Operazione “Inter Nos” – infiltrazioni della ‘Ndrangheta su appalti sanità: 17 misure cautelari

874

I Finanzieri del Comando Provinciale di Reggio Calabria e dello S.C.I.C.O., sotto il coordinamento della locale Procura della Repubblica – Direzione Distrettuale Antimafia, dalle prime luci dell’alba, stanno eseguendo numerosi provvedimenti cautelari personali e patrimoniali, con il supporto di altri Reparti del Corpo, nelle province di Reggio Calabria, Catanzaro, Roma, Livorno, Verona e Milano. Sono in corso di esecuzione 17 misure cautelari e il sequestro di imprese per oltre 12 milioni di euro.

I citati provvedimenti giudiziari rappresentano l’epilogo delle investigazioni condotte dal Gruppo Investigazione Criminalità Organizzata (G.I.C.O.) del Nucleo di Polizia Economico-Finanziaria di Reggio Calabria e dallo S.C.I.C.O., a contrasto dell’infiltrazione della ‘ndrangheta nell’economia legale.

Le indagini, coordinate dal Procuratore della Repubblica Giovanni Bombardieri, hanno evidenziato l’infiltrazione della ‘ndrangheta negli appalti dell’Azienda sanitaria provinciale di Reggio Calabria.
Seguono aggiornamenti

Articolo precedente Balli e assembramenti – a Soverato chiuso locale
Articolo successivoSettantuno kg di droga nascosti in cimitero: 2 persone arrestate