Covid- rischio zona rossa per 4 regioni tra cui Calabria

1256

Per la prossima settimana altre regioni potrebbero aggiungersi al rosso della cartina delle restrizioni.

La Toscana è la regione più a rischio, che potrebbe unirsi alle dieci che già si trovano nella fascia delle misure più dure.

Altre regioni in bilico – lievemente meno a rischio – sono Calabria e Valle d’Aosta. In quest’ultima la situazione è peggiorata solo nell’ultima settimana (dati che non saranno ancora riportati nel prossimo dossier dell’Iss): non sarebbero stati rilevati 250 casi ogni 100mila abitanti – elemento discriminante per l’assegnazione della zona rossa – e l’impatto sugli ospedali resta relativamente basso, ma nelle ultime ore l’Rt è decisamente sopra 1,5.

In Calabria e Liguria, invece, i dati non sembrano cresciuti in maniera allarmante rispetto alle precedenti settimane.

In attesa del report dell’Istituto Superiore di Sanità, il governatore Eugenio Giani commenta l’aumento dei contagi in Toscana e con cautela auspica una conferma: “ce lo aspettavamo: siamo a 246 contagi su 100mila abitanti quindi sotto la soglia di 250, la Toscana quindi può pensare, ragionevolmente, di rimanere in zona arancione anche per la settimana prossima”. Ma l’intento ora è di andare avanti “con il metodo che ormai usiamo da quattro settimane cioè ritagliando la zona rossa per quelle zone di livello provinciale in cui si supera” quella soglia.

Articolo precedente Michele Conia entra nella segreteria nazionale demA
Articolo successivoLesioni gravi, minacce e ingiurie- Arrestato 20enne