Percepivano reddito di cittadinanza ma lavoravano in nero

Percepivano il reddito di cittadinanza ma lavoravano in nero in un ristorante-pizzeria. Personale della Questura di Crotone nell’ambito delle attività avviate per il contrasto ai fenomeni di illegalità diffusa e di verifica del rispetto delle prescrizioni in materia di contenimento del contagio da Coronavirus, ha scoperto, a Strongoli Marina, sei dipendenti, risultati essere tutti non assunti, due dei quali hanno dichiarato di essere percettori di reddito di cittadinanza, altri due di appartenere ad un nucleo familiare percettore di reddito di cittadinanza e uno di essere studente. Gli elementi raccolti sono stati segnalati all’Ispettorato territoriale del Lavoro di Crotone. Controlli sono stati effettuati anche in altri esercizi similiari che hanno portato all’identificazione di altri otto dipendenti per i quali si attende la verifica della regolare assunzione.