Corea del Nord, zio del presidente fatto sbranare dai cani

Secondo quanto riportati da autorevoli media americani quali il Daily Beast e la Nbc, emergono dettagli inquietanti sull’esecuzione avvenuta a dicembre scorso del potente zio del leader nordcoreano Kim Jong-Un. Secondo i media Usa, infatti, che citano un giornale di Hong Kong vicino al Partito comunista cinese, Jang Song-Thaek giustiziato il mese scorso su ordine del nipote in quanto ritenuto responsabile di un tentato colpo di stato, avrebbe avuto una morte atroce.

L’ex numero due del regime coreano sarebbe stato gettato in una gabbia e sbranato vivo da un branco di 120 cani affamati, ma non sarebbe il solo, in quanto insieme a lui altri cinque ex collaboratori di Kim Jong-un sarebbero stati giustiziati in questo modo, sotto gli occhi del capo del regime, del fratello e di 300 altri funzionari.