Coldiretti Calabria: bene, da parte del Dipartimento Agricoltura, l’assegnazione suppletiva 2022 di carburante agevolato per l’agricoltura

93

Coldiretti Calabria: bene, da parte del Dipartimento Agricoltura, lassegnazione suppletiva 2022 di carburante agevolato per lagricoltura

La Coldiretti Calabria rende noto che, dopo pressante richiesta, il Dipartimento Regionale Agricoltura con provvedimento prot. 349635 di oggi 28 ottobre, a firma del Dirigente Generale Giacomo Giovinazzo, ha autorizzato lassegnazione suppletiva 2022 di carburante ad accise agevolata per lagricoltura. Tale provvedimento, viene incontro alle necessità degli agricoltori per il protrarsi della siccità che interessa il territorio calabrese ormai da diversi mesi che ha costretto a lavorazioni e interventi conseguenti per mitigare gravi ripercussioni per il comparto agricolo. Questa scelta – commenta Franco Aceto presidente di Coldiretti Calabria è un reale sostegno alla redditività delle imprese agricole, già duramente colpite dallaumento dei costi. Di questo immediato riscontro, siamo grati allassessore Gallo e al Dipartimento che senza indugio hanno raccolto le nostre sollecitazioni.  È una scelta importante per il bene delle imprese e un segnale di come lavorare di concerto con le Istituzioni porti risultati determinanti a tutela dei nostri imprenditori»

La  concessione dell ulteriore aumento del quantitativo di carburante, va richiesta entro il 30 ottobre p.v. , come supplemento per le attività lavorative agricole per le quali, come si legge nel provvedimento, a seguito della siccità, si è dovuto ripetutamente intervenire, ovvero su colture quali agrumi e fruttiferi in genere, ulivo e vite, ortaggi a pieno campo, foraggere e prati pascoli con irrigazioni di soccorso, ulteriori cicli di trattamenti fitosanitari, operazioni meccaniche al terreno e, non ultimo, gli allevamenti zootecnici”.

 

28 luglio 2022

Articolo precedente Covid, Pregliasco: “Vaccinazione fondamentale. Non sminuire l’importanza della patologia”
Articolo successivoCrolla controsoffitto in una chiesa nel vibonese