Castagna Fdi su armi chimiche: Metteranno a repentaglio la vita di migliaia di cittadini nella Piana di Rosarno Gioia Tauro

E’ il porto calabrese di Gioia Tauro, “il prescelto da questo Governo “antimeridionalista”  Lo conferma il ministro dei Trasporti Maurizio Lupi alle Commissioni riunite Affari esteri e Difesa di Camera e Senato e dalla Bonino”  quello nel quale transiteranno le armi chimiche provenienti dalla Siria che, attualmente  si trovano a bordo della nave danese Arc Futura stipate in 1500 container, che secondo le autorità governative saranno successivamente trasbordate sulla nave Cape Ray.

“Metteranno  a repentaglio la vita di migliaia di cittadini nella Piana di Rosarno – Gioia Tauro, senza che le Autorità locali, le Forze Politiche siano state avvisate sugli eventuali rischi, e senza che queste potessero  intervenire per evitarne il transito”

A rincarare la dose, un intervento del Ministro Bonino che conferma che,  “Per quanto classificati come pericolosi” si tratta di “classi di prodotti che vengono trasportati ogni giorno in Italia” e saranno “imballati e sigillati secondo procedure internazionali per la totale sicurezza del trasporto”, ha aggiunto. Gli agenti chimici che transiteranno per il porto italiano di Gioia Tauro “Sono prodotti pericolosi, ma di una pericolosità normale” gradiremo sapere a tal proposito dalla Bonino cosa intende per  “pericolosità normale”.  Il porto di Gioia Tauro è “stato scelto perché è un’eccellenza – ha precisato – specializzato in questo tipo di attività”: basti pensare che “nel 2012-2013 ha trattato 3000 container di prodotti analoghi” alle armi siriane, “cioè 1500 all’anno, pari a 60 mila tonnellate”. ‘operazione per le armi chimiche riguarderà invece “560 tonnellate in 60 container”. 

Fratelli d’Italia è contraria nettamente a qualsiasi forma di sudditanza al Governo centrale quando questa va contro ogni regola morale, civile e mette a repentaglio la sicurezza delle popolazioni, e ribadisce, che  ”Accettare  supinamente che questo carico micidiale di morte arrivi a Gioia Tauro  – vuol significare che qualcuno supinamente gia’ nei mesi scorsi si è venduto per interessi a noi sconosciuti ed  ha deciso di accettarne il trasferimento nel nostro Paese passando per Gioia Tauro” “ questo è un grave precedente, uno schiaffo alla Calabria ed ai suoi cittadini, dobbiamo far capire al Governo centrale alle forze di intelligence ed al Governo periferico, che la cittadinanza calabrese non è più disposta a subire angherie ed attentati alla propria sicurezza a vantaggio economico delle multinazionali o dei singoli” Saremo pronti a lottare con qualsiasi mezzo ritenuto idonea a scongiurare il trasbordo del micidiale carico.

 Il Coordinatore Cittadino di Fratelli d’Italia

 Geom. Rocco Castagna