Palmi, Ranuccio e Frisina replicano a Muscari: Toccatemi tutto, ma non il psc

Prosegue il botta e risposta tra il Presidente del consiglio del comune di Palmi Muscari e  Ranuccio e Frisina. I consiglieri di minoranza attaccano nuovamente con una nota che riportiamo integralmente

<“Toccatemi tutto, ma non il psc” .                                                                                                       

Potrebbe essere questo lo slogan caratterizzante la visibilmente produttiva attività del presidente del consiglio. 

Alla luce di quanto dichiarato ieri a mezzo stampa, dal maggiore nonchè unico esponente di forza italia in consiglio  e dal fedelissimo(salvo sorprese) rappresentante del gruppo Barone sindaco , non possiamo non  intervenire nel merito della vicenda, quantomeno per rilevare le gravi falsità e le illazioni frutto di uno insolito scatto di orgoglio civico dei due scrupolosissimi colleghi di maggioranza . Stessi colleghi peraltro, che non si sono mai curati di rispondere ad altre ed altrettanto importanti problematiche sollevate dalla minoranza, anche con voci isolate, ma trovano sempre il modo e il tempo per dibattere di un qualcosa che evidentemente li interessa particolarmente.

Dunque, procedendo con ordine : Sin dal giorno dell’insediamento, abbiamo sempre partecipato a TUTTE le sedute del consiglio e delle commissioni consiliari, quando convocati, salvo rarissime e giustificate eccezioni. Il nostro impegno è concretamente appurato dai cittadini con i quali quotidianamente ci confrontiamo e facilmente riscontrabile consultando i pubblici verbali. La smetta quindi il presidente Muscari di dire menzogne e si preoccupi piuttosto di redarguire alcuni suoi colleghi di maggioranza preoccupati più al gettone di presenza, per quanto esiguo, che non invece ai lavori della commissione.( come dimostrano le fugaci apparizioni di alcuni soggetti evidenziate spesso dagli stessi verbali di commissione.)  
 Quanto a citati dna  poi, ci limitiamo a dire che i risultati e i bilanci politici/amministrativi, la storia personale e familiare di ognuno di noi, è nota alla comunità dei palmesi… 

Infine, accogliamo con favore il cordiale invito dell’ass. Pace (al quale comunque va riconosciuto un profondo impegno ) ad una partecipazione costruttiva in merito all’elaborazione del piano, pensando di poter effettivamente essere coinvolti fattivamente in un processo decisionale che si spera però non sia già terminato, visto che lo stesso ass. Pace ammette pubblicamente di voler portare alla nostra conoscenza le scelte GIA’ FATTE dalla maggioranza, SOLO martedì prossimo; quasi come se il nostro ruolo fosse quello di ratificare un qualcosa di già definito.  Ma speriamo non sia così.                                                                     

Da sempre, agli slogan propagandistici ed alle passerelle autorevoli preferiamo il lavoro silenzioso, produttivo e finalizzato alla risoluzione di problematiche comuni. Certo,sorge spontaneo il dubbio che forse populisticamente è più redditizio  vendere fumo ed illudere la gente  promettendo chissà che, e non invece adoperarsi per il bene comune.        Concludiamo augurandoci ed augurando alla cittadinanza tutta che il Piano, atteso ormai da  tempo, venga finalmente adottato; nell’esclusivo interesse  della città. Garantiamo al tempo stesso che il nostro impegno, nel merito, sarà si vigile e critico ma, al contempo, propositivo e non ostruzionista.>