Mare e spiaggia sporca, ma parcheggi a pagamento

2435

Diverse lamentele in questa stagione estiva non solo per il mare sporco che, puntale come ogni anno si presenta lasciando insoddisfatti abitanti del luogo e turisti.

Da Nicotera a Eranova, San Ferdinando ma anche Gioia Tauro e a giorni alterni la Tonnara di Palmi. I cittadini si lamentano ed i turisti scappano.

Da giorni oramai tante sono le segnalazioni in merito alle pessime condizioni del mare che appare verde e a volte con rifiuti galleggianti. Nonostante l’Arpacal abbia “rassicurato” le persone spiegando che il colore verde delle acque è riconducile alla cosiddetta fioritura algale, quello che preoccupa non è soltanto lo stato dei mari ma anche delle spiagge.

A San Ferdinando, dove prevale la spiaggia libera, la stessa si presenta sporca e colma di rifiuti. Intanto sul lungomare sono “spuntati” i parcheggi a pagamento che sembrano essere quasi una presa in giro vista la mancanza di servizi e pulizia. Tanti fiori, tanto verde, piste ciclabili, ma acque che sembrano radioattive. La gente è stanca di non vedere il proprio territorio valorizzato. I turisti arrivati scappano. C’è chi nega tutto ciò accusando anche le testate giornalistiche di fare cattiva e falsa informazione, c’è chi invece per amore della propria terra denuncia e spera che qualcosa cambi.

Intanto la situazione ogni anno è sempre la stessa.

Un territorio con delle bellezze naturali abbandonato a se stesso, vittima dell’indifferenza e della mala gestione…

Articolo precedente Dosi di cocaina nell’armadio – arrestato 41enne
Articolo successivoRosarno – il comune comunica aumento conferimenti rifiuti