Occhiuto: “Calabria: il mare ritornerà ad essere fonte della vita”

59

COSENZA – Pochi giorni fa aveva annunciato di volersi  “candidare”, in caso sua elezione, al ruolo di commissario alla sanità. Oggi, il candidato del centrodestra Roberto Occhiuto annuncia che si occuperà (anche) della salute del mare calabrese e lo farà da subito. “Una delle cose di cui ho deciso di occuparmi da subito – ha dichiarato – è la depurazione. Anche perché se si riesce a intervenire su questo i risultati si vedono subito e questo garantisce un immediato ritorno politico. Sono andato a visitare un bellissimo centro ad Amendolara, retto peraltro da uno che non ha la mia sensibilità politica visto che è stato assessore con il centrosinistra. Si tratta di Silvio Greco che è un grande studioso del mare. Una delle prime cose che farò è lavorare con questo centro sulla salute del mare”. Per Occhiuto è indispensabile “creare un sistema per la governance dei depuratori. Anche qui alcuni sono dei Comuni, altri dei consorzi, non c’è un sistema di controllo. Dobbiamo ritarare alcuni depuratori, oggi tarati sulla popolazione invernale e trovare un sistema per monitorare gli scarichi abusivi. Abbiamo molte case che non sono allacciate alla rete fognaria, arriva l’autospurgo e poi non si sa bene cosa succede. Ora abbiamo persino le slot collegate con l’Agenzia delle Entrate con macchinette che ne rilevano il funzionamento, è così difficile monitorare con gps gli autospurgo?” conclude Occhiuto.

Articolo precedente TURISMO. Luigi de Magistris: “La piena occupazione in Calabria anche con la riapertura del villaggio Gioia del Tirreno di Nicotera, sarà polo di turismo eco-sostenibile, cultura e antimafia sociale”
Articolo successivoAumento bollette luce e gas