12122019Gio
Aggiornato ilMer, 11 Dic 2019 8pm

L’associazione Pro-fondazione “Carlo Ruggiero” e l’amministrazione comunale di Cittanova organizzano la settima edizione della mostra floro vivaistica “Cittanova Floreale”, manifestazione che si terrà dal 30 maggio al 2 giugno 2015 nello splendido scenario della Villa Comunale “Carlo Ruggiero” di Cittanova.

La mostra ospiterà espositori nazionali ed internazionali per la presentazione di collezioni di piante rare, insolite, curiose oltre a sementi, bulbi e... tutto quanto fa giardino!
Gli stand espositivi saranno sistemati in “settori” a loro riservati lungo i vialetti del giardino, anche questa edizione vedrà la partecipazione straordinaria di maestri giardinieri e di giornalisti di settore.
 
Novità di quest’anno un concorso fotografico “Fotografa la più bella” il bando è scaricabile dal sito dell'evento.
 
L' inaugurazione sarà sabato pomeriggio alle ore 17.30, domenica, lunedì e martedì  orario no stop 9.30 - 20.30.

"L'ordinanza emanata dal prefetto di Reggio Calabria in merito all'annoso problema delle cosiddette “vacche sacre” è un atto importante che muove nella direzione della sicurezza dei cittadini, degli automobilisti e degli agricoltori che insistono sul territorio pede aspromontani". Lo ha dichiarato il sindaco di Cittanova, Francesco Cosentino, che in merito al provvedimento varato dal prefetto Claudio Sammartino ha voluto sottolineare  “i significativi elementi di novità contenuti nel decreto, utili a fornire nuovi strumenti a forze dell'ordine e amministratori per la gestione del fenomeno. La volontà di affrontare con decisione la problematica dei bovini vaganti - ha proseguito il primo cittadino - è un ulteriore segnale che lo Stato mette in campo per far sentire la sua presenza in aree storicamente complesse della Calabria".

"Come amministrazione comunale di Cittanova siamo pronti a prestare la necessaria collaborazione in questo senso, rinnovando la sinergia tra istituzioni e organi dello Stato, con l'auspicio che nel prossimo futuro le criticità riscontrate dai cittadini possano essere risolte con successo Secondo  Cosentino “un grazie va al prefetto e alle forze dell'odine che nel tempo hanno dimostrato attenzione massima alle istanze della popolazione e grande sensibilità verso le problematiche dalla provincia di Reggio Calabria e, nello specifico, della Piana di Gioia Tauro. Dal nostro punto di vista, - dice - ogni sforzo nella direzione della legalità e della libertà, sarà uno sforzo necessario, condiviso e importante, che l'amministrazione cittanovese e l'intera comunità di Cittanova saranno pronte a compiere per l'affermazione della giustizia e del bene comune".

Sembra migliorare lo stato di salute di Gino Frisina, l’uomo rinvenuto ieri mattina sull’asfalto nella strada che conduce a Cittanova. Tuttavia le sue condizioni rimangono ancora sotto controllo dai sanitari dell’Ospedale di Polistena, dove è stato ricoverato.

Ancora da accertare la dinamica dei fatti. Da una prima ricostruzione sembra che il Frisina, mentre percorreva l’arteria stradale a bordo della sua Vespa rossa, abbia accusato un malore, di probabile origine cerebrale, e che a causa di questo sia finito contro un muretto, che cinge il bordo della carreggiata, e finito per cadere a terra menando con il viso sull’asfalto.

I primi a prestare soccorso, sono stati i fratelli Pasquale e Rocco Franchetti, che si trovavano a percorrere la stessa tratta.

I due, accortisi subito della gravità della situazione in cui versava il Frisina, hanno evitato di smuovere il corpo dell’uomo, onde evitare ulteriori traumi, e aspettato sul posto l’arrivo dei soccorsi del 118, da loro prontamente allertati, che son giunti immediatamente sul luogo con un’autoambulanza, insieme ad una pattuglia dei Carabinieri.

Gaetano Errigo

Sabato 18 aprile, alle 18,30, il medico e scrittore Gianpiero Adornato presenterà a Cittanova, in provincia di Reggio Calabria, il suo romanzo “I Cavalli di Murer” (Falco editore).

L’evento si svolgerà presso la Biblioteca Comunale di Piazza Calvario, nel grazioso paese reggino, di cui Adornato, peraltro, è originario.

Dopo i saluti del sindaco di Cittanova Francesco Cosentino, interverranno il dottor Giovanni Franconieri, la professoressa Maria Immacolata Cutrì, e il giornalista Carlo Minervini. A moderare l’incontro sarà l’avvocato Flavia Bruzzese, mentre brani scelti del romanzo saranno letti da Tiziana De Lorenzo, con un sottofondo musicale composto ed eseguito dallo stesso Gianpiero Adornato.

La vicenda narrata in questo romanzo è solo in parte vera. Il personaggio principale ha fornito all’autore l’espediente per affrontare una malattia come la demenza (di qualsiasi natura) e offrirla al lettore con la tenerezza e la comprensione che merita. Riportando alla memoria una grande amicizia passata, racconta la storia di tre uomini in apparenza diversi che, in realtà, come novelli Amici miei, diedero tutto per salvaguardare quello strano connubio di “simpatici lestofanti”. La vena ironica che pervade la storia ha l’intento di alleggerire il pathos che in alcuni punti della narrazione raggiunge l’apice e di far riflettere sulle fragilità umane; in fondo, dietro uno stato patologico, spesso incompreso e deriso, si cela un mondo tutto da scoprire e, perché no, da amare.

Sabato 18 aprile, a Cittanova (RC), la presentazione de “I Cavalli di Murer”, di Gianpiero Adornato.

“La storia è giallorossa”, e non è retorica. La Cittanovese vince il campionato di Promozione girone B con tre giornate di anticipo rispetto alla fine della stagione agonistica. E certifica il salto in Eccellenza, dopo quindici anni di attesa. L’affermazione interna contro il Soriano, domenica pomeriggio, ha aperto le porte ad successo straordinario e senza precedenti, arrivato al termine di una cavalcata entusiasmante. Un vero e proprio trionfo a cui hanno lavorato società, staff tecnico, calciatori e tifosi. Ognuno svolgendo al meglio il proprio ruolo, ognuno proiettato all’obiettivo comune: la vittoria.

Mai una squadra di Cittanova aveva vinto due campionati di fila, mantenendo ininterrottamente il primato in classifica per 57 partite consecutive.

 I numeri collezionati dalla Cittanovese nella stagione in corso parlano chiaro: 22 partite vinte su 27 giocate. Poi due pareggi e solo tre sconfitte. In casa i giallorossi hanno mantenuto l’imbattibilità per l’intero torneo, macinando gioco, gol e punti. Le reti messe a segno sono 80 (media di 3 a partita), mentre quelle subite si fermano a 18. Una stagione da incorniciare, resa ancora più preziosa dalla storica finale di Coppa Italia Dilettanti disputata contro l’Acri lo scorso 4 gennaio.

 Francesco D’Agostino – “Questo successo  - ha affermato il dirigente giallorosso - è dedicato a Francesco Zerbi. Cittanova e la Cittanovese non dimenticano un grande uomo e uno straordinario campione. Adesso c’è immensa soddisfazione e profonda emozione per questo traguardo storico. Rileggendo i numeri di questa stagione emerge chiaro il dominio assoluto della squadra. Emerge la solidità di un percorso sportivo su cui sono stati riversati sacrifici e impegno da parte della dirigenza, degli sponsor, dei sostenitori. Lo sport ritorna ad essere un orgoglio per Cittanova, per i suoi cittadini e per gli appassionati. E, ancora, uno stimolo positivo per i tanti ragazzi del nostro territorio. Adesso godiamoci questo successo e prepariamo la festa. Al futuro penseremo a fine campionato”.

 Francesco De Matteis – “Da due stagioni – ha sottolineato il vicepresidente della Cittanovese - i colori giallorossi sono sinonimo di gran calcio, successi e entusiasmanti imprese sportive. Il progetto nato due anni fa prosegue spedito e, anche in futuro, saprà regalare emozioni e vittorie ai nostri tifosi”.

 Antonio Loprevite – “Volevamo centrare il nostro obiettivo stagionale tra le mura amiche – ha ricordato il presidente della Cittanovese - regalando ai tifosi una storica giornata di sport. Ci siamo riusciti, e tanto basta a ripagarci dei sacrifici affrontati in questi anni. Un pensiero va all’allenatore Peppe Giovinazzo e a tutti i calciatori che, con dedizione encomiabile, hanno lavorato sodo per riportare la Cittanovese in Eccellenza. Un grazie va a loro e a tutti i protagonisti che hanno contribuito a rendere speciale questa stagione”.

 Soddisfazione e gioia sono state espresse anche dai dirigenti Alessandro Condello, Girolamo Guerrisi, Francesco Avenoso e Francesco Deraco.

Beni mobili ed immobili per un valore 1,2 milioni di euro fra cui  tre fabbricati (un villino, una civile abitazione e un garage), due terreni ubicati in provincia di Lucca e una autovettura di lusso sono stati sequestrati dai militari della polizia tributaria della Guardia di Firenze, G.I.C.O. (Gruppo Investigativo Criminalità Organizzata), che hanno dato esecuzione una misura cautelare patrimoniale antimafia emessa dal tribunale di Lucca su proposta della Dda presso la Procura della Repubblica di Firenze diretta dal Procuratore Giuseppe Creazzo (ex Procuratore della Repubblica di Palmi), nei confronti di Giuseppe Lombardo,  domiciliato in Altopascio, ritenuto vicino alla cosca di ndrangheta dei ''Facchineri'' di Cittanova, in provincia di Reggio Calabria. "Il provvedimento - viene spiegato in una nota - colpisce il vertice dell’organizzazione, nei cui confronti è stata applicata anche la misura di prevenzione personale della sorveglianza speciale di pubblica sicurezza per reati associativi di grave intensità, soprattutto sul versante della disponibilità di risorse finanziarie di una pericolosa propaggine della famiglia di ‘ndrangheta dei “Facchineri” operante sul territorio toscano".

A Cittanova è tempo de “I Coraisimi”: domenica prossima andrà in scena l’ultimo atto delle attività carnevalesche che precedono il periodo quaresimale. Il passaggio dalla festa alla riflessione: la chiusura ideale del percorso  che riconduce alla normalità dopo i giorni della dissolutezza. La  vicenda racconta “La Morte di Carnevale” e, in un clima di allegria, la sua fine ingloriosa.

 “I Coraisimi”, allestititi a Cittanova in un clima di allegria e spensieratezza, recuperano una tradizione antichissima e per lo più perduta. E quello di domenica 22 febbraio è l’unico appuntamento in Italia ad animare questa particolare memoria. La manifestazione è organizzata e promossa dall’Associazione “Carnevale Cittanovese” con il patrocinio del Comune di Cittanova.

 Vista l’unicità dell’evento e l’importante richiamo, particolare rilevo assume il Patrocinio del Consiglio regionale della Calabria alla manifestazione.

 Il programma si snoderà lungo l’intero arco della giornata, richiamando migliaia di curiosi da ogni parte della provincia reggina. Alle ore 10,00  l’inizio della veglia di “Carnevale” all’interno della sede Pd (accanto al Cineteatro “Rocco Gentile”). Dalle 17,00 la sfilata delle spoglie all’interno per le vie cittadine, accompagnate dalla musica del complesso bandistico “Città di Cittanova”, quindi gli spettacolari fuochi d’artificio e il falò in  piazza San Rocco con le spoglie di “Micu Carnelevari” ormai trapassato. Accanto alle attività scherzose e allegoriche, la degustazione di zeppole, “chiacchiere”, dolci e vino.

 

In caso di pioggia la manifestazione verrà rinviata alla domenica successiva 1 marzo.

 

«Crediamo nella riscoperta e nella valorizzazione di questa tradizione – hanno spiegato i componenti dell’Associazione “Carrnevale Cittanovese” – perché i “Caraisimi” rappresentano una peculiarità del nostro paese e della sua storia. Cittanova, nel tempo, ha saputo proporre soluzioni culturali di livello alto. Riprendere in mano la ritualità della “Morte di Carnevale” significa recuperare parte di una cultura che rischia di andare perduta. A riguardo ringraziamo il Comune di Cittanova per il patrocinio alla manifestazione di domenica. Un ringraziamento particolare va alla Presidenza del Consiglio regionale che ha voluto patrocinare i “Coraisimi” come attività culturale specifica di Cittanova».

Beni per un valore di due milioni e mezzo di euro sono stati confiscati dalla Dia di Genova ai fratelli Aldo ed Ercole Gaglianò, i quali secondo la Procura sarebbero affiliati fin dagli anni Ottanta alla cosca di ndrangheta dei Facchineri . I beni, che secondo gli inquirenti sarebbero di provenienza illecita,  si trovano tra Tortona (Alessandria) e Cittanova (Reggio Calabria).

Il padre dei fratelli Gaglianò, Giuseppe, fu ucciso a Genova nel 1978 nell’ambito della “faida di Cittanova” che contrapponeva la ‘ndrina Facchineri a quella Raso-Gullace-Albanese, e un fratello, Luciano, venne assassinato nel 1991, sempre a Genova, da esponenti del clan mafioso siciliano Fiandaca-Emanuello, legato alla famiglia Madonia, quella dominante di Cosa nostra a Caltanissetta. Per Aldo e Ercole Gaglianò, la Corte di Appello di Reggio Calabria nel gennaio scorso ha disposto la confisca dei beni, mentre ha rigettato la misura della sorveglianza di P.S.

 

Il 10 febbraio 2015 si è tenuta nei locali del circolo una riunione del PD di Cittanova presieduta e conclusa dal Segretario provinciale On. Sebi Romeo.

La riunione si è resa necessaria a seguito delle dimissioni presentate nei giorni scorsi,  per ragioni strettamente personali, dal Segretario del circolo Sergio Zappone, cui è andato il ringraziamento unanime e sentito dei presenti per l’impegno profuso nel corso del suo mandato e per i risultati ivi conseguiti.

Dopo un’ampia, approfondita e serena discussione, caratterizzata da un forte spirito unitario e che ha visto la partecipazione di numerosi dirigenti del partito, degli eletti e degli amministratori comunali PD, si è preso atto delle dimissioni del Segretario e, su proposta del Segretario provinciale, unanimemente condivisa, è stato deciso che il percorso che porterà il circolo verso il futuro congresso sarà gestito dallo stesso Segretario di Federazione, Sebi Romeo, assieme ad un Coordinamento formato dai componenti del circolo facenti parte degli organismi regionali e provinciali, che risulta così composto: Girolamo Demaria della direzione regionale, Anselmo La Delfa dell’assemblea regionale, Gaetano Gerace e Karenza Retez dell’assemblea provinciale.

Tale fase sarà gestita attraverso un ampio e costante coinvolgimento di tutte le importanti energie che il partito locale dispone e dei suoi iscritti.

Essa dovrà anzitutto consentire al circolo di rafforzare il rapporto con la città, fra gli iscritti e con i propri elettori e di rilanciarne l’iniziativa politica sulle questioni di interesse nazionale e locale.

A tal proposito, il PD è pienamente consapevole delle condizioni di crisi più generale che si ripercuotono nel nostro fragile tessuto economico, sociale e civile. In virtù di ciò si ritiene pienamente impegnato a cogliere le condizioni favorevoli discendenti sia dall’attenzione che il governo Renzi dovrà avere nei confronti di questo territorio, che dalla nuova Giunta regionale di centro sinistra guidata dal Presidente Oliverio e che registra la centralità della forza del PD, i cui rappresentanti saranno certo sensibili e vicini alle istanze di Cittanova e saranno, pertanto, stimolati ed impegnati a dedicarsi ad affrontare i tanti problemi di questa comunità.

Con tale obiettivo è stata programmata per le prossime settimane una iniziativa di respiro comprensoriale con al centro la nuova Regione e le iniziative a favore del territorio di Cittanova e della Piana che vedrà la partecipazione del Presidente Oliverio e delle rappresentanze istituzionali Parlamentari e regionali del PD.

In merito alla situazione politico-amministrativa locale è stata unanimemente condivisa e ribadita la linea politica espressa dal circolo nel corso di questi mesi e confermata, per  ultimo, dalla lettera inviata nelle scorse settimane al Sindaco e alle altre forze della coalizione Cittanova Cambia.  Il PD, dopo essersi speso generosamente per ricreare le ragioni politiche dell’alleanza e costruire la coalizione Cittanova Cambia, oggi partecipa all’esperienza amministrativa cittadina in maniera convinta, responsabile e generosa, con la consapevolezza di dover dare risposte alle richieste di cambiamento che i cittadini hanno inteso assegnare col loro consenso alla coalizione.

Ritiene, inoltre, che le forze politiche debbono saper ritrovare il necessario protagonismo affinchè, attraverso le iniziative che le sono proprie e in un corretto rapporto di autonomia tra forze politiche e amministrazione, possano efficacemente supportare l’azione amministrativa ancorandola alle ragioni originarie dell’alleanza. In tale direzione, con senso di responsabilità e con una forte tensione unitaria, si sente impegnato ed è al servizio della traduzione e realizzazione del Progetto politico ed amministrativo presentato agli elettori, nell’esclusivo interesse di tutta la cittadinanza.

Infine, è stato deciso che nei prossimi giorni sarà convocata una assemblea di tutti gli iscritti e dei simpatizzanti per informarli sulla nuova fase apertasi e definire assieme a loro le opportune iniziative per il rilancio della vita politica del circolo e che li renda protagonisti della costruzione di un PD sempre più aperto, inclusivo e che guardi al futuro.

 

I Sindaci di Cittanova, Francesco Cosentino, e di Palmi, Giovanni Barone, hanno emesso due ordinanze comunali con le quali è stata disposta la chiusura delle scuole pubbliche. A Cittanova le scuole erano chiuse sin da oggi e a causa dell'allerta meteo lo saranno anche domani dieci febbraio.
Ciò è avvenuto anche a Palmi dove il sindaco ha oggi emesso, a causa della nevicata che ha interessato tutto il territorio comunale con problemi alla circolazione di veicoli e persone l'Ordinanza di Chiusura Scuole e Uffici Pubblici, che è stata dettata anche dalla Ordinanza dell’Arpa Calabria di allerta meteo valida ancora fino alla giornata di domani 10 febbraio. Considerato  che le previsioni meteo per le prossime 24 ore confermano situazioni di possibili nevicate e maltempo e quindi si rende necessario prorogare la chiusura almeno delle scuole pubbliche e private di ogni ordine e grado.

 

 

Ultime Notizie

 

I Più Letti della Settimana

Bingo sites http://gbetting.co.uk/bingo with sign up bonuses