Africo, arrestato Giuseppe Morabito aveva con se 500 grammi di cocaina

Nel corso della serata di ieri, in Africo Nuovo (RC) i Carabinieri della Compagnia di Bianco hanno tratto in arresto, in flagranza di reato, MORABITO Giuseppe, cl.1978.

Nel corso di un predisposto servizio di controllo del territorio finalizzato alla prevenzione e repressione dei reati in genere, un equipaggio di una pattuglia dell’Arma, insospettito dall’atteggiamento del conducente di una autovettura che stava percorrendo ad elevata velocità la via Nazionale di Africo Nuovo, gli ha intimato l’alt al fine di procedere ad un normale controllo.

Il guidatore, al fine di sottrarsi all’accertamento, ha accelerato la marcia dandosi a precipitosa fuga per le vie del piccolo Comune della Locride; ne è nato un breve inseguimento, durante il quale, il mezzo, è riuscito a far perdere le proprie tracce.  

Ai Carabinieri, però, non è passato inosservato il gesto del conducente che, durante l’inseguimento, con una mossa repentina, ha gettato fuori dal finestrino un borsello di colore nero, nella speranza che la scarsa visibilità e la confusione che in quel momento vi era tra le strade di Africo, avesse distratto i militari; ma non è stato così e, allorquando gli operanti lo hanno raccolto ed aperto, hanno trovato all’interno oltre che i documenti di identità del conducente, un panetto dal peso di 500 gr. di cocaina.

Immediatamente sono scattate le ricerche del giovane, soprattutto presso i luoghi dallo stesso frequentati.

La sua fuga, durata pochissimi minuti, è terminata allorquando i militari gli hanno stretto le manette ai polsi.

Attualmente si trova rinchiuso nel carcere di Reggio Calabria.

Dovrà rispondere del reato di detenzione di sostanza stupefacente ai fini di spaccio.

Lo stupefacente, immesso sul mercato, avrebbe fruttato all’incirca 30.000 euro (valutato circa 60,00 euro al grammo).