La Festa della Musica di Palmi giunge alla sua IV edizione

35

Con enorme entusiasmo, il direttore artistico e organizzatore Marco Suraci (Icarus Factory), è lieto di annunciare la quarta edizione di questo, ormai, consolidato appuntamento.

La Festa della Musica di Palmi, che si terrà il 19 giugno 2022, si inserisce tra gli appuntamenti musicali di qualità nella nostra regione, promuovendo in maniera decisa e chiara il territorio e il contesto dei luoghi che ospitano l’evento.

Anche quest’anno il connubio musica e territorio è caratterizzato dalla scelta artistica e della location ove si svolgerà il concerto. Se la scorsa edizione è stata svolta in un luogo dal panorama mozzafiato, il sentiero del Tracciolino, con il concerto di due pilastri della musica jazz/world internazionale, Gabriele Mirabassi e Simone Zanchini, quest’anno la scelta va a collocarsi in un luogo magico e ricco di storia, la Grotta della Pieterosa (o grotta Tràchina). Luogo di immenso fascino, ricco di testimonianze dirette (lo scavo archeologico), è stato persino rifugio di popoli e pellegrini, è appunto un luogo di enorme vocazione e ispirazione. Marco Suraci, non ha avuto alcuna esitazione nel proporre al “gigante” della musica folk e popolare, Alfio Antico, di celebrare un concerto ad hoc per la Festa Europea della Musica.

Alfio è forse l’ultimo depositario di un sapere tradizionale, della cultura pastorale, che ha appreso con un rapporto diretto, e quindi non solo musicale; rappresenta l’ultimo erede di una grande tradizione, ma anche un poeta e un artista dotato di una personalità propria e unica, di quelle figure che nel mondo popolare lasciano il segno e nel mondo antico avrebbero creato e lasciato una propria impronta anche in una tradizione epica orale, tramandata poi nei secoli. Allo stesso tempo è anche un innovatore, sia per le sue liriche originali sia per la tecnica strumentale, il lavoro di ricerca sul tamburo, nel suono e nella costruzione. Alfio è considerato ad oggi il maestro assoluto del tamburo a cornice nel mondo, per le sue capacità tecniche ed espressive, sempre al servizio della musica e della narrazione, ma anche per la padronanza delle tecniche costruttive dello strumento. Il musicista pastore che nel ’79 è stato scoperto da Eugenio Bennato e in 40 anni di carriera ha suonato nei più importanti brani della musica italiana (da De André a Dalla, Capossela e molti altri). Come solista ha pubblicato 5 album, in cui esplora diversi linguaggi, in maniera personale e con un carisma “sciamanico” .

L’evento è patrocinato da Commissione Europea. MiC, SIAE, A.I.P.F.M., Città Metropolitana di Reggio Calabria e Comune di Palmi, ed è sostenuto da: Il Fico Ristorante, LM di Luigi Muratore, Ingco Store, AL Hub Consulting e Farmacia Galluzzo.

Per avere tutte le informazioni necessarie sull’evento, basterà seguire le pagine social dedicate
festa_della_musica_palmi

La manifestazione è organizzata in collaborazione con l’Associazione culturale Fogghi di Luna. L’evento è gratuito.

Articolo precedente Tumore colon retto – pazienti guariti con anticorpi monoclonali
Articolo successivoLo sport come veicolo di inclusione sociale: Fratelli d’Italia premia la A.s.d. Gioiese”