Fondazione Casa di Giacomo- sottoscritto memorandum d’intesa con reparto Cardiologia Polistena

Il 14 settembre 2020 in occasione del compleanno del piccolo Giacomo Francesco Saccomanno avrebbe compiuto 4 anni, se non fosse deceduto alla sola età di 2 anni per un caso di malasanità, in corso di indagini. La Fondazione La casa di Giacomo”, costituita in suo ricordo, comunica, con grande gioia, la sottoscrizione di un memorandum d’intesa con il reparto di Cardiologia dell’Ospedale di Polistena, diretto dal dott. Amodeo Vincenzo, che prevede,come primo step, l’acquisto di una sonda pediatrica per l’ecocardiografo del reparto di cardiologia, che consentirà di svolgere l’ecocardiogramma ai bambini fin dalla nascita. Questo primo adempimento è, allo stato, vincolato dall’acquisto da parte dell’Ospedale di un nuovo apparecchio di ecocardiografia, posto che quello attualmente in uso nel reparto è “obsoleto” e non implementabile con accessori che, invece, ne consentirebbero l’utilizzo anche per uso pediatrico.

Ad oggi l’Ospedale, pur possedendo sia il reparto di cardiologia che quello di pediatria ed essendo, inoltre, l’unico punto nascita nella piana, non può, certamente, proseguire a dirottare i piccoli pazienti su altri nosocomi esistenti nel territorio. 

La Fondazione che ricordiamo si occupa principalmente di raccogliere fondi per svolgere progetti in ambito di cardiologia pediatrica ha manifestato, quindi, la disponibilità ad acquistare la sonda e, successivamente, si è impegnata all’istituzione di un ambulatorio di cardiologia pediatrica, con acquisto di altra apparecchiatura necessaria a garantire uno screening cardiologico pediatrico.

Quest’anno, a causa del Covid19, non è stato possibile portare a termine i progetti che la fondazione aveva avviato, ovvero lo screening elettrocardiografico sui bambini della V classe dellescuole di Rosarno, progetto che non è stato annullato ma, solamente, rimandato a quando le condizioni sanitarie lo consentiranno. 

Per la stessa ragione, ovvero in merito alle restrizioni da Covid, si è deciso di non svolgere la manifestazione che ogni anno, il 14 settembre, ricorda il piccolo Giacomo e prevede la raccolta fondi per consentire la realizzazione di numerosi progetti che la fondazione dovrà attuare nel territorio. 

Nella speranza che al più presto possa riprendersi l’attività di sostegno alle iniziative programmate, la fondazione ci tiene a ringraziare il direttore sanitario dott. Giuseppe Dascoli,dell’Ospedale di Polistena, per aver appoggiato l’indicato progetto e il dott, Amodeo Enzo per l’entusiasmo e la grande disponibilità dimostrata.