Melicucco, un arresto per estorsione e minacce

Un cittadino rumeno incensurato, il 25enne A.N., è stato arrestato dal personale del Commissariato di Gioia Tauro e Polistena, con l’accusa di estorsione e minacce aggravate nei confronti di connazionali.

Ieri mattina, infatti, alcuni cittadini rumeni hanno denunciato, presso il commissariato di Gioia, il loro connazionale. In particolare uno di loro ha raccontato che l’uomo avrebbe fatto giungere in Italia un suo congiunto, unitamente ad altri connazionali, con la promessa di un lavoro sicuro, ma giunto in Italia il rumeno avrebbe sequestrato ad uno di essi il documento di identità, chiedendo per la restituzione, dopo diverse minacce, la somma di 300 euro.

La perquisizione domiciliari presso l’abitazione presa in affitto dal giovane, a Melicucco, ha permesso di rinvenire il documento di uno dei rumeni e quello di un altro cittadino. Sono state inoltre accertate le gravi responsabili del giovane il quale, all’interno dell’appartamento preso in affitto, avrebbe “ospitato” diversi cittadini rumeni, giunti dalla Romania in situazioni precarie con un pulmino, ammassandoli nell’abitazione e minacciandoli con le medesime modalità.