Baby prostitute denunciate da cliente

Fenomeno in aumento quello delle baby prostitute. Soltanto che questa volta tre studentesse di 14 e 15 anni , che si prostituivano per avere la paghetta più ricca, hanno trovato un cliente che è andato fuori schema, poichè un trentenne di Ventimiglia ,vedendo la giovane età delle ragazze, ha prima rifiutato un rapporto e poi denunciato le “baby prostitute”.  Dalle informazioni si è venuti a conoscenza che le ragazze avessero questi incontri da un circa un mese , e che era stata proprio la notizia del giro di baby prostituzione avvenuto a Roma che aveva dato loro l’idea. Le giovani incontravano i clienti, uomini che spesso hanno figli coetanei delle baby prostitute, nelle loro auto, in luoghi pubblici come i piazzali, o in zone isolate dell’entroterra. Le indagini, del commissariato di Ventimiglia, sono coordinate dalla procura dei Minori di Genova. Sono cinque gli indagati per sfruttamento della prostituzione minorile. Le ragazze per una “prestazione lavorativa” chiedevano da 30 a 50 euro e trovavano i clienti attraverso annunci su siti dedicati agli incontri .