Il sindaco di Rizziconi su sequestro kit non autorizzati in Centro di analisi biochimiche: “Grande plauso alla Guardia di finanza”

Riceviamo e pubblichiamo:

 

“È con estremo rammarico che apprendo che ancora una volta la città di Rizziconi, suo malgrado, sia stata scenario di una condotta assolutamente riprovevole, soprattutto sotto l’aspetto umano nonché etico-professionale, ancor più aggravata vista l’attuale emergenza sanitaria con la quale conviviamo. Giorni fa il dipartimento “Tutela della Salute e Politiche Sanitarie” della Regione Calabria e l’Anci Calabria, tramite una nota ufficiale, avevano messo in guardia tutti i sindaci sul fatto che allo stato attuale, oltre al tampone rino-faringeo non esistono altre modalità di diagnosi validate dal consiglio superiore della sanità (compresi i test rapidi).

Grande plauso va fatto alla guardia di finanza che, anche nella situazione emergenziale in cui ci troviamo, ha fatto a pieno il proprio dovere, ponendo fine ad una situazione che avrebbe potuto provocare falsi e pericolosissimi allarmismi per la comunità.”

 

Il Sindaco di Rizziconi

Alessandro Giovinazzo