Rosarno, la forza di lottare di Mariangela

In occasione del Giubileo della Misericordia la famiglia Sicari da Rosarno, ha aperto l’offertorio della Messa delle Ceneri davanti al Papa nella Basilica di San Pietro, portando pane e vino. Da quel giorno i riflettori si sono accesi sulla famiglia Rosarnese, in particolare sulla piccola Mariangela.

La bambina, affetta da paralisi-cerebrale-infantile,  è  nata da un parto gemellare  prematuro all’ospedale di Reggio Calabria. Insieme al fratellino Mattia è stata poi trasferita al Bambin Gesù a Roma, dove le sono stati riscontrati problemi e complicazioni. Come raccontano i genitori infatti, Mariangela, i primi tempi mostrava parecchie difficoltà motorie, fin quando, una volta scoperto il centro di riabilitazione “Casa Sollievo San Giovanni Rotondo” la bambina ha iniziato il suo percorso, ottenendo grandi risultati. Grazie agli interventi chirurgici, alle nuove terapie tecnologiche, ai trattamenti riabilitativi che con dedizione, amore e sapienza  la Dottoressa Arianna Morano, svolge da oltre 3 anni tutti i giorni per più di due ore al giorno a domicilio, la piccola “stella cometa”, come la chiamano in famiglia, ha avuto dei notevoli miglioramenti. La madre e il padre attraverso la loro storia e testimonianza, anche questa mattina nel programma di Rai1 “A sua immagine” hanno voluto lanciare un messaggio di amore e speranza, invitando tutti coloro che si trovano nelle stessa situazione a non arrendersi mai. Un in bocca al lupo alla piccola Mariangela e alla famiglia.