Rosarno- Il Consigliere Regionale Arruzzolo Premia i Ragazzi della Scuola di Arti Marziali A.S.D. FITNESS CLUB

Il Consigliere Regionale della Calabria, On. Giovanni Arruzzolo, domenica 2 giugno, presso il palazzetto dello sport di Rosarno ha premiato i ragazzi della scuola di arti marziali, donando le targhe ai dirigenti tecnici e i ragazzi. L’Onorevole Arruzzolo ha voluto premiare l’Associazione ed i ragazzi per i successi ottenuti in questi anni, in particolare per la vittoria ai Campionati del Mondo che si sono tenuti a maggio dello scorso anno nella Rep.di San Marino, nonchè  per gli ottimi risultati raggiunti questo anno in ambito regionale ed interregionale. Nella stessa giornata la A.S.D. Fitness Club Rosarno del Maestro Messina Arturo (V° dan Presidente dell’associazione e Responsabile Provinciale ACSI settore kickboxing) si sono tenuti gli esami per il passaggio di cintura degli atleti. Molti ragazzi hanno affrontato questa prima grande sfida per l’esame di cintura gialla. Nonostante l’emozione di trovarsi in mezzo a tanta gente e tutti gli sguardi provenienti dagli spalti, i ragazzi se la sono cavata alla grande superando le prove necessarie al conseguimento della cintura: combattimento con armi di spugna,combattimento con guantoni, tecniche, e, per i ragazzi di cintura avanzata anche difesa personale. Alla fine la loro tenacia e’ stata premiata con il diploma e la cintura. La commissione d’esami e stata presieduta dal M°Messina e dal M° Girolamo Politi. Con questo evento si conclude la stagione sportiva. Per il futuro il Maestro Messina prevede un numero maggiore di gare a tutti i livelli regionali ed internazionali. I premiati sono stati: Gara di San Marino: Rocco Manno (come coatch) Umberto Bellocco, Michelangelo Mazzitelli, Gesuele Manno, Giovanni Garruzzo,Giuseppe Gioffre’, Gara Interegionale: Luigi Barbalace,Giovanni Barone Gare Interegionali con armi di spugna: Matteo Costantino, Giovannino Verzi’,Rocco Rao Hanno conseguito la cintura superiore anche: Michelangelo D’agostino,Umberto Massimo Fida’,Rosario Iannello,Domenico barone Danilo Zappia.