Grande successo a Laureana di Borrello per la prima edizione del Brevetto Escursione Ciclistica promosso dall’ASD Laureanese Team Bike

154

Grande successo a Laureana di Borrello per la prima edizione delBrevetto Escursione Ciclistica– BEC organizzatodall’Associazione sportiva dilettantistica Laureanese Team Bike con il patrocinio del Comune di Laureana di Borrello. L’evento si è svolto in collaborazione di Avis Laureana, Assipromos e Pro Loco.  

Più di 50 ciclisti tesserati, nella mattinata di domenica 15 maggio, hanno partecipato e percorso 78 km con un dislivello di 1.010 metri, toccando diversi territori dell’entroterra della valle del Mesima e della costa tirrenica: Laureana di Borrello, Monsoreto, Dinami, San Pietro di Caridà, Serrata, Candidoni, Nicotera, San Ferdinando, Rosarno. Un percorso mirato per poter godere della bellezza del paesaggio dell’entroterra calabrese. Presente anche il sindaco di Laureana, Alberto Morano che ha inaugurato la prime edizione del Brevetto sottolineando l’importanza dello sport per la nostra comunità, per i giovani e per i bambini.

Nel pomeriggio Piazza Giovanni Paolo II si è gremita di bambini che  hanno partecipato alla Gimkana organizzata sempre dall’ADS Laureanese Team Bike in collaborazione con l’ASD Cicli Jiriti (UISP) di Reggio Calabria.

Più di 60 sono stati i piccoli partecipanti alla Gimkana: dai più piccoli ai più grandi  si sono cimentati in un percorso di abilità in bicicletta, con ostacoli e birilli, cronometrati, così da poter sviluppare il controllo delle due ruote.

E’ stata una bellissima giornata – sottolinea Pasquale Prossomariti, presidente dell’ASD Laureanese Team Bike – siamo molto soddisfatti del risultato. Hanno partecipato al brevetto più di 50 ciclisti tesserati. La ciliegina sulla torta è stata la Gimkana per i bambini, abbiamo fatto di tutto per lasciare il ricordo del divertimento e della bellezza di fare un percorso in bici. Si è trattato per noi della prima vera organizzazione di un evento di questo livello e non possiamo che esserne soddisfatti.

Una giornata all’insegna dello sport, della sana competizione, dello stare insieme per ritrovare quella socialità ed idea di comunità tanto desiderata dopo gli anni del Covid.

Articolo precedente Cosenza, Fismu: Manca quasi il 50% dei medici in Ginecologia e Pronto Soccorso
Articolo successivoTentò di uccidere la moglie dandole fuoco -confermata condanna Ciro Russo: 18 anni e 8 mesi di carcere