Il Pensiero Del Giorno. Lectio Magistralis su Medma: Origini Preistoriche e nome proto-sinaitico

203

 

Il Pensiero Del Giorno. Lectio Magistralis su Medma: Origini Preistoriche e nome proto-sinaitico.

Si è tenuta presso l’Auditorium comunale F. Foberti il 20 Dicembre 2023, una lectio-magistralis di presentazione del libro scritto da Lino Licari, esperta guida naturalistica e fervente appassionato di escursionismo esplorativo, storico-archeologico. Il libro dal titolo Medma Origini preistoriche e nome proto-sinaitico dal Paleolitico al Neolitico: una parte di storia sconosciuta, ha scaturito un dibattito nel corso della serata sugoso di argomenti e novità inerenti le origini ancor più antiche nonché preistoriche di Medma, concernenti anche la datazione della propria fondazione. Varie autorità e personalità si sono succedute nella serata di presentazione del medesimo. Le stesse, durante l’esposizione delle proprie tesi hanno convenuto su un punctum pruriens, ovvero valorizzare maggiormente le ultra-secolari e inesplorate origini dell’Antica Medma, le quali consentirebbero di conferire maggior lustro e visibilità all’odierna Rosarno. Lino Licari, in medias res, durante il proprio intervento ha fatto intravvedere attraverso delle diapositive l’estensione dell’Antica Medma, facendo risalire le proprie origini ancor prima del V-VI sec a.c. Egli ha proiettato anche dei reperti archeologici, soprattutto delle pietre che venivano utilizzate dai nostri avi per cacciare e tagliare il cibo (chopper). Con tono divulgativo e una notevole captatio benevolentiae, è riuscito ad intrattenere il pubblico astante, levando il velo ad una parte storica rimasta per troppo tempo avvolta nelle tenebre. Grande rilevanza è stata altresì attribuita al rinvenimento della statua della Dea Madre, la quale acclara le origini del nome di Medma, affermando che esso presumibilmente facesse riferimento al fatto che la città si situasse topologicamente tra le acque dei suoi due fiumi. Merito inoppugnabile di Licari è quello, come dice il sovrintendente Scaravilli, di porre rimedio alla trascuratezza dei dati preistorici relativi a Medma e alle sue antichissime origini. A Licari va riconosciuta come suddetto la curiosità, l’impegno, la dedizione e lo zelo che con tenacia mette ogni qualvolta si dedica alle esplorazioni, alla ricerca di tesori ancora ignoti della nostra civiltà d’origine. 

Francesco Grossi

 

Articolo precedente Reggio Calabria – chiama carabinieri perché non può procurare medicine per madre malata. Militari acquistano e donano farmaci
Articolo successivoSenzatetto molestato a Bovalino la notte di capodanno – Marziale: “Bullismo? Stupidità – ora si scusino e lo aiutino”