“Fango e inchiostro” il libro del tatuatore rosarnese Salvatore Ascone

614

È uscito da qualche giorno, il libro del noto tatuatore di Rosarno, Salvatore Ascone, classe 1971.

Un’autobiografia che racconta un lungo e tortuoso viaggio alla conquista del lavoro ideale, quello che all’inizio sembrava un miraggio, un desiderio che andava contro tutto e tutti, dalla famiglia al contesto geografico, alla cultura retriva territoriale che considerava l’arte come qualcosa di superfluo.

Un sogno, desiderio, che però con grandi sforzi, pian piano si concretizza, ed è allora che, quando ai tempi, sembrava essere inimmaginabile, nasceva invece un tattoo studio alla fine degli anni 80.

“Ciò che accade quotidianamente dietro le quinte di un tattoo studio è il centro della narrazione di questo libro.” – ci spiega Salvatore – Nel libro troverete aneddoti sul rapporto intimo tra cliente e tatuatore, i segreti del mestiere… inoltre la personalità bizzarra di alcune persone fanno di questo racconto una lettura sbarazzina e scorrevole ricca di episodi esplosivi e anche introspettivi… Buona lettura”

Clicca qui per il libro

Articolo precedente Controlli Nas in tutta Italia, scoperti 281 medici no vax
Articolo successivoCaccia illegale – denunciato 73enne di Giffone