Rosarno: Accusato di evasione, la Cassazione annulla con rinvio la sentenza di condanna nei confronti Cucinotta Nazareno. Accolto il ricorso della difesa.

1529

Rosarno: Accusato di evasione, la Cassazione annulla con rinvio la sentenza  di condanna nei confronti Cucinotta Nazareno. Accolto il ricorso della difesa.

I giudici della Sesta Sezione della Corte di Cassazione, hanno annullato con rinvio per un nuovo giudizio dinanzi ad altra sezione della Corte d’appello di Reggio Calabria, la sentenza con cui, la stessa Corte aveva confermato la condanna emessa dal Tribunale di Palmi nei confronti di Cucinotta.

Il provvedimento era stato impugnato dagli Avv. ti Angelo Rossi e Antonino Biondo del Foro di Palmi.

Il sost. Proc. Generale presso la Corte di Cassazione, aveva chiesto dichiararsi inammissibile il ricorso.

I difensori, hanno contestato altresì le conclusioni a cui quest’ultimo era prevenuto, depositando rituale memoria.

La Suprema Corte ha accolto le argomentazioni difensive degli Avv.ti Antonino Biondo e Angelo Rossi del Foro di Palmi.

Ora, in forza dell’annullamento con rinvio, sarà necessario un nuovo esame da parte della Corte d’appello che sfocerà in un nuovo giudizio sulla base delle linee guida che saranno contenute nelle motivazioni della sentenza che ha annullato la sentenza che confermava la condanna del Cucinotta, per il reato di evasione.

Articolo precedente Controlli carabinieri – arresti a Rosarno e Gioia Tauro
Articolo successivoTentato omicidio alla tendopoli di San Ferdinando: arrestato ghanese