Chiusura pronto soccorso ospedale di Gioia Tauro

659

Gianluigi Scaffidi, Commissario dell’Asp di Reggio Calabria, ha annunciato la chiusura del pronto soccorso dell’ospedale di Gioia Tauro.

“Considerata l’impossibilita di organizzare il rurno di servizio a causa della totale assenza di medici presso l’Unità Operativa Pronto Soccorso del P.O. Giovanni XXIII di Gioia Tauro

Vista la mancata disponibilità ad effetruare, al momento, prestazioni aggiuntive extra debito orario da parte dei medici dell’area dell’EmergenzaUrgenza

Anche al fine di evitare possibili commistioni con pazienti affetti da Covid-I9 in quel presidio assistiti

Valutato il basso numero di accessi al pronto soccorso che per tipologia (96% di codici verdi) e numero possono essere gestiti dal Medico della Continuità Assistenziale, già presente in loco

Atteso che già in atto vige una disposizione di servizio a firma del Direttore Sanitario Aziendale per la quale, i pazienti soccorsi in codice rosso dalle aucoambulanze del SUEM II8 devono, per motivi di sicurezza, essere da queste centralizzati c/o il P.O. di Polistena, sede di D.E.A. di primo livello

SI DISPONE

La temporanea sospensione dell’attività del P.S: del Presidio Ospedaliero di Gioia Tauro a partire dalle ore 8.00 di mercoledÌ 6 ottobre 2021.”

A comunicarlo anche il sindaco di Gioia Tauro, Aldo Alessio che, attraverso una nota sulla pagina del comune, ha invitato i cittadini a partecipare al sit-in di protesta che si terrà domani mattina.

“In seguito alla scelta scellerata del commissario straordinario Scaffidi e del direttore sanitario aziendale Minniti di chiudere temporaneamente dal 6 ottobre il pronto soccorso per mancanza di medici, invitiamo tutta la popolazione gioiese, nel rispetto delle procedure anticovid (mascherina e distanziamento sociale), a partecipare al sit-in che si terrà domani mattina dalle ore 9.00 davanti l’ospedale Giovanni XXIII per l’immediata riapertura del pronto soccorso. Il Sindaco

Aldo Alessio”

Articolo precedente Violazioni COVID e irregolarità in materia sanitaria: chiusi 3 esercizi commerciali
Articolo successivoRegionali, grande successo della Lega