Soverato – chiede pagamento al datore di lavoro e viene picchiata. Il video condiviso in diretta su Facebook

926

“Vergogna a Soverato Marina. Una ragazza chiede di essere pagata e viene presa a calci. Se qualcuno conosce la ragazza siamo disposti a darle supporto sindacale.”

È la didascalia di un video condiviso sulla pagina Facebook “Il pagamento? Poi vediamo – Osservatorio sullo sfruttamento in Calabria”. Nel video si vede una ragazza nigeriana che a seguito del mancato pagamento viene presa a calci e pugni.

“Dove sono i miei soldi?”, chiede la donna al suo datore di lavoro. “Non ti preoccupare, ci sono gli avvocati e adesso arrivano i carabinieri”. “Io non vado via”, risponde la ragazza che chiede di avere il suo compenso. “Questa è casa mia” replica quello che sarebbe il proprietario della struttura balneare di Soverato. Qualcuno si accorge però che la ragazza sta registrando il tutto e facendo una diretta sui social, e da in escandescenza, spingendo via la giovane e proseguendo con calci e pugni, tentando di rompere il cellulare per interrompere la comunicazione.
La pagina che ha pubblicato il video ha comunicato quanto segue: “La ragazza sta bene è stata dimessa oggi dal pronto soccorso dove era stata portata per le lesioni subite. Il locale non è nuovo a cose di questo tipo, anche l’anno scorso ha avuto gli stessi atteggiamenti con il figlio della signora del video. La questione è nata dal mancato pagamento di uno stipendio.
La ragazza ha già un avvocato, gli abbiamo offerto assistenza sindacale per recuperare immediatamente le spettanze (poi l’iter penale per l’aggressione segue un altra procedura) tra poco ci fanno sapere.”

Articolo precedente Presidente del consiglio regionale Mancuso: “Dal nuovo governo la Calabria aspetta risposte esaustive”
Articolo successivoBruno Bossio: “Il porto di Gioia Tauro si avvia ad essere il più competitivo nel mediterraneo”