Rosarno- Il sindaco sollecita intervento per sistemi parasole davanti uffici postali

Il sindaco di Rosarno, Avv Giuseppe Idà, ha inviato una missiva al Responsabile area Sud  M.P., al direttore della filiale di Reggio Calabria e al direttore dell’ufficio postale di Rosarno, in cui sollecita l’installazione di sistemi parasole davanti all’ufficio postale in Piazza Valarioti.

“Le misure di contenimento dell’epidemia da Covid-19 impongono, giustamente, di adottare delle regole funzionali a garantire il distanziamento sociale, ad evitare gli assembramenti di persone ed a contingentare gli ingressi presso locali al chiuso e pubblici uffici.

Tuttavia, il rispetto di tali regole, comporta, ormai da diversi mesi, la formazione di lunghe code all’esterno dell’Ufficio Postale di Piazza Valarioti, che essendo l’Ufficio principale della Città, è giornalmente frequentato da un grande numero di utenti.

Tanto premesso, si rappresenta per l’ennesima volta che, a causa del caldo torrido che caratterizza la stagione estiva, la situazione sopra descritta continua ad essere insostenibile, soprattutto per le tante persone anziane che sono costrette asostare per diverse ore sotto il sole cocente.

Per quanto di competenza, il Sottoscritto, già con nota del 21/07/2020, ha richiesto alla Spett.le Direzione dell’Ufficio Postale, l’installazione di dispositivi “parasole” (ombrelloni o tende), in modo da scongiurare il rischio di insolazioni o malori causati dall’esposizione ai raggi solari specialmente nelle ore più calde della giornata.

Purtroppo, ancora oggi, si rileva con grande rammarico,che ogni richiesta fin qui presentata dallo scrivente, sia formalmente che informalmente, a tutela dei propri cittadini, è rimasta priva di riscontro.

Pertanto, si sollecita nuovamente la S.V. ad adottare, nel più breve tempo possibile, tutti i provvedimenti utili a garantire non solo il corretto distanziamento interpersonali, ma anche la tutela della salute dei cittadini Rosarnesi che quotidianamente hanno la necessità di usufruire del servizio.

In caso di ulteriore inerzia ed in assenza di un formale cenno di riscontro, sarò costretto, mio malgrado, ad abbandonare la via della reciproca e leale collaborazione ed a intraprendere qualsiasi iniziativa utile ad evitare che la salute dei cittadini possa essere compromessa dal protrarsi di questa spiacevole situazione.

Sperando in una più proficua collaborazione, l’occasione è gradita per porgere 

distintj saluti

Avv. Giuseppe Idà- Sindaco di Rosarno