Rifiuta rapporto sessuale a 3, picchiata dal fidanzato e dal cognato

1550

È stata trattenuta con la forza, violentata e picchiata. È avvenuto in una casa popolare del quartiere San Basilio, a Roma, qualche giorno fa. Vittima, una giovane 20enne abusata dal fidanzato e dal cognato, entrambi pregiudicati.

Ricostruiti i fatti, i due aguzzini sono stati denunciati per stupro; la madre dei ragazzi invece, presunta complice, è accusata di violenza privata.

Secondo le ricostruzioni, la 20enne si trovava a casa del fidanzato, quando lo stesso ed il fratello hanno dapprima palpeggiato pesantemente la ragazza, trascinandola poi in camera da letto per abusarne.

La giovane ha provato a ribellarsi ma non ci è riuscita, cosi ha urlato con tutto il fiato che aveva in gola nel tentativo di attirare l’attenzione della suocera che si trovava in cucina, intenta a preparare il pranzo.

Quando la donna è arrivata nella stanza anziché soccorrerla, si è schierata con gli aguzzini immobilizzando la vittima sul letto e prendendo parte, di fatto, all’aggressione.

La ventenne però, disperata e in lacrime, è riuscita a raggiungere il cortile condominiale, dove qualcuno, affacciato alle finestre, ha chiamato il 112. Sul posto sono subito arrivati gli equipaggi di un’ambulanza del 118 e la volante del commissariato San Lorenzo.

La giovane, scossa, piena di lividi e sotto choc, è stata soccorsa e presa in cura dai sanitari che l’hanno trasportata in codice arancione al pronto soccorso dell’ospedale Sandro Pertini.
Per lei è stato attivato il protocollo rosa, dedicato alle donne vittime di violenza. Gli agenti sono subito saliti nell’appartamento dove hanno trovato i due fratelli: i loro non erano volti nuovi per gli investigatori.

Articolo precedente Aggredisce personale ufficio immigrazione: arrestato
Articolo successivoAnoia – “Truffe agli anziani”: incontro informativo dei Carabinieri