Cutrì , provato e segnato dopo arresto

Dalle prime dichiarazioni pervenute dal suo legale , Domenico Cutrì, ergastolano fuggito dal Tribunale di Gallarate , sembrerebbe stanco e segnato. E’ stato preso la scorsa notte dopo 6 giorni di fuga , durante i quali ha perso la vita il fratello ( Antonino) . Attualmente è detenuto presso il carcere di Opera , ed è “sottoposto ad ingenti misure di sicurezza”. Da quanto riferisce il legale, Cutrì non avrebbe commentato nè l’arresto del fratello nè la morte dell’ altro. Secondo l’avvocato ” non ce ne era bisogno, bastava vedere i suoi occhi ” .