Il Comitato V Novembre continua la protesta a Gioia Tauro e sgombera il campo da ogni sospetto d’infiltrazione partitica ed ideologica

Nonostante abbiamo deciso di utilizzare come unico strumento di comunicazione la piazza ed il megafono, limitandoci ad utilizzare i Social ed i vari Mezzi di Informazione esclusivamente per comunicare gli appuntamenti delle manifestazioni di dissenso, riteniamo doveroso chiarificare alcuni punti una volta per tutte.

Apprendiamo in questi giorni per mezzo stampa di alcuni attacchi da parte di esponenti politici locali che, seppur non coinvolgono noi direttamente, gettano ombre sulla genuinità della nostra protesta e sul pericolo di strumentalizzazione ed infiltrazione mirata a candidature da questa o quella parte.

Noi vogliamo tranquillizzarli: questo è un movimento d’agitazione popolare che nasce esclusivamente per tutelare un sacrosanto diritto sancito dall’articolo 32 della Costituzione, il diritto alla Salute, che non ha nulla a che vedere con questo o quel colore politico.

La zona Rossa in Calabria, nonostante l’aumento esponenziale dei contagi, è frutto di una situazione sanitaria da terzo mondo le cui falle e criticità sono note ai più soprattutto in seguito agli scandali di questi giorni.

Noi manifestiamo per avere una sanità degna di questo nome, sia nella lotta al Covid-19, sia quando questa terribile pandemia volgerà al termine. I commercianti e le P.Iva sono solamente una parte di questa ondata popolare che oramai ha travolto ed intercettato i disagi di tutti i cittadini, non solo di chi ha dovuto chiudere battenti.

Le nostre porte sono aperte a tutti, anche a coloro che in questi giorni si stanno spendendo in critiche e battaglie sui giornali, così da poter venire a vedere personalmente la genuinità della nostra battaglia, e magari aiutarci a far sentire la nostra voce fino alle stanze che contano, dal momento che il dissenso popolare pare oramai l’unica arma che abbiamo a disposizione per mettere pressione ai nostri governanti.

Aggiorneremo i cittadini sulle nostre pagine, auspicando che nel rispetto delle norme anti-contagio come l’utilizzo della mascherina ed il distanziamento, la nostra onda possa diventare sempre più grande ed avvolgente.

Il Comitato V Novembre