Carabiniere tenta di sedare lite durante prima comunione – ferito alla testa da un colpo di pistola

369

Un brigadiere dei carabinieri di 43 anni è stato ferito gravemente alla testa con un colpo di pistola durante una lite scoppiata, sul sagrato di una chiesa a Santa Maria degli Ammalati, frazione di Acireale, nel Catanese.

Il sottufficiale, fuori dal servizio, è intervenuto per sedare una lite tra due delle famiglie presenti alla cerimonia della prima comunione. Uno dei ‘contendenti’ ha estratto una pistola ed ha esploso un colpo centrando il brigadiere alla testa. Il sottufficiale è ricoverato con la prognosi riservata nell’ospedale Cannizzaro, ma l’uomo non sarebbe in pericolo di vita.

I medici temono “eventuali esiti delle lesioni” causati dal colpo di pistola che lo ha ferito tra la testa e il collo, che potrebbero causargli danni permanenti.

L’autore della sparatoria, un 69enne, nonno di un ragazzo che stava per ricevere la Prima Comunione, è stato arrestato da militari della Radiomobile dei carabinieri di Acireale. La Procura di Catania, che gli contesta il tentato omicidio e porto illegale di arma da fuoco, ne ha disposto il trasferimento in carcere.

Articolo precedente Monopattino elettrico- Obbligo assicurazione e divieto per minorenni
Articolo successivoTroppi positivi al COVID in paese – banca impedisce accesso a clienti