioni sembra che i ragazzi abbiano riportato diverse ferite, alcune gravi, in particolar modo uno dei due, al volto e alla testa.

Stava attraversando la strada per tornare verso il centro abitato, la turista travolta ieri sera, all’ingresso del centro urbano di Riace. L’impatto è avvenuto con una monovolume che pur sopraggiungendo a velocità  non eccessiva, ha scaraventato con violenza a terra la donna. La donna sembrerebbe essere morta sul colpo, all'arrivo i sanitari non hannno potuto far altro che constatare il decesso.

Un gravissimo incidente si è verificato nel pomeriggio di ieri nei pressi di Magliacane, a Belcastro in provincia di Catanzaro. Teatro del sinistro per l’ennesima volta la strada statale 106.

L’impatto è avvenuto tra una Ford Fiesta  ed una Volkswagen Golf , a bordo del quale si trovava un bambino di soli quattro anni che è rimasto gravemente ferito ed è stato trasportato d’urgenza in ospedale in elisoccorso.

Sul luogo dell’incidente oltre ai sanitari del 118 sono intervenuti altresì i carabinieri per accertare la dinamica del sinistro.

Ancora un incidente mortale lungo la strada statale ionica 106 in Calabria. A perdere la vita, questa mattina nel sinistro verificatosi tra le località di Soverato e Copanello di Stalettì (Catanzaro) è Giuseppe Petitto, stimato regista e produttore calabrese.

L’uomo, di 45 anni, si trovava a bordo della sua Alfa Romeo Spider, quando per cause ancora in fase di accertamento si è scontrato contro un Tir che ha trascinato il mezzo contro un muro.

Petitto è morto sul colpo, stante la gravità dell’impatto, ma per estrarre il suo corpo dalle lamiere è stato necessario l’intervento dei vigili del fuoco.

Il regista di Catanzaro, molto apprezzato anche a livello internazionale,  aveva prodotto un film sulle attività di Emergency, l’organizzazione fondata da Gino Strada, e venne premiato a New York dall’organizzazione Human Rights Watch.  Tra i lavori Petitto figura anche il documentario ‘L’ultimo socialista’ sulla vita di Giacomo Mancini e nel 2012 aveva seguito la campagna per le primarie dell’allora sindaco di Firenze Matteo Renzi, realizzando poi un documentario sul futuro premier.

Un tragico incidente mortale si è verificato questa mattina a Mileto (Vibo Valentia), dove due auto si sono scontrate frontalmente. A perdere la vita nel sinistro un maresciallo dell’Arma dei carabinieri che si trovava alla guida di una delle due vetture. Dai primi rilievi effettuati sembrerebbe che una della auto abbia perso il controllo, sbandando e andando così ad impattare contro l’altro mezzo.

L’incidente mortale è avvenuto lungo la strada che collega Mileto a Vibo Valentia.

Ultime Notizie

 

I Più Letti della Settimana

Bingo sites http://gbetting.co.uk/bingo with sign up bonuses