15092019Dom
Aggiornato ilSab, 14 Set 2019 7am

Zmedica- Settembre: il mese della dieta

Pubblicato in ZMEDICA
02 Settembre 2019
  • dimensione font riduci dimensione font riduci dimensione font aumenta la dimensione del font aumenta la dimensione del font


Settembre è, per antonomasia, il mese dedicato al benessere fisico perché è quello che ci da un dinamico sprint, incoraggiandoci ad intraprendere quello stile di vita che per tutta l’estate non abbiamo fatto altro che rimandare. Ci sentiamo tutti come se dovessimo iniziare una nuova vita, come se settembre (che, per combinazione, è il nono mese dell’anno come nove sono i mesi di una gravidanza) ci desse una seconda vita, una seconda possibilità (la prima ci era stata data a Gennaio) per ricominciare da capo un qualcosa che abbiamo interrotto o di iniziare quello che da tempo desideriamo. E non si parla solo di alimentazione sana ed equilibrata. Nel calderone del “da settembre” rientrano: palestra ed attività fisica, studio, sveglia presto, lavoro, faccende domestiche, ecc. Insomma, moltissimi elementi della quotidianità vengono rimandati a dopo l’estate e adesso sono tutti li a fissarci e ad aspettare il momento in cui andremo a ripescarli per trasformare i buoni propositi in realtà tangibili, con la speranza di non essere rimandati ancora una volta.
Ad esempio infatti, parlando di alimentazione, molto spesso succede che, chi ad agosto ha ripromesso “da settembre mi metto a dieta”, si ritrovi a dover affrontare strascichi di estate e residui di parenti/turisti non ancora rientrati alla base con annesse abbuffate di fine stagione che rallentano la ripresa della routine e soprattutto minano alla messa in atto di tutte quelle buona intenzioni che, per tanto, rimarranno a mollo nel calderone fino a Gennaio, come se per iniziare a mangiare in modo sano ed equilibrato, il resto del mondo debba sparire e la vita sociale debba azzerarsi completamente per non dover incorrere in tentazioni.
Questo modo di approcciare la corretta alimentazione, comune alla stragrande maggioranza delle persone, è sbagliato e soprattutto non porta ad ottenere risultati a lungo termine.
La dieta, sana, equilibrata, variegata e soprattutto gustosa, deve essere intesa come stile di vita da adottare per tutelare il proprio benessere e la propria salute: ciò non vuol dire privarsi, fare rinunce o sacrifici ma piuttosto, imparare a darsi delle regole e a rispettarle, a volersi bene ma soprattutto a saper conciliare i momenti di convivialità e divertimento con le buona abitudini a tavola. Concedersi qualche sfizio, approfittare di un qualcosa di cui siamo particolarmente golosi, non ci preclude la possibilità di condurre un’alimentazione salutare, anzi ci incentiva perché ci rende consapevoli di come reagisce il nostro organismo a quel qualcosa in più.
Perciò, settembre ci dice che è ora di smetterla di accampare scuse su scuse pur di non mettersi a dieta ma, anzi, ci fornisce ancora giornate abbastanza lunghe e soleggiate per poter praticare un po’ di sana attività fisica e colora la nostra tavola con tutte quelle verdure saporite che durante l’estate abbiamo guardato da lontano manco fossero bestie di  Satana.
Settembre è il mese della ritorno e della ripartenza, come quando si rientra a casa dopo un viaggio  e bisogna disfare le valigie, fare ordine, mettere  a posto, non solo la casa, ma anche le idee perché si deve riprendere la vita di tutti i giorni. E così come da un viaggio si torna sempre arricchiti, nel corpo e nello spirito, settembre aspetta che quella ricchezza diventi il nostro trampolino di lancio per tuffarci nel mare di salute che tanto abbiamo premeditato.

Dott. Muzzupappa Lorena
Biologa Nutrizionista

Ultime Notizie

 

I Più Letti della Settimana

Bingo sites http://gbetting.co.uk/bingo with sign up bonuses