Le asportano tiroide per errore di diagnosi

Il caso riguarda una donna, M.B., sottoposta presso l’ospedale Santa Maria Goretti di Latina ad esame citologico che diagnosticava il sospetto di una neoplasia alla tiroide. Con tale refertazione la paziente si è recata all’ospedale Sandro Pertini di Roma ove, senza essere stata sottoposta ad ulteriori accertamenti, è stata operata per l’asportazione della tiroide. Solo l’esame istologico eseguito successivamente ha rilevato che non vi era alcun tumore e che, quindi, l’asportazione dell’organo sano non avrebbe dovuto essere eseguita. In virtù di ciò M.B. con l’assistenza dell’avvocato Fabio Gaudino, esperto in malasanità, ha intrapreso una causa nei confronti della ASL Latina ed ASL Roma 2 e con sentenza appena emessa dal Tribunale di Roma ha ottenuto un importante risarcimento per i danni subiti.