Calabria resta in zona arancione

438

Da lunedì 22 marzo la Sardegna diventa arancione, secondo la nuova ordinanza del ministro della Salute, Roberto. Resta rossa la Campania e il Molise è l’unica regione lasciare il rosso per l’arancione. La Calabria, tra le possibili “rosse” rimane invece in zona arancione.

In questa Italia a tinte scure è in deciso aumento l’incidenza delle infezioni da virus SarsCoV2, mentre l’indice di contagio Rt rimane stabile all’1,6, secondo i dati del monitoraggio settimanale dell’Istituto Superiore di Sanità (Iss) relativi al periodo compreso fra il 12 e il 18 marzo.

I dati giornalieri del ministero della Salute registrano oltre 25.700 nuovi casi; in leggero calo i decessi, che restano comunque su valori elevati. E’ una situazione ancora molto seria, quella dell’epidemia di Covid-19 in Italia, che avverte il peso della circolazione delle varianti del virus e che spinge l’Iss ad affermare la necessità di mantenere “rigorose misure di mitigazione nazionali”, di ridurre “interazioni fisiche” e “mobilità” e di evitare in genere tutti i contatti non necessari fuori dalla propria abitazione. I dati giornalieri del ministero della Salute indicano che nelle ultime 24 ore i nuovi casi sono aumentati da 24.935 a 25.735, con un incremento del 3%; sono stati individuati grazie a 364.822 tamponi, tra molecolari e antigenici rapidi, con un tasso di positività del 7%, stabile rispetto al giorno precedente. I decessi sono stati 386, il 9% in meno rispetto ai 423 del giorno precedente. I ricoveri nelle terapie intensive sono stati 31 in più nel saldo fra entrate e uscite e 244 i nuovi ingressi, per un totale di 3.364 ricoverati. Nei reparti Covid si registrano 164 ricoverati in più, per un totale di 26.858.

Articolo precedente Favorirono latitanza di Domenico Romeo- 5 persone arrestate
Articolo successivoIl Generale di corpo d’armata, Cavallo, visita tenenza di Rosarno e sede Gioia Tauro