Calabria – 15enne aggredito a calci e pugni perché gay

349

Nella serata di sabato, un 15enne è stato aggredito a calci e pugni sul lungomare di Crotone. La motivazione dell’aggressione sarebbe l’orientamento sessuale. È stato il padre del ragazzo a raccontare la vicenda al giornale “Il Crotonese”.

Secondo quanto raccontato dal genitore, il figlio, già da tempo subiva minacce e offese. Sabato è stato assalito sul lungomare da un ragazzo maggiorenne che l’ha aggredito. IL 15enne è stato difeso da una coppia di passanti. Portato in ospedale, la tac non ha riscontrato traumi.
“Solo ora ho più chiara la situazione. Mio figlio da questo ragazzo più grande di lui subiva vessazioni da mesi – ha spiegato il padre-, ha trovato il coraggio di farmi sentire dei messaggi vocali in cui dalla stessa persona veniva minacciato, gli ha anche detto che gli avrebbe tagliato la testa con un’ascia. Mi fa soffrire la consapevolezza di essere solo con mio figlio. – Non mi crea problemi – ha aggiunto – il suo orientamento sessuale, voglio che sia felice, lo rispetto comunque esso sia, ma mi fa paura il contesto culturale in cui viviamo”.

Articolo precedente Beppe Grillo rompe con Conte: “No partito unipersonale”
Articolo successivoVaccini Calabria – da oggi 30 giugno Open Day