Giuseppe Scuticchio, il “Travel blogger” che racconta la Calabria, i suoi paesaggi e le tradizioni

956

Siamo qui con Giuseppe Scuticchio, giovane calabrese 28enne di Pizzo.
Giuseppe, laureato in relazioni internazionali, è colui che oggi viene definito un “travel blogger”. Da qualche anno ha deciso infatti di lanciarsi in una nuova avventura ed aprire una pagina social, dove mostra e narra le bellezze della Calabria dell’Italia e del mondo.

Come lui stesso ci racconta, dopo essere nato e cresciuto a Pizzo, per motivi di studio ha iniziato a viaggiare.

È iniziato tutto con l’Erasmus, in Spagna, dopodiché mi sono spostato a Buenos Aires, dove ho vissuto per un po’ di tempo. Ed è stato proprio in terra Argentina, che è nata la mia passione per i viaggi. Ho avuto modo di girare il Sudamerica. Questo girovagare però, si è trasformato poi in un vero e proprio lavoro, che mi ha permesso di collaborare con tanti enti del turismo in giro per il mondo.

– Come è nata l’idea di creare una pagina social?

Tutto è partito postando qualche foto. Avevo il desiderio di mostrare agli altri il nostro paese. Ho viaggiato molto e ho pensato che qualcuno, magari, avesse voluto vedere e conoscere posti nuovi, come ho fatto io in questi anni.

Hai dato il via quindi alla pagina Facebook “La costa degli Dei”…

Si, inizialmente avevo deciso di mostrare le bellezze del territorio della Costa degli Dei, limitandomi a promuovere quella che è la mia provincia, di recente però ho proseguito orientandomi più verso tutta la Calabria. Viviamo in un paradiso, forse uno dei meno conosciuti delle bellezze italiane, ma che rimane comunque un paradiso.
La Calabria non è solo Costa degli dei, ha tanto da offrire…

Hai creato un’altra pagina?

In realtà, ho postato alcune immagini e video della Calabria, sulla mia pagina personale “Next heaven”, dove sono presenti contenuti che riguardano la Calabria, l’Italia e il mondo.

Come ci hai detto all’inizio, hai viaggiato molto, soprattutto per studio…

Ho avuto la fortuna di visitare circa 60 stati in giro per il mondo, i miei studi e la conoscenza delle lingue, mi hanno aiutato tantissimo. Amo viaggiare, posso farlo in compagnia o in solitaria.Mi piace condividere con gli altri e mostrare anche alla gente, le esperienze che vivo.

Hai raccontato di aver vissuto all’estero per studio e lavoro, come mai hai deciso di tornare in Calabria?

Ci sono state alcune esperienze che mi hanno cambiato la vita, come la permanenza in Argentina, ma anche negli Stati Uniti. Ho vissuto anche a Malta, per lavoro. È un’isola che io amo. Solitamente si dice che quando una persona parta poi non rientri più nel paese d’origine, invece io dopo essere stato via ho capito quanta voglia avessi di rientrare nella mia terra, e di mostrare agli altri quanto fosse bella, renderla “conosciuta”. Capiamo e apprezziamo sempre il valore delle cose che ci appartengono, quando poi vengono meno. Così è stato per me con la Calabria.

Quello che fai, potresti definirlo un vero e proprio lavoro?

Diciamo che è un discorso un po’ più complesso… i video che voi vedete di promozione dei territori o di alcuni posti in particolare, in realtà li faccio per pura passione, però è anche vero che grazie alla pagina riesco a lavorare, avendo collaborazioni con strutture calabresi. Inoltre sono anche un accompagnatore turistico, ho il patentino, e soprattutto d’estate mi diverte un sacco fare escursioni, che riesco a promuovere attraverso le mie pagine, che diventano quindi strumento di promozione…

Grazie, Giuseppe per aver raccontato la tua storia. Aspettiamo ora il periodo estivo per poter vedere i tuoi contenuti e seguirti sulle tue pagine social…

Grazie a voi, e spero di riuscire a portare un po’ di Calabria in tutto il mondo.

Potete seguire Giuseppe su Facebook ed Instagram

Articolo precedente Operaio morto al porto di Gioia Tauro, rinviato a giudizio Agostinelli
Articolo successivoCalabria – travolto da albero che stava tagliando: muore 33enne