02042020Gio
Aggiornato ilGio, 02 Apr 2020 9am

Pallavolo Serie B2, Indifesa espugna Misterbianco (1-3) e si riprende il secondo posto in classifica guadagnandosi matematicamente i play-off

Pubblicato in CINQUEFRONDI SPORT
07 Aprile 2014
  • dimensione font riduci dimensione font riduci dimensione font aumenta la dimensione del font aumenta la dimensione del font

Polimeni: "Ragazzi tutti encomiabili. Nessuna distrazione nelle prossime quattro partite" Oltre cento i tifosi al seguito

MISTERBIANCO (CT) – Indifesa Pallavolo Cinquefrondi torna ad occupare la piazza d’onore in classifica dopo averlo già fatto in alcuni frangenti della stagione. E lo fa alla grande battendo la diretta concorrente Keracoll Mistebianco in casa propria. La squadra di Cinquefrondi fa tutto da sola, perde il primo set dopo essere stata in vantaggio, poi reagisce e chiude a suo favore portando a casa l’intera posta.

Nella palestra di Misterbianco, all’apertura dei cancelli c’è il pullman di Indifesa ma ci sono anche tantissimi tifosi calabresi che si sono organizzati in proprio per non far mancare la propria vicinanza agli atleti. Famiglie intere scelgono di passare una giornata diversa e si mettono in auto alla volta della cittadina catanese. Cinquefrondi si prepara ad affrontare una squadra formata per ammazzare il campionato e che invece si ritrova a lottare per il mantenimento del secondo posto.

IN CAMPO – Polimeni deve fare a meno di Andrea Neri reduce dall’ennesimo infortunio, recupera, anche se rimane in panchina, Sterminio. La squadra viene affidata a Piedepalumbo, con lui in campo sin dall’inizio l’opposto Carelli, Crigna e Remo centrali, Azzarà nel ruolo di libero,alla banda Dipasquale ed un Chillemi preferito a Omar Sall rimasto a disposizione del coach insieme a Concolino, Montesanti, Sterminio e Mercurio. Tra le fila di Misterbianco mister Maccarrone schiera Di Grande in regia, Sabister libero, Bandieramonte, Maccarone, Boscaini, Catania, Bonsignore, in panchina Floresta, Aiello, Giuffrida, Zappalà. Arbitri dell’incontro Calabrese di Monza e Micali di Messina….

LA PARTITA – Cinquefrondi parte fortissimo e con le giuste motivazioni per concretizzare il certosino lavoro svolto nelle sedute settimanali di allenamento. Nuove soluzioni per aumentare il rendimento nei fondamentali risultati deficitari nelle ultime gare. C’era da servire e ricevere meglio e così è sembrato essere sin dall’inizio. La partenza a razzo (1-5) costringe subito Maccarrone alla sospensione ma lo svantaggio aumenta (3-8) al primo tecnico. Nella fase centrale parità ristabilita al punto 10 a causa ripetuti errori di Carelli reo di cercare insistentemente senza trovare le mani del muro avversario. Cala la ricezione in casa dei calabresi e Polimeni inserisce Sall su Chillemi. Passa avanti Keracoll (16-13) poi ancora equilibrio. Qualche errore in ricezione Indifesa ed i precisi attacchi di Boscaini e compagni consegnano il set a Misterbianco 25-23.

Polimeni non ne fa una tragedia e rimanda in campo il sestetto iniziale con le stesse indicazioni. Evidente la reazione, Aumenta il rendimento al servizio e gira meglio tutta la prima linea servita da un Piedepalumbo in stato di grazia. Giocano e vanno a punto i centrali. Gli attacchi al centro da croce diventano delizia e si vede un Crigna in grande spolvero e sicuramente alla sua migliore prestazione stagionale. Alla fine saranno suoi 13 punti, 5 muri punto e 3 aces. Misterbianco serve sul libero Azzarà e sul posto 4 Dipasquale, Cinquefrondi risponde allo stesso modo dirigendo i servizi su Boscaini Sabister e Maccarone. Più continuo Boscaini meno Maccarone per una media finale del 27% di ricezioni perfette. Nei numeri sul campo Misterbianco va avanti solo fino al 3-1 poi Indifesa cambia passo, va in vantaggio progressivo, raggiunge il massimo vantaggio sul 5-12 per poi amministrarlo fino al conclusivo 20-25. In corsa cambio tattico del palleggiatore Misterbianco, fuori anche Catania per Floresta ma l’esito non cambia.

Parità ristabilita. Stesse formazioni all’inizio del terzo parziale. Un cartellino rosso sul 2-1 all’indirizzo di Azzarà per proteste a nostro avviso giustificate (chiamata a terra una palla nettamente respinta dalle braccia del libero), scuote lo stesso ricettore del Cinquefrondi che, insieme ai suoi compagni ed in un momento di pausa trovano nuove motivazioni dal colloquio con Polimeni. Misterbianco che subisce un giallo per proteste (Catania) avanti al primo tecnico di misura. Sale in cattedra Crigna che si esibisce in una serie positiva di servizi e muri. Alla seconda boa è Cinquefrondi avanti 16-18. Quando Maccarrone chiede l’ultima sospensione a sua disposizione è troppo tardi. Terzo set 21-25 e 1-2 Cinquefrondi.

Mister Maccarrone fa tornare i suoi in campo, nessuna modifica nemmeno per Polimeni che è costretto al recupero di un risicato vantaggio avversario azzerato al punto 7. Poi un’unica squadra in campo, qualcosa si rompe nel Misterbianco e Cinquefrondi raggiunge il massimo vantaggio dell’incontro (+9) mettendo una seria ipoteca sull’esito finale. Il pubblico cinquefrondese, mai domo, comincia a sentire il profumo del secondo posto. Ammutolito il pubblico locale per la verità mai veramente vicino ai suoi. Keracoll fa giocare Zappalà al posto di Maccarrone, E’ lo stesso Cinquefrondi a perdere lucidità consentendo per propri errori il riavvicinamento e recupero di sei punti su nove. Interviene Polimeni che interrompe per un solo punto il set di Carelli sostituito da Sall, al suo rientro Cinquefrondi riparte aiutato anche da un determinante errore al servizio di Arcidiacono inserito proprio per il turno di servizio. L’onore di chiudere l’incontro a Silvio Crigna che intercetta a muro un attacco al centro avversario (25-20) dando il via ai festeggiamenti in campo e fuori con tanto di tuffo liberatorio e di ringraziamento dei giocatori alla volta del pubblico amico.

I COMMENTI – un insolitamente euforico Billy Gurnari afferma senza nasconderlo di aver visto la più bella prestazione di Indifesa di tutta la stagione, riserva elogi per tutti soffermandosi sulla prestazione di Piedepalumbo che si è caricato dell’onere di guidare la squadra in una partita delicata come questa. Ringraziamenti particolari anche al pubblico, mai visto così partecipe nella propria lunghissima esperienza nel campo del volley. Cinquefrondi – ha detto il Dg Indifesa – ha riagguantato il secondo posto con un valore aggiunto, averlo fatto in questo modo, contro una squadra del calibro del Misterbianco ed in casa loro. Continuiamo sulla stessa strada in questo scorcio di campionato e proseguiamo con l’auspicio di poter festeggiare l’ultima partita in casa davanti al meraviglioso pubblico. Un significato nascosto nella dichiarazione di Gurnari, la scaramanzia ha frenato le parole play-off, secondo posto, doppio turno in casa e traguardo promozione.

Anche Polimeni ha riservato elogi al gruppo ed ai sette in campo. Siamo riusciti a concretizzare il lavoro di preparazione nel migliore dei modi mettendo in seria difficoltà i migliori elementi avversari e portando a casa la ventesima vittoria su ventidue incontri. Ora pensiamo alla prossima. Voglio ringraziare - ha proseguito Polimeni – a nome mio,del mio staff tecnico e di tutta la squadra gli straordinari tifosi che ieri ci hanno letteralmente trascinato a una grande quanto importante vittoria. Poi, sollecitato sul finale di stagione, ha chiosato così: “A quattro giornate dalla fine Mymamy e Augusta valgono il Leonforte,Ragusa e Lamezia come il Misterbianco”

I NUMERI DELLA PARTITA : KERACOLL MISTERBIANCO:Bandieramonte 7, Maccarone 13, Di Grande 3, Floresta 3, Bonsignore 9, Catania 8, Boscaini 15. INDIFESA PALLAVOLO CINQUEFRONDI: Chillemi 6, Crigna 13, Dipasquale 20, Carelli 23, Piedepalumbo 4, Remo 7, Sall 1, Montesanti 1

LA SITUAZIONE – Indifesa (56) scavalca la Keracoll (55) al secondo posto. Gela rimane saldamente al comando dopo la vittoria nella serata di domenica contro Acireale. In coda prima vittoria stagionale e primi tre punti per la Mymamy contro Agira. La squadra di Reggio Calabria sarà ospite di Cinquefrondi la prossima settimana mentre per Misterbianco un altro impegnativo incontro contro il Leonforte uscito nettamente vittorioso contro Vibo. Gela ospiterà Augusta.

Acquisita la matematica sicurezza della disputa dei play-off, Cinquefrondi guarda al girone G dove hanno vinto le prime tre in classifica Aversa (57), Lagonegro (48) e Leverano (40).

La vittoria di Indifesa vale doppio in prospettiva. Il computo delle partite vinte-perse nella regular-season giocherà infatti ai fini della determinazione del campo amico in caso di passaggio in finale di due squadre dello stesso girone. In poche parole, se dovessero passare le semifinali play-off Cinquefrondi e Misterbianco, Cinquefrondi avrebbe il vantaggio di giocare prima e terza in casa avendo perso, fino a questo momento, solo due incontri a fronte dei quattro persi dal Misterbianco

 

Ultime Notizie

 

I Più Letti della Settimana

Bingo sites http://gbetting.co.uk/bingo with sign up bonuses