29022020Sab
Aggiornato ilVen, 28 Feb 2020 6pm

Beni e società per un valore di oltre undici milioni di euro, e misure di prevenzione personali della sorveglianza speciale nei confronti di nove presunti membri apicali delle cosche della Piana. Sono i provvedimenti eseguiti questa mattina dai Finanzieri del Comando Provinciale di Reggio Calabria e del Servizio Centrale Investigazione Criminalità Organizzata, con la collaborazione del R.O.S. e del Comando Provinciale dell’Arma dei Carabinieri di Reggio Calabria. In particolare, i militari operanti hanno portato a termine l’esecuzione di 10 decreti di sequestro emessi, su richiesta della Sezione misure di prevenzione della Procura della Repubblica di Reggio Calabria, dal locale Tribunale – Sezione Misure di Prevenzione, con i quali è stata disposta la misura di prevenzione antimafia del sequestro, ex D.Lgs. 159/2011.

L'operazione, denominataTramontana,deriva dall'Operazione Crimine, ed ha riguardato il patrimonio mobiliare, immobiliare e societario, intestato ovvero riconducibile a vari soggetti, posti ai vertici dell’associazione di tipo mafiosa – denominata “ndrangheta”, nella sua articolazione territoriale della “società” di Rosarno e Polistena nonché dei “locali” di Laureana di Borrello, Oppido Mamertina e Bagnara Calabria, facenti parte del mandamento tirrenico della Provincia di Reggio Calabria, già destinatari di una sentenza di condanna nell’ambito della ormai nota Operazione “IL CRIMINE” .

I provvedimenti sono stati emessi al termine di un’accurata rielaborazione dei dati reddituali, effettuata dalle Fiamme Gialle, con oltre 200 accertamenti economico-patrimoniali a carico di persone fisiche e giuridiche tra i quali anche l’intero nucleo familiare del “capocrimine” Domenico Oppedisano (classe ’30), del “mastro di giornata” della “società” di Rosarno, Michele Marasco, del capo del “locale” di Laureana di Borrello, Rocco Lamari, del capo del “locale” di Oppido Mamertina, Antonio Gattellari, e del capo del “locale” di Bagnara Calabra, Rocco Zoccali.

I provvedimenti eseguiti hanno portato al sequestro di:

  1. 17 (diciassette) attività commerciali/quote societarie;
  2. 28 (ventotto) beni immobili (terreni, fabbricati, complessi immobiliari);
  3. 4 (quattro) autovetture;
  4. 8 (otto) conti correnti/depositi/buoni postali;
  5. 15 (quindici) polizze assicurative;

per un valore di stima complessivo di circa 11 milioni di euro.

Domenica 1 marzo a Polistena si é svolta una importante iniziativa organizzata dalla sezione cittadina del partito comunista d'Italia dal tema: RICOSTRUIRE IL PARTITO COMUNISTA, UNIRE LA SINISTRA. In una sala gremita di persone, ospite d'eccezione il segretario nazionale del partito Cesare Procaccini che ha concluso i lavori.

Ha introdotto il dibattito il segretario della sezione Fabio Racobaldo che ha ribadito il ruolo dei comunisti e la necessità storica di riunire le forze per costruire un nuovo ordine mondiale contro il capitalismo. Racobaldo si è poi soffermato su Polistena ricordando che i comunisti hanno una storia gloriosa a Polistena avendo contribuito al cambiamento della città che  oggi continuano ad amministrare con successo.

Fabio Russo della giovanile comunista, si è soffermato sui giovani esortando ad un rinnovamento delle classi dirigenti che. come a Polistena rappresentano l'anima di un'Amministrazione Comunale che ha cambiato il volto della città e costituisce un esempio concreto di onestà e un punto di riferimento per risolvere i problemi dei cittadini.

Lorenzo Fasci segretario provinciale ha sottolineato l'importanza del percorso avviato per la ricostruzione del partito comunista in Italia in funzione di un più ampio e articolato progetto di unità delle sinistre sui contenuti che parta dal lavoro e dal rispetto della Costituzione.

Michele Tripodi Sindaco della cittá e ricandidato alle comunali di maggio nel condividere gli intenti per la ricostruzione del Partito Comunista, ha parlato di necessità per il popolo italiano che non trova piú punti di riferimento a sinistra. È toccato a Michele Tripodi tracciare gli elementi distintivi della sua amministrazione. "In questi anni abbiamo dovuto resistere alle leggi ingiuste del Governo Renzi che in nome dell'austerità ha drasticamente tagliato i fondi alla scuola, alla sanità, ai comuni. Con l'abbattimento dell'IMU sulla prima casa, l'assegno di sopravvivenza per i giovani disoccupati, il canone patrimoniale non ricognitorio, fatto pagare ad Enel e Telecom, abbiamo voluto lanciare dei segnali di ribellione ed al contempo di vicinanza ai cittadini. Abbiamo svolto un grande lavoro negli interessi esclusivi del popolo di Polistena ed andremo avanti riproponendo al primo punto del nostro programma la lotta alle mafie e alla corruzione”.

Il segretario regionale del PCdI Michelangelo Tripodi si è detto convinto che Polistena avrà un nuovo Sindaco nella persona di Michele Tripodi perché ha amministrato con onestà rendendo il comune di Polistena un modello da seguire. Ha poi definito la decisione del PD di candidare al comune comune Anna Giancotta, una scelta di facciata per coprire una sicura sconfitta elettorale. Michelangelo Tripodi ha auspicato che la ricostruzione del partito comunista possa avvenire tenendo conto dei segnali importanti che provengono da altri paesi europei come la Grecia "il premier Tsipras" - ha continuato - "ha avuto il coraggio di dire no ai diktat dell'Europa ed adottare misure sociali come la possibilità di dare gratuitamente l'energia elettrica a 300.000 famiglie povere". Dal segretario regionale del PCdi anche una stoccata ad Oliverio. "I primi segnali della nuova Regione non sono incoraggianti”.

Infine Cesare Procaccini. Segretario Nazionale del PCdI ha compiuto un'analisi storica sul bisogno di rappresentanza che, dopo la caduta del muro di Berlino, i lavoratori hanno in Europa. "C'è bisogno in Italia di un partito comunista unico capace di organizzarli e di condurre insieme battaglie per la difesa dei diritti costituzionali, contro il jobs act e la libertà di licenziamento che il governo Renzi, facendo peggio di Berlusconi, ha subdolamente introdotto". Ha poi così proseguito "Dalla caduta del Governo Prodi in avanti sono stati compiuti molti errori che hanno determinato sconfitte per i comunisti. Ora è giunto il momento di riprendersi il giusto spazio senza nostalgie ma guardando al presente a come cioé rappresentare nel nostro paese un'opposizione di sinistra, che parli alla gente ed evitando che i vari Salvini e le pulsioni fasciste diventino riferimenti pericolosi".

                                

                                                                       UFFICIO STAMPA

                                                                                    PARTITO COMUNISTA D’ITALIA - SEZ. DI POLISTENA

Tre incensurati della Piana sono stati arrestati a Palermo dopo che un carico di due chili di cocaina è stato intercettato dagli agenti della Polizia di Stato. A finire in manette, oltre al pregiudicato palermitano Salvatore Peritore, 58 anni, Giuseppe e Saverio Saltalamacchia, rispettivamente di 31 e 33 anni, entrambi di Gioia Tauro, e Giuseppe Arcieri, 35 anni, di Polistena.  Le indagini che hanno portato all’arresto dei quattro sono scattate ad inizio febbraio, quando gli agenti dell'Antidroga della squadra mobile avevano notato un incontro sospetto, in via Santissima Mediatrice, tra Peritore e Giuseppe Saltalamacchia, che era a bordo di un'auto intestata a una donna di Gioia Tauro.

Successivamente sono stati  quindi predisposti servizi di appostamento ed è stato così monitorato l'arrivo a Palermo di due auto con a bordo i Saltalamacchia ed Arcieri, che hanno raggiunto Peritore. Dopo un controllo da parte della polizia all’interno dell’auto condotta da Arcieri sono stati rinvenuti due involucri di cellophane con due chili di cocaina per un valore di circa 250 mila euro.

Domenica primo marzo, alle 18.00, all’Auditorium comunale di Polistena, un nuovo appuntamento della rassegna Teatro Famiglie, organizzata da Dracma nell’ambito della Stagione teatrale 2014-2015. Sarà la volta di “Cuore” della Compagnia Teatro Rossosimona.

I personaggi raccontati da De Amicis, nella sua indimenticabile opera, tra le più note delle letteratura italiana per ragazzi, rivivono nello spettacolo - adattamento drammaturgico e regia di Lindo Nudo, con Stefania De Cola, Leonardo Gambardella, Carlo Gallo, Alessio Totano, Paolo Mauro Francesco Pupa -, in una sequenza di sentimenti e passioni incalzante. Sulla scena, così come nella storia raccontata dallo scrittore e pedagogo, a dispetto delle avidità, degli egoismi e della cultura della diffidenza, della nostra società quotidiana, prevale sempre la buona azione, il buon sentimento, l’altruismo, il desiderio di offerta sincera, l’incontro tra gli esseri umani.

Uno spettacolo, dunque, che insegna ai piccoli, e ricorda ai grandi, che la malvagità si sconfigge creando i presupposti perché aumenti la bontà, l’ignoranza si combatte trovando nuove forme di cultura, la dispersione scolastica e sociale si costruisce creando opportunità e offrendo ai giovani spazi di verità e di civiltà.

Un tema e un messaggio, oggi più che mai attuali, per il quarto appuntamento della rassegna dedicata ai piccoli spettatori e alle famiglie, espressamente voluta dal direttore artistico Andrea Naso, nell’ambito del progetto di Residenza etica teatrale della Piana “alla ricerca del Bello perduto”, nell’ottica di un utilizzo educativo del teatro, come un divertente mezzo di comunicazione e di sensibilizzazione nei confronti dei giovanissimi.

 

Arriva sul palcoscenico dell’Auditorium comunale di Polistena, sabato 28 febbraio alle ore 21.30, l’attesissimo Hamlet travestie di Punta Corsara, compagnia napoletana rivelazione degli ultimi anni, molto apprezzata dalla critica e dal pubblico. Lo spettacolo, che sta girando i principali teatri italiani, raccogliendo ampi consensi, andrà in scena nell’ambito della stagione teatrale 2014-2015 della Residenza della Piana, gestita dalla compagnia Dracma.

La produzione di 369 gradi, in collaborazione con Teatro Franco Parenti, propone la celebre opera shakespeariana in chiave farsesca, riprendendo la versione settecentesca di John Poole, di taglio parodistico, e innestando elementi del Don Fausto di Antonio Petito. Una riscrittura di Emanuele Valenti e Gianni Vastarella, per la regia dello stesso Vastarella, con Giuseppina Cervizzi, Christian Giroso, Carmine Paternoster, Valeria Pollice, Emanuele Valenti e Gianni Vastarella.

Protagonista una famiglia dei bassifondi napoletani, i Barilotto, gestori di un chiosco di frutta e verdura, impegnati nei quotidiani sforzi di sopravvivenza. Il figlio, incapace di accettare la morte del padre, va in giro con una coperta addosso, leggendo Amleto, in preda all’angoscia ed estraneo a tutti, persino alla sua “Ofelia”. Tra debiti, strozzini, camorra, la tragedia della famiglia reale danese diventa sceneggiata napoletana. Una farsa acre, dai toni amari, ma irresistibilmente divertente, grazie ai suoi bravissimi attori e ad una regia sapiente che mescola in maniera armonica realtà e finzione.

Con questo nuovo spettacolo la compagnia Punta Corsara si conferma uno dei fenomeni più interessanti del panorama teatrale italiano. Nata dai laboratori teatrali di Scampia, da un progetto di recupero sociale, è divenuta una affermata realtà professionista, vincitrice di diversi riconoscimenti nazionali, Premio della Critica 2014, Premio Ubu Nuovo Attore Under 30 2012, Premio Ubu Speciale e Premio Hystrio Altre Muse 2010.

Una presenza particolarmente significativa per la Residenza etica teatrale della Piana, che ha costruito un progetto artistico dal forte taglio sociale, valorizzando i temi della legalità e della cultura come strumento per lo sviluppo dell’individuo e della comunità.

 Al fine di avviare una riflessione sul ruolo sociale del teatro, è stato inoltre organizzato un incontro tra la Compagnia Punta Corsara e gli studenti di Polistena, lo stesso sabato alle ore 15,00, in collaborazione con l’Associazione “Libera”, presso il Centro di aggregazione giovanile “Luigi Marafioti”. Prenderanno parte all’incontro, tra gli altri, don Pino Demasi, referente territoriale di Libera e il direttore artistico della Residenza Andrea Naso.

Un giovane di 19 anni è stato investito questo pomeriggio a Polistena in provincia di Reggio Calabria. M.F., queste le iniziali del nome del ragazzo, stava percorrendo a piedi via Karl Marx nella cittadina della Piana, quando è stato travolto da una Fiat Panda. Sul posto sono giunti immediatamente i sanitari del 118 che hanno trasportato il giovane al locale pronto soccorso poiché a causa dell’impatto ha riportato delle ferite alla testa. 

Prosegue il momento positivo della Nuova Gioiese che grazie ad una doppietta di Crucitti riesce a strappare un prezioso pareggio nel derby di Roccella. I bianco viola sono così a solo un punto dalla salvezza nel campionato di serie D.

Con un gol di Saturno la Palmese sconfigge la terza in classifica Isola Capo Rizzuto, ed oramai manca solo la matematica per incoronare la squadra della Piana regina del campionato di Eccellenza. Pesante sconfitta invece per la Taurianovese che nello scontro diretto per la salvezza viene superata con il punteggio di due a uno in trasferta dal Sambiase Lamezia.

Saffioti, Napoli e Lombardo, sono questi i tre moschettieri che consentono alla Cittanovese di espugnare quel di Serra San Bruno, e complice il pareggio a reti bianche del Locri a Rizziconi avvicinano i giallorossi ancor di più al salto di categoria. Nulla da fare invece per il Polistena che viene sconfitto per due a zero a Marina di Gioiosa.

Si  riducono sempre di più i sogni promozione della Nuova Rosarnese, incapace di vincere anche nel campo dei Marines di Gioia Tauro ultimi in classifica, due a due il risultato finale in una girandola di emozioni. Padroni di casa in vantaggio con Chimera che vengono riacciuffati e poi superati dagli ospiti prima con Stillitano e poi con Sibio, sarà poi Parrello a fissare il risultato. Amaranto che vengono raggiunti in classifica dal San Ferdinando vittorioso per tre a zero ieri nell’anticipo contro il Palizzi, di Rizzo, Pirrottina e Viola le marcature per i padroni di casa. Male invece il Real Gioia sconfitto per due a zero sul difficile campo della Stilese A. Tassone.

Irrompe sul palcoscenico dell’Auditorium comunale di Polistena Ippolito Chiarello, un artista istrionico e originale, con il suo nuovo spettacolo “Psycho Killer. Quanto mi dai se ti uccido?”. L’inventore del “barbonaggio teatrale”, un genere che ha fatto proseliti in Italia e all’estero, sarà in scena alla Residenza teatrale della Piana, il prossimo 14 febbraio, alle ore 21,30, per la rassegna organizzata dalla compagnia Dracma.

L’attore pugliese torna in teatro per proporre il suo nuovo lavoro, una coproduzione La luna nel letto e Nasca Teatri di Terra. Ad accompagnare Chiarello, i musicisti Raffaele Casarano, al sax, e Michelangelo Volpe, chitarra e tecnica, mentre la regia, scene e luci sono di Michelangelo Campanale.

Psycho Killer conferma la carica ironica, graffiante e coinvolgente di questo artista che ha alle spalle una solida carriera e importanti esperienze nel teatro e nel cinema. Ispirato al libro “Quanto mi dai se ti uccido?” di Walter Spennato – che firma il testo insieme allo stesso Chiarello -, una serie di micro-storie pulp, lo spettacolo ne dà una personale reinterpretazione innestando elementi di critica sociale, citazioni cinematografiche e musicali.

Nel bel mezzo di un concerto jazz piomba il protagonista, in giacca e cravatta visibilmente alterato: vuole uccidere qualcuno per sfogare la sua rabbia e la sua frustrazione, contro la vita e tutte le sue difficoltà.

Uno “scherzo teatrale” che prende in giro la morte e l’ossessione che di essa si ha, denunciando la facilità dell’uomo contemporaneo a servirsi dell’assassinio per risolvere anche le piccole nevrosi quotidiane. Ma punta il dito anche contro l’indifferenza e inconsapevolezza con cui ci si abitua alla violenza. L’omicidio diventa “show televisivo”, spettacolo in cui tutti vogliono avere una parte, business per avvocati catodici, vetrina per falsi criminologi, meta per gite dell’orrore. Ne esce fuori il ritratto di un Paese che vede il sangue scorrere da un canale all’altro della tv, senza soluzione di continuità.

Chiarello, sul palco, fa da mattatore, muovendosi tra pubblico e artisti, dando prova di tutte le sue capacità attoriali, con una mimica e una capacità espressiva che non danno tregua allo spettatore, complice e nemico insieme.

Ancora una volta, la Residenza della Piana “alla ricerca del Bello perduto”, diretta da Andrea Naso, propone al suo pubblico un teatro che parla del proprio tempo, che fa ridere e divertire ma che sa cogliere pienamente gli inquietanti interrogativi dell’attualità.

 

Per informazioni sul progetto www.delbelloperduto.it

Sabato 21 febbraio si terrà presso l’Auditorium comunale di Polistena (Reggio Calabria) il concerto inaugurale dell’Orchestra di Fiati città di Polistena “Cesare Albanese”. L’evento, con il patrocinio dell’amministrazione comunale, è organizzato dall’Associazione Culturale Musicale Nuovo Complesso Bandistico Città di Polistena “Pietro Mascagni”.

Gli abitanti della Piana questa mattina al risveglio hanno avuto una bella sorpresa : la neve! Ebbene si, perchè quello che per tante regioni e persone può essere un disagio e motivo di chiusura di scuole e uffici, per gli abitanti del Sud e in particolare della Piana, è un qualcosa di raro. Gioia Tauro, Palmi, Cittanova, Polistena, Cinquefrondi, Melicucco, ma anche zone di mare, come la Tonnara di Palmi, e la stessa marina di Gioia sono state imbiancate dai fiocchi. Paesaggi suggestivi, e spiagge innevate. Palmi e Cittanova sono stati i comuni più colpiti con quasi 20 cm di neve. Anche a Rosarno nel pomeriggio si è presentata una lieve nevicata, che ha subito suscitato la gioia dei cittadini. C'era però da aspettarselo, le temperature infatti da qualche giorno si sono abbassate notevolmente, toccando anche lo 0. Un evento raro per il nostro sud, che però non ha creato (almeno finora) gravi disagi, ma ha fatto sorridere i più piccoli e tornare bimbi gli adulti, che si sono presi anche una piccola pausa dal lavoro per godersi un'oretta di spensieratezza. 

Ultime Notizie

 

I Più Letti della Settimana

Bingo sites http://gbetting.co.uk/bingo with sign up bonuses