Residenti bevono acqua dal sapore strano, trovato cadavere in cisterna idrica: ragazza 27enne

Gli abitanti del residence Grand Chapuletepec, Città del Messico, si chiedevano come mai l‘acqua potabile che usciva dai rubinetti aveva un sapore insopportabile da settimane, finché , proprio nel serbatoio che riforniva d’acqua l’intero stabile è stato trovato il corpo di un‘attrice 27enne in avanzato stato di decomposizione. La vittima, Carmen Yarira Noriega Esparza, 27 anni, residente proprio nel complesso edilizio, era laureata in Psicologia, lavorava in una clinica ma la sua ambizione era quella di fare l’attrice. Nel febbraio di un anno fa, un giorno non si era presentata al lavoro, da li erano scattate le ricerche, ma da allora di lei non si sono avute più notizie fino alla macabra scoperta nella cisterna del residence. La ragazza è stata identificata dalle protesi mammarie che le erano state impiantate anni fa durante un intervento al seno. La polizia crede che sia stata gettata nella cisterna dopo l’uccisione, avvenuta probabilmente non molto tempo dopo la scomparsa. Le indagini si concentrano sul suo ex compagno, un ricco uomo d’affari con cui Carmen aveva rotto dopo essersi innamorata di un avvocato.

Giada Zurzolo