Gratteri consulente della Commissione Antimafia

Poteva essere il Ministro della Giustizia se non fosse per il veto posto da Napolitano, ma Matteo Renzi non ha voluto rinunciare alle sue competenze. Nicola Gratteri, procuratore aggiunto di Reggio Calabria,  sarà consulente della commissione Antimafia. Lo ha annunciato la presidente della Commissione, Rosy Bindi, a margine della presentazione della relazione annuale della Direzione nazionale antimafia. Si tratta, ha sottolineato la Bindi, «di una nomina preparata da tempo». Quanto alla mancata nomina di Gratteri a ministro della Giustizia, la Bindi ha parlato di «scelta basata sulla prassi consolidata: mai un magistrato in servizio è diventato ministro. Lui ha scelto di continuare a fare il procuratore ed è preziosissimo in quel ruolo, ha ottenuto grandi risultati ed è comunque disponibile a contribuire per l’enorme lavoro che c’è ancora da fare in questo campo».