Calabria: pagano cena con banconote false, arrestata coppia

La polizia, nella giornata di ieri, ha arrestato, Francesco Esposito e Maria Minei, rispettivamente di 29 e 36 anni, entrambi originari di Napoli e gravati da pregiudizi penali e di polizia, colti nella flagranza del reato di spendita e introduzione nello Stato di banconote falsificate, in concorso.

I due infatti, sono stati rintracciati a seguito di una segnalazione fatta da un ristoratore di Pizzo, truffato dalla coppia che ha pagato il conto di una cena, con banconote false.
Sono stati bloccati presso una struttura alberghiera. Al momento dell’identificazione, la donna ha tentato di disfarsi di un involucro che, tuttavia, è stato subito recuperato dagli operatori, e al cui interno sono state rinvenute e sequestrate 18 banconote falsificate da 100 euro, rivelatesi di ottima fattura e dello stesso stampo di quella falsa spesa al ristorante.

In considerazione della loro pericolosità sociale, prima della loro traduzione, rispettivamente, alle case circondariali di Vibo Valentia e Reggio Calabria, ad Esposito e Minei è stato notificato da personale della Divisione Anticrimine il provvedimento del Questore di foglio di via obbligatorio dalla provincia di Vibo Valentia per la durata di 3 anni. Ulteriori indagini sono in corso per accertare eventuali altri episodi di spendita di banconote false da parte della coppia: al riguardo, chiunque sia stato recentemente vittima di tale raggiro è invitato a contattare al più presto la Squadra Mobile di Vibo Valentia.